Chi è Online

270 visite
Libri.itDAVID LACHAPELLE. LOST + FOUND. PART ISCHIELE (I) #BasicArtLNYT. 36 HOURS. EUROPA - seconda edizioneATTILIO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Totale: 1067

Imágenes reencontradas de Santiago de los años veinte



Video realizado gracias a la recopilación de filmaciones anónimas. Las imágenes, en blanco y negro con textos en francés, muestran las calles y edificios más importantes de la capital chilena en la década de 1920. Entre ellos destacan: La estación Mapocho, y la primera locomotora a vapor de Chile, edificios gubernamentales, el Banco Central, el Museo Nacional y el Congreso. También se puede apreciar el Parque Cousiño, la Alameda, la parada militar y la Escuela de Caballería. El museo de Bellas Artes aparece filmado en su interior con tomas específicas de las esculturas y pinturas más destacadas de la época.

Programa: 100 años de cine.
Restauración y postproducción: Carmen Brito a través de la División de Cultura del ministerio de Educación.
Fotografía adicional: Jorge Aguilar.

Consejo Nacional de la Cultura y de las Artes

Chile Audiovisual

Intervista ad Abdulamir Alwan

Abdulamir Alwan è menbro del Suprem Comittee of Dialogue Between Religions - Iraq

L'ombra del razzismo: Ismaila denuncia

N.A.Di.R. informa: Ismaila denuncia l'aggressione subita a Bologna mentre rientrava dal lavoro.
L'ombra del razzismo si fa sempre più pressante, oltre che imbarazzante, sul nostro Paese, cosa sta succedendo a questi Italiani... brava gente?
L'atteggiamento razzista, sostenuto dalla paura di tutto ciò che si presenta diverso, paura spesso indotta da un'oligarchia mediaticatesa a proporre subdolamente messaggi facilmente decodificabili ma altrettanto facilmente induttori di idee pregiudizievolie paralizzanti sta prendendo il sopravvento?
Ascoltiamo la testimonianza di uno dei tanti immigrati che hanno dovuto subire l'umiliazione dell'aggressione accompagnata all'indifferenza della gente...Ismaila racconta ...
Leggi la lettera
Realizzato da Arcoiris Bologna
Visita il sito www.a3f.org
Visita il sito www.mediconadir.it

Intervista a Marco Travaglio

Intervista a Marco Travaglio sulla condanna dell'on. Previti per "corruzione semplice" emessa dal Tribunale di Milano.
Biografia di Marco Travaglio

Gladiators - Rotototom Sunsplash 2006

Dopo cinque anni di assenza la massive del Rototom Sunsplash saluta il ritorno di un gruppo leggendario come i Gladiators. L'origine di questo gruppo risale al 1965 quando Albert Griffiths, Clinton Fearon e David Webber decisero di unire le loro voci e di iniziare a frequentare le audizioni di giovani talenti dei migliori produttori di musica in Giamaica, come Treasure Isle e Studio One. Proprio alla mitica etichetta di Coxsone Dodd ottengono grande successo nel 1968 con 'Hallo Carol'. Il corpus di canzoni registrate a Studio One in quegli anni è notevole e comprende gemme come 'Bongo Red', 'Roots natty roots', 'Jah Jah go before us' e 'Tribulation'. Nei primissimi anni settanta i Gladiators sono il gruppo roots reggae dell'etichetta di Brentford Road insieme a Burning Spear: in questo periodo David Webber viene rimpiazzato da Dallimore Sutherland. Il loro album Studio One uscirà con notevole ritardo solamente nel 1978 quando il gruppo ha già una consistente notorietà internazionale, grazie ad una serie di grandi albums prodotti da Prince Tony Robinson e distribuiti in tutto il mondo dalla etichetta Virgin Frontline. Tra questi 'Trenchtown mix-up', 'Sweet so till' e 'Proverbial reggae' non possono mancare nella collezione di qualsiasi appassionato di roots reggae dagli anni settanta. Al cambio di stile in Giamaica, conseguente l'avvento del 'dancehall style', i Gladiators continuano a rivolgersi agli appassionati di roots continuando a registrare in Giamaica una lunga serie di albums, spesso distribuiti attraverso etichette statunitensi ed europee. Il loro album più recente intitolato 'Once upon a time in Jamaica' risale al 2002. L'attuale show dei Gladiators comunque riproduce magicamente le atmosfere della musica prodotta in Giamaica durante gli anni settanta.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Il Colore In Movimento - Venice Video Art

Di: Federico Povoleri
Riprese e Montaggio: Federico Povoleri
Musica: Mauro Zulian (collaborazione con l'autore)
Gino Baffo, è un pittore oggi molto apprezzato, ha esposto a New York e in Olanda. All'epoca di questo video stava sperimentando e realizzando le sue idee che poi lo avrebbero fatto conoscere. Trascorsi del tempo con lui e mi parlò delle sue sensazioni, di ciò che provava estraniandosi dalla società e di come tentava di rappresentare ogni emozione con un colpo di pennello. Le sue parole mi ispirarono le frasi che compaiono nel video e colsi l'occasione per girare del materiale nella soffitta in cui lavorava. Lo seguii in un paio di escursioni nel tentativo di catturare quel carattere solitario e quel ribollire di emozioni e pensieri che lo spingevano a dipingere. Notando la passione per Pollock che emerge anche dai suoi primi lavori, ho intitolato questo video che è stato presentato ad alcune sue esposizioni: "Il colore in movimento".
Visita il sito: www.venicevideoart.com

Rispetta i diritti dell'uomo

Coordinano: Liliana Boranga e Filippo Giunta
Interverranno Cindy Sheehan, Tiziano Tissino, François Houtart, Angelo Baracca, Bruno Barrillott, Padre Renato Kizito Sesana, Emilio Manfredi, Giorgio e Luciana Alpi, Elena Kasimova Ganieva
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

107)- Portanova - G8 sei anni dopo. Dizionario

Tutti vivi tranne uno. Chi c'era, che cosa ha fatto e che cosa fa ora.
Destini da indulto I diversi percorsi di sedici detenuti scarcerati. Tra porte che si chiudono e altre che si aprono.
Giappone post atomico La tv nipponica rassicura: nessun pericolo. Quella russa alimenta le paure: il mare è radioattivo.
Quando l'Urss mappava l'Ovest Un esercito segreto di cartografi per decenni ci sorvegliava casa per casa.
Visita il sito: www.diario.it

2nd hand 2nd life: La sfilata di Terra Futura per una moda creativa e sostenibile

Sabato 2 Dicembre 2006, Terra Futura ha preso parte al Festival della Creatività. L'evento, promosso dalla Fondazione Sistema Toscana e Regione Toscana,si è tenuto alla Fortezza da Basso di Firenze, già "casa" di Terra Futura. Nel pomeriggio si è svolta la presentazione di una sfilata ?sperimentale? diabiti di seconda mano, ?2nd hand 2nd Life?, promossa dalla Fondazione Culturale Responsabilità Etica e Mani Tese Firenze onlus, in collaborazione con laScuola Lorenzo de Medici Fashion Department e l'Associazione Pantagruel onlus. La sfilata ha messo in evidenza come la creatività, la sostenibilità ela solidarietà si possano unire per dare vita a proposte concrete e buone pratiche quotidiane.
Le riprese sono a cura della Scuola Lorenzo de Medici, Fashion Department

08)- Consumo carne... cosa ci sta dietro?

Chi cerca... trova!
Rubrica di etica, cultura, spiritualità
08)- Consumo carne... cosa ci sta dietro?
La sofferenza inutile degli animali - Reportage dall'Austria
Visita il sito: www.radio-santec.com