Arcoiris TV

Chi è Online

318 visite
Libri.itPISTOLE, PUGNALI E VELENITI CURO IO, DISSE PICCOLO ORSORINASCIMENTO (I) #BasicArtTHEUERDANK. THE EPIC OF THE LAST KNIGHT MALEVI? (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati inviati da NADiRinforma

Totale: 328

15 ottobre 2011 Global Mass Protests Roma

NADiRinforma partecipa alla “Global Mass Protests Roma: Salviamo l\'Italia!” del 15 ottobre 2011.Manifestazione globale in tutte le piazze del mondo contro il potere occulto delle Banche, deiGoverni e dell\'attuale economia mondiale! In Italia la si è tenuta a Roma e ciòche ne è prevalso a livello mediatico sono stati i fatti di violenza che l\\\'hanno caratterizzata, noivorremmo dare la parola a chi di quella manifestazione è stato, e rimane, il protagonista: la Gente, quella vera, quella che sta pagando le malefatte del Sistema.

Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: youtu.be

18 fumettisti per Nosferatu

NADiRinforma: una mostra, allestita negli spazi dell’Aemilia Hotel, dedicata a Nosferatu: risultato di un workshop svoltosi all’interno della manifestazione “Arena!”, contenitore del Concorso internazionale Baraccano, giunto ormai alla 9° edizione, organizzata dall’Associazione Giardini Margherita/Gruppo Lexlutor.Dopo la riuscita esperienza dell’anno precedente col “Corsaro Nero”, 17 disegnatori (provenienti da diverse importanti realtà: da Diabolik a Lupin III, dalla Warner Bros a Nathan Never, da Cattivik a Nick Rider) si sono riuniti per realizzare lungo un week-end, un’intera storia inedita sceneggiata da Gianni Barbieri. La mostra da dato la possibilità di vedere come, all’interno di una sceneggiatura di 32 pagine, ciascun artista abbia realizzato 2 tavole, mantenendo volutamente intatto il proprio stile per offrire freschezza e varietà alla performance. Un cammino creativo che parte dagli schizzi, passa per lo story-board e le matite, fino ad arrivare alla china finale.Gli autori esposti sono: Andrea Accardi, Michele Benevento, Francesco Barbieri, Germano Bonazzi, Cesare Buffagni, Jacopo Camagni, Sara Colaone, Giuseppe Di Bernardo, Otto Gabos, Matteo Lolli, Denis Medri, Gianluca Pagliarini, Luca Poli, Sergio Ponchione, Piero Ruggeri, Sergio Tisselli, Guglielmo Signora, Gianni Barbieri.

Visita il sito: www.mediconadir.it

1977-2011 la lotta...continua

NADiRinforma.In occasione del 34° anniversario dell'omicidio di Francesco Lorusso, militante di Lotta Continua, ucciso da un colpo d'arma da fuoco durante gli scontri di Bologna del marzo '77, il 12 marzo 2011 si ritrovano in piazza a ricordarne la memoria i militanti di allora insieme ai giovani studenti di oggi.

Visita il sito: www.mediconadir.it

1° marzo 2010: primo sciopero degli immigrati

NADiRinforma partecipa alla manifestazione in occasione dello sciopero degli immigrati che si è tenuta il 1° marzo 2010 in oltre 60 piazze italiane. Migliaia di persone hanno partecipato pacificamente ai cortei indossando qualcosa di GIALLO, quale colore della protestaCosa succederebbe se i quattro milioni e mezzo di immigrati che vivono in Italia decidessero di incrociare le braccia per un giorno? E se a sostenere la loro azione ci fossero anche i milioni di italiani stanchi del razzismo? La domanda è nata del movimento Primomarzo2010 e ha portato all'organizzazione dello sciopero. Un giorno per far capire quanto vale l’integrazione e quanto contano gli immigrati in Italia. A Milano, Roma, Napoli, Firenze, Bologna immigrati e italiani hanno manifestato "per sostenere l’importanza dell’immigrazione per la tenuta socio-economica del Paese", come ha annunciato il comitato "Primo Marzo 2010 – Una giornata senza di Noi".

Visita il sito: www.mediconadir.it

2 Agosto 2009: interviste alla commemorazione della strage alla stazione di Bologna

Il Manifesto quest'anno enuncia:"la certezza della pena in questo Paese è riservata esclusivamente alle vittime e ai loro famigliari" "29 anni fa, in questa stazione, fu perpetrato un orrendo crimine: una bomba collocata da terroristi fascisti causò 85 morti e 200 feriti... Anni di indagini e processi meticolosi hanno permesso di individuare, in parte, chi usò la violenza e la crudeltà, esseri umani che hanno concepito e voluto quella carneficina. I loro nomi sono: Francesca Mambro e Valerio Fioravanti, capi dei Nuclei Armati Rivoluzionari e il loro sodale Luigi Ciavardini. Poi vi sono coloro che hanno operato per nascondere la verità ed impedire ai magistrati che gli esecutori fossero scoperti, tutti distintisi nel tentativo di allontanare gli inquirenti dalla matrice dell’attentato; essi sono il Gran maestro della Loggia massonica P2 Licio Gelli, il faccendiere Francesco Pazienza, il generale Musumeci e il colonnello Belmonte al vertice del SISMI (Servizio Segreto Militare)... Da anni ormai assistiamo, alla vigilia di ogni anniversario, alla esplosione di enormi polveroni che ci ricordano quello creato dall’esplosione della bomba, polveroni che cercano di nascondere lo scempio politico e morale che sta dietro questa strage." dice Paolo Bolognesi, Presidente dell'Assoc. tra i famigliari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. “Siamo stanchi di tornare il piazza il 2 agosto sempre nel dubbio, senza alcuna chiarezza circa i mandanti di stragi che hanno colpito il cuore del nostro Paese, chiediamo solo verità e giustizia” dicono i cittadini che, come ogni anno, accorrono numerosi alla commemorazione della strage che fece tremare la città 29 anni fa. Paura e commozione che ogni anno si rinnovano tra le fosche nubi del dubbio: incertezze che alimentano la paura, incertezze che continuano a farci respirare l'acre odore dell'esplosione, incertezze che non concedono pace nei cuori di chi ha vissuto quei momenti di tragedia e di chi vuole ancora credere di vivere in un Paese democratico.

Visita il sito: www.mediconadir.it

2 minuti con ... Vandana Shiva

NADiRinforma: nel corso della V edizione del Festival Evocamondi “La mia acqua, la mia Terra” abbiamo incontrato Vandana Shiva, ecologista sociale. Fisica quantistica ed economista, dirige il Centro per la Scienza, tecnologia e Politica delle Risorse Naturali di Dehra Dun in India. Una globalizzazione al femminile capace di accogliere e gestire la diversità, in quanto pur vivendo in luoghi specifici, dovremmo cominciare a percepirci all'interno della Comunità Umana, grazie alla molteplicità che ci caratterizza. Noi siamo più di una cosa, dobbiamo solamente fare esperienza nell'esprimere questa nostra caratteristica.Produzione Arcoiris Bologna

Visita il sito: www.evocamondi.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

2 minuti con ... il prof. Marcello Buiatti

NADiRinforma: nel corso della V edizione del Festival Evocamondi “La mia acqua, la mia Terra” abbiamo incontrato il prof. Marcello Buiatti, professore ordinario di Genetica all'Università di Firenze. In perfetto parallelismo con il lavoro scientifico il professore collabora con il gruppo di filosofia della Biologia chiudendo un cerchio di conoscenze che riescono a rendere esaustivi e comprensibili i processi dinamici della vita. Produzione Arcoiris Bologna

Visita il sito: www.evocamondi.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

28 anni dopo la strage: cosa ne pensa la gente ?

NADiRinforma ha raccolto alcune dichiarazioni dalle persone che hanno partecipato alla manifestazione commemorativa il 28° anniversario della strage alla stazione di Bologna. Dai tentativi orientati alla revisione delle sentenze che giunsero alla condanna di militanti di estrema destra dei Nuclei Armati Rivoluzionari ora pare ci si voglia orientare verso la cosiddetta pista palestinese già a suo tempo proposta dall’allora Presidente del Consiglio, Francesco Cossiga, al vissuto di ingiustizia subita dalle vittime e dai loro famigliari. I cittadini sentono crescere sempre più il desiderio di verità che, unito, alla condivisione del dolore crea e sostiene la memoria per ciò che il Paese intero ha vissuto durante i lunghi e bui anni di piombo. I giovani si uniscono in un abbraccio carico di emozioni comprendendo il grande valore della memoria storica a sostegno della costruzione di un futuro civile e democratico. Tra le novità di quest’anno, ci dice Paolo Bolognesi, Presidente dell’associazione delle vittime, assieme al francobollo commemorativo, sono stati realizzati spilloni da giacca raffiguranti l’orologio della stazione con le lancette ferme alle 10:25 (ora della strage) e la scritta “per non dimenticare” utilizzando l’oro della P2 (712 grammi) donato all’associazione dai giudici Colombo e Turone, quale parte del risarcimento di una causa di diffamazione vinta dagli stessi magistrati contro Licio Gelli.

Visita il sito: www.stragi.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

3° edizione Campeggio Nazionale delle Resistenze

NADiRinforma Dal 9 all'11 settembre 2011 si e' tenuta la terza edizione del Campeggio Nazionale delle Resistenze entro la splendida cornice paesaggistica del parco storico di Monte Sole di Marzabotto. Lotta partigiana, pace, diffusione della mafia al nord, lavoro, precarietà e Costituzione sono state le tematiche di cui si e' discusso, tra la frittura di crescentine e i canti di lotta partigiana. Qui abbiamo intervistato Gabriele Polo, Franco Martini, Gianni Rinaldini, a latere del convegno dal titolo "Il lavoro nella Costituzione". La manifestazione è stata organizzata dal comitato Voci delle resistenze (composto da associazione Radio Aut, Gruppo 25 aprile, Anpi di Marzabotto, associazione Passo passo e dal Parco storico di Monte Sole) per tenere viva la memoria tra le nuove generazioni e fare resistenza sociale, dicendo no a mafia e fascismo.
interviste: Francesco Monto
ririprese: Daniele Marzeddu

Visita il sito: www.mediconadir.it

4 aprile 2009. La parola ai lavoratori

NADiRinforma: In occasione della manifestazione nazionale della CGIL da tutta Italia accorrono a Roma migliaia di lavoratori per protestare contro l'accordo separato per la riforma dei contratti.Nel referendum indetto dallo stesso sindacato il 96,27 per cento dei lavoratori che ha partecipato alla consultazione ha detto "no" all'accordo separato del 22 gennaio sul nuovo modello contrattuale, l'intesa cioè siglata dalla CISL e dalla UIL senza l’ok del sindacato di Epifani.Secondo i dati forniti in conferenza stampa dal numero uno della CGIL, alla consultazione hanno partecipato 3,6 milioni di lavoratori, pari al 71% dei lavoratori che nel 2007 parteciparono al referendum unitario di CGIL, CISL e UIL sul protocollo per il welfare.In una policroma manifestazione di volti e di voci i partecipanti si sono mobilitati contro la disoccupazione, le morti bianche, il precariato giovanile e per la dignità del lavoro.

Visita il sito: www.mediconadir.it