Chi è Online

Chi è Online

368 utenti
Libri.itJAMIE HEWLETT (INT) - 40BASQUIAT (I) - 40LA FORZA DELLA GAZZELLAROSSOMALATTIE TERRIBILI E ATROCI CURE
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Categoria: DOCUMENTARI

Totale: 1326

Nella Terra degli Dei

Viaggio in Tibet - Kora del monte Kailash

"I pellegrini ritornano al loro paese con occhi luminosi, arricchiti da un’esperienza che per tutta la loro vita sarà una fonte di forza e di ispirazione, perché sono stati faccia a faccia con L’Eterno, hanno visto la Terra degli Dei." - Lama Anagarika Govinda

Un docufilm di: Andrea Gracis
Montaggio: Matteo Gracis
Musiche originali: Stefano “Shantam” Crespan
Commento: Antonella “Nenna” Ferrari
Voce canzoni: Louise “Aiman” Tschabuschnig
Audio mix e master: Maurizio “Irko” Sera
Durata: 47 minuti
Anno di produzione: 2012

Nohimayou: vennero come amici: Video documentario Yanomami

Un video documentario girato durante le riprese fotografiche nella Terra Indigena Yanomami del Brasile. Il racconto e le testimonianze dei protagonisti, dai ricordi dei primi contatti con i Missionari alle sfide e alle minacce che ancora oggi mettono a rischio la sopravvivenza del popolo Yanomami e quella delle loro terre.

Viaggio in Roraima, terra brasiliana, al confine con il Venezuela dove vivono molte comunità di indios.
Da Boa Vista, la capitale, con un piccolo aereo verso la regione del Catrimani. Attraverso la foresta lungo il Rio Catrimani su una barca. Alcuni giorni trascorsi con gli Yanomami, il popolo della foresta, all'interno dei loro villaggi e dormendo nei loro shabono.

Le immagini raccontano la vita, le tradizioni, i volti del popolo Yanomami e sono state realizzate con l’obiettivo di sensibilizzare i visitatori su quello che sta ancora accadendo oggi agli Yanomami nell’Amazzonia brasiliana: lo sterminio degli indigeni a causa del furto deliberato delle terre, dell’estrazione indiscriminata di minerali pregiati, dello sfruttamento selvaggio delle risorse idriche e della biodiversità.

Una lotta impari che sta portando gli Yanomami a modificare rapidamente la loro esistenza, da un isolamento millenario a scontrarsi in maniera drammatica con la nostra civiltà moderna. Un processo di implosione e di “evoluzione sociale” incontrollata e oscuramente pilotata che sta modificando e distruggendo per sempre tradizioni e abitudini di vita.

Documentario: La vita dopo Chernobyl

Il biologo Rob Nelson e l'antropologa Mary-Ann Ochota hanno accesso alla zona del reattore di Chernobyl. Dopo 30 anni, avremo la possibilità di capire cosa è accaduto alla zona.

Ecuador: miedo y control social

NUESTRAS VOCES.- Se evidencia que se está buscando ejercer un control social de la población utilizando la pandemia y olvidando que la región vive en un estallido social suspendido. En Ecuador el gobierno ha sido totalmente negligente a nivel de trabajo, sanitario y social, con políticas caóticas, discriminatorias que generaron la muerte de más de 20 mil personas. Abrió las puertas para que la gente siguiera contagiándose, pero prorroga dos veces la emergencia para mantener el control y vigilancia de la población. Un análisis de Kintto Lucas.

I fantasmi di Chernobyl: vivere tra le radiazioni nella zona proibita

Villaggi abbandonati, palazzi sventrati, terreni radioattivi. Il 26 aprile del 1986, l'esplosione del reattore numero 4 della centrale atomica "Vladimir Lenin" trasformò Chernobyl nel simbolo del più disastroso incidente nucleare di sempre. Centinaia di migliaia di persone vennero evacuate dai villaggi della zona per non fare più ritorno, trasformando Pripyat e gli altri centri in città fantasma. Oltre trent'anni dopo la "Zona d'esclusione" è ancora off-limits per i suoi vecchi abitanti. Ma, nonostante i divieti e la paura delle radiazioni, negli anni qualcuno ha scelto di tornare a vivere nella sua casa natale: sono più di cento oggi le persone anziane che si sono adattate a una vita solitaria e, senza temere la contaminazione, dedicano gran parte della loro giornata alla cura dell'orto. Intorno a loro, tra gadget e visite guidate, cresce il numero di turisti che vogliono visitare la zona della catastrofe dopo il successo della serie tv. Per immergersi con un selfie, nei luoghi simbolo della tragedia.

La Storia dell'Acqua in Bottiglia

La storia dell'acqua in bottiglia, utilizza lo stile di Story of Stuff per raccontare la storia di come la domanda costruita induca gli americani (e non solo!) ad acquistare più di mezzo miliardo di bottiglie di acqua ogni settimana, quando fluisce già dal rubinetto. In poco più di cinque minuti, il film esplora ed attacca l'industria dell'acqua in bottiglia a favore dell'acqua di rubinetto e l'uso della pubblicità seducente, a tema ambientale per coprire le montagne di rifiuti di plastica che produce. Il film si conclude con un invito a 'riprendere il rubinetto', non solo facendo un impegno personale per evitare l'acqua in bottiglia, ma per sostenere gli investimenti in acqua del rubinetto pulita e disponibile per tutti.

Revolution OS - Il documentario sul mondo del software libero

Revolution OS è un documentario statunitense del 2001, diretto da J.T.S. Moore. Nel film si ripercorrono venti anni di storia di GNU, Linux, del software libero e dell'open source.

Il film narra la storia del sistema operativo GNU/Linux, dalle sue origini al 2001, ponendo inoltre l'accento sulla differenza tra software libero e software open source e analizzando alcuni casi di programmi rilasciati sotto licenza libera (ad esempio Apache). Nel documentario non mancano le accuse contro la Microsoft e rivelazioni di protagonisti famosi.
Nel corso del documentario vengono intervistati noti hacker ed imprenditori, tra cui Richard Stallman, Linus Torvalds, Eric Raymond, Bruce Perens, Michael Tiemann, Larry Augustin, Frank Hecker e Brian Behlendorf.

REVOLUTION OS racconta la storia all'interno degli hacker che si ribellarono al modello del software proprietario e Microsoft per creare GNU / Linux e il movimento Open Source.
Il 1 ° giugno 2001, CEO di Microsoft Steve Ballmer ha dichiarato: "Linux è un cancro che si attacca in un senso di proprietà intellettuale a tutto ciò che tocca."

Microsoft teme GNU / Linux, ed è giusto così. GNU / Linux e l'Open Source e Software Libero movimenti rappresentano senza dubbio la più grande minaccia alla maniera di Microsoft di vita. Girato in cinemascope su pellicola 35mm nella Silicon Valley, Revolution OS rintraccia i motori principali e gli agitatori dietro a Linux, e scopre come e perché Linux è diventato una minaccia potente.

Lucio Urtubia, el Robin Hood de los bosques, anarquista español

Español, anarquista, activista, albañil, atracador de bancos, puso en jaque al gran banco. A través de cheques falsos Lucio logró expropiar más de 20 millones de dólares al First National City Bank para posteriormente repartir el dinero entre distintas causas justas en el mundo.

Lo toman preso y logró negociar su libertad y más dinero aún del banco a condición de que no siguiera cobrando cheques de viaje.

TVE, 12 dic 2010

Lean este texto para más información:

Murió Lucio Urtubia el Robin Hood anarquista: “Era un honor y un placer robar bancos”: https://werkenrojo  (.cl/murio-lucio-urtubia-el-robin-hood-anarquista-era-un-honor-y-un-placer-robar-bancos/)

NdR El compañero Lucio acaba de fallecer el18 julio en París, donde residía a la edad de 89 años de combate. Se nos fue uno de los impresindibles, de esos que nunca mueren.

¡Compañero Lucio, presente!!!

Etiquetas: anarquista, anarco, español, bancos, cheques de viaje, idealista, expropiación

Bag it

Come si può vivere senza plastica? Jeb Barrier ce lo dimostra nel suo documentario dal grande clamore mediatico, "Bag it" (USA, 2010). Ogni giorno compriamo, usiamo e buttiamo milioni di sacchetti, barattoli e molti altri oggetti di plastica, con serie conseguenze per l'ambiente e per la salute umana. Il documentario, diretto da Susan Beraza, è un divertente racconto dell'uso e l'abuso della plastica che segue "l'uomo qualunque" Jeb Berrier nel suo tentativo di vivere senza plastica.
  • Lingua: ITALIANO | Licenza: Non commerciale - Non opere derivate - Licenza 3.0 | Condividi
  • Visualizzazioni: 92
  • Fonte: Roberto Lepera | Durata: 53.98 min | Pubblicato il: 22-07-2020
  • Categoria: DOCUMENTARI
  • Scarica: MP3 | MP4 |

Senza chiedere il permesso

Non aspettate, ragazzi. Non attendete istruzioni, ragazze, perché non arriveranno o forse arriveranno troppo tardi, e il tempo è prezioso. Alcuni tra noi adulti vi daranno una mano, il tempo necessario per costruire ponti sulle macerie prodotte dai crolli di questo mondo in disarmo. Voi percorreteli. Poi sarà ora. Non attendete oltre. Tocca a voi. Senza chiedere il permesso.
Tratto dal libro di Lorella Zanardo, Feltrinelli Editore.