Arcoiris TV

Chi è Online

207 visite
Libri.itD&AD. THE COPY BOOKTHE STAN LEE STORY - edizione limitataLIVING IN MEXICOLO STRUFFALLOCERO BLU INSIDE NORTH KOREA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: REPORTAGE e VIAGGI

Totale: 226

Mapueducación, cultura bilingüe

Educación comparada y cambio social, nov 2013
40 años de experiencias en la educación cultural bilingüe
Cómo logramos enseñar, explicar o hacer sentir nuestro hablar?

Reportaje a Lota, 1970

Un reportaje a Lota, Chile, del año 1970: la vida de los mineros y sus familias, el trabajo en la mina, sus casas, su entorno inmediato.

realizadores: Diego Bonacina y José Román.

Construcción ecológica de un pozo para el agua

Construcción de un pozo con materiales simples, que proporciona la naturaleza, sin otras herramientas que las naturales, simples, con materiales como madera y bambú solamente. Sabiduría ancestral

Enviado por Sergio Medina

María Sabina y su influencia en el movimiento hippie

Una indigena mazateca cuyos conocimientos dejaron una huella imborrable en el mundo.
Su gran conocimientos en hongos alucinógenos, es una gran curandera indígena mexicana, usa los hogos par sanar enfermedades, pero también influenció a mucha gente, comenzando por los hippies

Filme de North, CC

Natale 2017 in Norvegia.

Natale in Norvegia nelle isole Lofoten - 2017.

Reportage di Marco Palombi

Questo filmato raccoglie il materiale dal quale è stato tratto il video: Emergency - Centro Salam di cardiochirurgia a Khartoum, in Sudan dove Gino Strada, Cecilia Strada e i collaboratori di Emergency raccontano la loro esperienza in Sudan.

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Formaggio di yak. Pamir, Tajikistan

Formaggio di yak. Pamir, Tajikistan

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Pikieko. Burkina Faso. Oro e pietre

In un luogo isolatissimo immerso nella savana un ex maestro elementare ha letteralmente "adottato" un villaggio con la Onlus da lui fondata, Desert Vert - Soong Taaba. Sono state costruite scuole, una diga lungo un fiume per trattenere acqua, ma soprattutto si cerca di educare per cancellare la cultura della dipendenza.
Le donne spaccapietre. Da queste parti ci si guadagna da vivere in modi diversi. L'agricoltura non basta e comunque non è praticata da un numero sufficiente di persone. Ci si dedica così a lavori pesantissimi, come le donne che si spaccano la schiena ogni giorno sulle pendici di una collina, a spezzare pietre, per la pavimentazione delle strade o per l'edilizia.
Giù in fondo alle buche in cerca dell'oro. Non lontano da qui, si cerca oro. E lo si fa immergendosi in buche profonde fino a 35-40 metri, calandosi giù con una cima, in testa una pila a batteria fissata alla meglio, per fare un po' di luce. E si scava, si scava, fino a diventare dello stesso colore della terra, col rischio di rimanere sepolti da un cedimento improvviso del terreno, col rischio di non avere abbastanza aria per respirare. Decine e decine di ragazzi fanno su e giù tutto il giorno in queste fosse, per tirar via qualche milligrammo di oro, se va bene. Ma non va quasi mai così, la maggior parte delle volte la fatica che si fa è vana.

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Teheran. Ricordi di guerra

Il ricordo degli otto sanguinosi anni di guerra tra l'Iran e l'Iraq, combattuta dal settembre del 1980 all'agosto del 1988, si esprime con immutato vigore ancora oggi durante i frequenti pellegrinaggi, nel più grande cimitero iraniano, che si trova nella capitale e che vede la partecipazione dei parenti delle vittime di quel conflitto. Intere famiglie che portano cibo e lo scambiano con altre famiglie dei caduti; Il rito dello spargimento di acque profumate sulle tombe, sulle quali sorgono delle teche che contengono i ritratti dei soldati caduti; i lunghi momenti di preghiera collettiva di fronte alle immagini dei soldati. Colpisce l'intensità delle emozioni che ancora oggi la gente prova frequentando questo luogo. Si incontrano le ormai anziane vedove, ma è ugualmente assai forte la partecipazione di giovani, che spesso non hanno neanche conosciuto le persone morte nei combattimenti. Di frequente arrivano anche militari in divisa e armati a rendere omaggio ai loro commilitoni.

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Rifugiati Roma

Roma, Esuli dall'Etiopia e dall'Eritrea.

Visita il sito: www.marcopalombi.it