Arcoiris TV

Chi è Online

74 visite
Libri.itPICCOLO VAMPIRO 2LIVING IN TUSCANYEDWARD LEAR. THE PARROTSLE STANZE SEGRETE DI MONSIEUR PERRONNETGHIRLANDE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: sviluppo

Totale: 11

01) Liberiamoci dal PIL

Dalla crescita al benessere: economia della felicità e sviluppo sociale; le alternative per misurare il nostro sviluppo.Intervengono:Jason Nardi, Social Watch ItaliaArina Ponti, UN Millenium Dev. Goals CampaignTommaso Rondinella, Lunaria QuarsMaurizio Pallante, Movimento Decrescita feliceNello De Padova, Campagna "Depiliamoci"Guarda la seconda parte

Visita il sito: www.terrafutura.it

02) Liberiamoci dal PIL

Dalla crescita al benessere: economia della felicità e sviluppo sociale; le alternative per misurare il nostro sviluppo. Intervengono: Jason Nardi, Social Watch Italia Arina Ponti, UN Millenium Dev. Goals Campaign Tommaso Rondinella, Lunaria Quars Maurizio Pallante, Movimento Decrescita felice Nello De Padova, Campagna "Depiliamoci"Guarda la prima parte

Visita il sito: www.terrafutura.it

CFM - un treno per Maputo

CFM - un treno per Maputo documenta la riorganizzazione delle officine di riparazione delle ferroviarie mozambicane (CFM) e la rimessa in opera di treni e binari.Grazie al finanziamento del Ministero degli Affari Esteri, l’ISCOS (Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo, promosso dalla Cisl) insieme al Dipartimento Materiale Rimorchiato delle Officine Generali (Cfm-Sul) di Maputo ha lavorato per il rifacimento di 110 carri merci e di 13 carrozze, permettendo così al CFM di rispondere all’esigenza di rafforzamento dei trasporti ferroviari del Mozambico. Il progetto, oltre all’installazione di nuovi impianti, alla fornitura di materiali e pezzi di ricambio, alla riorganizzazione sul piano gestionale e produttivo dell’officina, ha fornito una formazione duffusa e di alto livello (i corsi hanno coinvolto 350 meccanici ed elettricisti ferroviari e numerosi capi settore) che ha portato all’innalzamento delle capacità professionali del personale mozambicano del dipartimento Officine. L’intervento ha visto la partecipazione di numerosi tecnici delle FS (Ferrovie dello Stato) Italiane, che hanno dato il loro contributo nell’organizzazione e nella gestione delle attività, nonché nella formazione del personale.

Visita il sito: www.iscos.cisl.it

Estratto dal film: Langhe Doc - Storie di eretici nell'Italia dei capannoni

Estratto dal film "Langhe Doc. Storie di eretici nell'Italia dei capannoni"Un film documentario di Paolo Casalis52'+ extrasPer info e distribuzione: www.langhedoc.itConGiorgio Bocca, Maria Teresa e Bartolo Mascarello, Mauro Musso, Silvio PistoneWinner of Valsusa Filmfest 2011; Special Mention at Festival delle Terre 2011;Official Selection for: Docaviv Festival, Tel Aviv; Kinookus FF, Dubrovnik (Croatia)Jahorina Fesitval, Pale (Bosnia); Scanno Natura Doc; Piemonte Movie 2011;Euganea Film Festival 2011; Epizephiry Film Festival; Marcarolo Film FestivalNel breve spazio della mia lunga vita l'Italia è cambiata in una maniera spaventosa.E' tutta una lotta contro il tempo, bisogna riuscire a diventare civili prima che il disastro sia completo. Bisogna vedere se arriviamo ancora in tempo a salvare questo paesaggio.Per me in gran parte l'abbiamo già distrutto. - Giorgio Bocca in Langhe DocSINOSSIUn pastore, un produttore di pasta artigianale, una produttrice di vino.Tre personaggi, tre eretici perchè pensano e agiscono in modo diverso, tre storie per raccontare il degrado sociale, culturale e paesaggistico della nostra penisola, l'Italia dei capannoni

Visita il sito: www.langhedoc.it

Estratto dal film: Langhe Doc - Storie di eretici nell'Italia dei capannoni

Langhe Doc - Storie di eretici nell'Italia dei capannoni (Trailer) www.langhedoc.ittLanghe Doc - Storie di eretici nell'Italia dei capannoniLanghe Doc - Stories of heretics in the Italy of warehousesun documentario di/ a documentary movie by Paolo Casalisdurata/ duration: 52' + 7 extrasInfo e Acquisto/ Info & Sales: langhedoc.itSubtitles: Italiano/ English/ Hebrew/ Croatianfacebook.com/​langhedoctwitter.com/​langhedoc_movieFestival e Riconoscimenti/ Festivals and prizes:Winner of Valsusa Filmfest 2011;Official Selection for Docaviv Film Festival 2011, Tel Aviv;Official Selection Kinookus Gasto Festiva, Dubrovnik, Croazia;Official Selection JAHORINA FILM FESTIVAL, Pale (Bosnia) 2011;Special Mention at Festival delle Terre 2011, Roma;Official Selection Scanno Natura Doc Festival;Official Selection Festival Piemonte Movie 2011;Official Selection Euganea FIlm Festival 2011;Official Selection Epizephiry Film Festival 2011;Official Selection Marcarolo Film Festival 2011;

Visita il sito: www.langhedoc.it

Intervista a Dot Keet

La condizione di crisi globale e la situazione dell'Africa oggi. Dot Keet, esperta commerciale AIDC (South Africa's Alternative Information and Development Centre), un'organizzazione non governativa che conduce attività di mobilitazione per la ricerca di alternative al sistema economico dominante, si sofferma sulla qualità degli investimenti in Africa, che definisce molto bassi, iniqui, concentrati in pochi Paesi e accompagnati da enormi fuoriuscite di capitale. Le politiche di aggiustamento strutturale messe in atto dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Banca Mondiale – afferma l'esperta - sostengono questi squilibri agevolando gli investitori esteri. Centrale la questione degli Accordi di Partenariato Economici proposti dall'Unione europea ai Paesi ACP (African, Caribbean and Pacific Group of States): dall'intervista emerge come la politica dell'Ue imponga ai Paesi la partecipazione al negoziato. Segnala infine la voce della società civile africana, tutta rivolta a fermare gli accordi di partenariato in quanto definiti antidemocratici e ingiusti e ostacolano lo sviluppo. L'intervista si è svolta il 20 ottobre 2008 in occasione del Forum Stati Generali autunno 2008 (Roma, 19-20 ottobre 2008 - "Quale lotta alla Povertà: coerenza delle politiche e nuovi partenariati per una maggiore quantità e qualità degli aiuti"). A cura di Monica di Sisto (Fair), in collaborazione con le Ong Cestas, Cospe e Amici dei Popoli. Promosso da Arcoiris Bologna

Visita il sito: www.africa-eu.org

Visita il sito: www.agendasociale.it

Sbilanciamoci 2007 - Le politiche alternative per la trasformazione

Per la pace ed i diritti ed un nuovo modello di sviluppo
Dai movimenti sociali globali viene non solo la resistenza alle politiche neoliberiste, ma la sperimentazione di politiche e pratiche concrete della costruzionedi una economia diversa che parte dalla dimensione locale e sociale, dalla partecipazione, da una nuova idea dello sviluppo e dell'economia. Le esperienze, leriflessioni e le proposte dei movimenti e della società civile per politiche alternative di pace, di giustizia, di solidarietà. Le strade della trasformazioneeconomica, sociale e politica per un nuovo modello di sviluppo.
Saluti:RITA ZANUTEL Assessore servizi sociali Provincia di Venezia
Coordinano:GIANNI BELLONI Carta Est Nord
MARIO PIANTA Università di Urbino
Intervengono:JOSÈ ABELLI Movimento imprese recuperate argentine
MUSTAFA BARGHUTIex Ministro dell'Informazione palestinese
WALDEN BELLOFocus on thè Global South
NAOMI KLEIN Scrittrice e giornalista
LUISA MORGANTINI Vice Presidente del Parlamento Europeo
ARUNA ROY Attivista indiana del MKSS
PATRIZIA SENTINELLI Vice ministra agli affari esteri
Produzione: Arcoiris Firenze
Visita il sito: www.sbilanciamoci.org

Un Grillo per la testa

Lo "zaino ecologico" e il "punto di non ritorno"di: Quarti Gian Luigi - Gamboni Tizianoanno: 2000Beppe Grillo ha deciso di non essere più una pecora dell’economia. Ne ha analizzato i meccanismi e svelato gli sprechi per poi rivelare al pubblico i risultati delle sue riflessioni.È giunto il tempo di ridefinire il concetto di “sviluppo” e considerarci noi i paesi in via di sviluppo.Servono nuovi concetti ecologici ed economici quali lo "zaino ecologico" e il "punto di non ritorno".

Visita il sito: www.emi.it

Un futuro sostenibile

di: Quarti Gian Luigi e Gamboni Tizianoanno: 2000Il documentario presenta la teoria e soprattutto l’applicazione pratica della nuova filosofia dello "sviluppo sostenibile" per garantire un futuro al pianeta e ai suoi abitanti.Beppe Grillo da anni ridicolizza con le arti della comicità il nostro modo di produrre, di consumare, di vivere, la nostra società con il mito "del più".

Visita il sito: www.emi.it

VOCI SCOMODE

La cattiva informazione non viene solo dai giornalisti, ma anche dall'apparato burocratico manovrato dai partiti. Lo dimostra la chiusuta della radio e tv pubbliche greche mentre in Italia l'Autorità garante avvalla anche i più vistosi abusi.