Chi è Online

216 visite
Libri.itRCR ARQUITECTES 1998-2012TYPE. A VISUAL HISTORY OF TYPEFACES & GRAPHIC STYLESNYT. 36 HOURS. EUROPA - seconda edizioneVERMEER. LLE FIABE DEI FRATELLI GRIMM - pocket size

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: SCIENZA E TECNOLOGIA

Totale: 85

Fernando Villegas, la sociología en TV


Él es una de las personalidades-estrella de la televisión chilena porque es polémico, audaz e independiente. Sociólogo de profesión, Villegas sabe perfectamente que su oficio de comunicador suscita rechazo en las tribus intelectuales. Y con razón, suele arremeter contra el pensamiento común. Lo llaman "opinólogo" como una forma de menospreciar su actividad. No le importa. Villegas procura mantenerse al margen de las dicotomías fáciles que, a falta de profundidad crítica, sirven para encasillar a los que de algún modo nadan contra la corriente. No es un revolucionario de las ideas, más bien es un editorialista de fondo conservador. Pero sus juicios suelen conmover, escandalizar y por cierto dan tema para la reflexión de la platea televidente.

Così moltiplicavano i Maya

Un semplice trucco matematico

Adolfo Pérez Esquivel - De la lucha contra las dictaduras a la defensa de nuestro mundo

No hay primero ni segundo ni tercer o cuarto mundo: sólo existe un mundo mal distribuido, un mundo con grandes injusticias de hambre, marginalidad y violencia. Para transformar y defender nuestro mundo, tenemos que comenzar a construir caminos nuevos. La verdadera lucha por la construcción de una nueva sociedad es la resistencia a través de métodos no violentos. Sólo así lograremos combatir las injusticias y las dictaduras... Este es el mensaje de Adolfo Pérez Esquivel, premio Nobel de la Paz en 1980 por su compromiso con la defensa de los Derechos Humanos en Iberoamérica.

Gianvito Martino: Siamo il nostro cervello?

Festa di Scienza e Filosofia, Sesta edizione.
14 aprile 2016 Auditorium San Domenico

Gianvito Martino: dirige la Divisione di Neuroscienze dell?Istituto Scientifico San Raffaele di Milano. E' professore ordinario di biologia applicata presso l'Università Vita-Salute di Milano e honorary professor presso la School of Medicine and Dentistry at Queen Mary University of London. Ha conseguito numerosi premi scientifici tra i quali il Premio Rita Levi-Montalcini.

Visita il sito: www.festascienzafilosofia.it

Eugenio Coccia: Stelle, Galassie e altri misteri cosmici

Festa di Scienza e Filosofia, terza edizione.
Foligno, Palazzo Trinci Aula Didattica 4 maggio 2013

Visita il sito: www.festascienzafilosofia.it

Stefano Mancuso - Alla radice della intelligenza delle piante

Festa di Scienza e Filosofia, quarta edizione.
Foligno, Palazzo Lezi Marchetti, 11 aprile 2014

Visita il sito: www.festascienzafilosofia.it

Fabrizio Benedetti - Parole e farmaci: lo stesso meccanismo d'azione?

Festa di Scienza e Filosofia, sesta edizione. Foligno, 15 Aprile 2016, Liceo Scientifico G. Marconi, riprese e montaggio a cura dell' ITT e ITE Foligno.

Professore di Fisiologia Umana e Neurofisiologia all'Università degli Studi di Torino e all'Istituto Nazionale di Neuroscienze. Si occupa dei meccanismi dell'effetto placebo e del suo utilizzo nei trials clinici per la validazione di nuove terapie. I suoi libri: L'Effetto Placebo (Carocci 2012) e Il Caso di GL (Carocci 2013).

Visita il sito: www.festascienzafilosofia.it

Asteroidi

E' il momento degli asteroidi? Carol Rosin è la fondatrice dell'Istituto per la Sicurezza e la Cooperazione nello Spazio, che si adopera per un utilizzo civile, basato sulla cooperazione internazionale, delle più moderne tecnologie spaziali.Carol Rosin è anche membro del "Disclosure Project", l'organizzazione che denuncia al mondo la corsa all' armamento spaziale ("Scudo Stellare") come assolutamente inutile e pericolosa da un lato, ed estremamente lucrativa dall'altro. Nella presentazione ufficale del Disclosure Project, avvenuta al National Press Club nel 2001, Carol Rosin ha raccontato che Wehrner Von Braun le diede, poco prima di morire, alcune informazioni dal contenuto decisamente profetico.
Già nel '74 von Braun sosteneva che, pur di ottenere i finanziamenti necessari a sviluppare lo scudo stellare, la elite militare americana sarebbe ricorsa alla minaccia di nemici artificiali, che sarebbero stati, nell'ordine: l'impero sovietico (allora esistente), il terrorismo, gli stati canaglia, gli asteroidi, e infine gli alieni veri e propri.I primi tre si sono tutti verificati, nell'esatto ordine previsto da von Braun. Ed ora che, con il ritorno alla diplomazia degli anni di Clinton, gli "stati canaglia" stanno per passare di moda, dovrebbe toccare agli asteoridi.Sarà una coincidenza, ma proprio ieri un articolo della BBC annunciava che "la comunità internazionale deve unirsi per combattere la minaccia di asteroidi in rotta di collisione con la terra".
"Il gruppo di studio - dice l'articolo - formato da scienziati e astronauti, fa riferimento ai dati storici: un impatto, 65 milioni di anni fa, potrebbe aver cancellato dalla faccia della terra i dinusauri, e l'impatto del 1908 a Tunguska generò un incendio di 2.000 chilometri quadrati, grande abbastanza da coprire una città come New York".
"Gli scienziati dicono - prosegue l'articolo - che un evento catastrofico potrebbe avvenire nei prossimi 20 anni. La probabilità che l'asteroide Apophis, nel suo prossimo passaggio, venga a scontrarsi con la terra, sono di 1 su 45.000."
"Un singolo evento - conclude il Prof. Richard Crowther, delle Nazioni Unite - potrebbe causare un grande numero di vittime. L'impatto di un asteoride come Apophis potrebbe avere conseguenze 100 volte peggiori di quelle di Tunguska".
Naturalmente, "gli scienziati" in questione sanno molto bene che l'ipotesi dei dinosauri "estinti dall'asteroide" sia solo la migliore delle stupidaggini disponibili, e loro stessi si sono guardati bene dall'attribuire l'evento di Tunguska ad un asteroide vero e proprio. L'esperto in materia sa che le tracce di radioattività lasciate dall'impatto, e le microoparticelle di natura metallica trovate sul terreno, escludono decisamente l'ipotesi "naturale", ma al normale lettore si lascia credere che Tunguska sia stato "causato un asteroide", per convincerlo che ora dovremmo temere il passaggio di Apophis.Anche se le probabilità di un impatto sono una su 45.000.Questo tipo di disinformazione, corredata da bugie intenzionali - o da verità saggiamente mascherate - la dice lunga sul vero scopo di chi si adopera per diffonderla. Ora sappiamo bene quale sia il vero nemico da cui dobbiamo stare tutti in guardia, e non proviene certo dall'esterno della nostra atmosfera. Tutti questo, sia chiaro, non significa che gli asteroidi non pongano un pericolo, o che gli alieni non esistano, ma significa che i militari usano queste minacce, vere o false che siano, per ottenere finanziamenti ultra-miliardari - il famoso "Complesso militare-industriale" di Eisenhower, ricordate? - destinati a qualcosa che comunque non servirebbe allo scopo dichiarato.
Esattamente come sosteneva la Rosin, citando von Braun.
Massimo Mazzucco

Visita il sito: www.luogocomune.net

Giuseppe Novelli - Genomi individuali e genomi collettivi: l'Io vs il Noi

Festa di Scienza e Filosofia, sesta edizione. Foligno,16 Aprile 2016, Teatro S. Carlo, riprese e montaggio a cura dell' ITT e ITE Foligno

Professore Ordinario di Genetica Medica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Adjunct Professor presso University of Arkansas for Medical Sciences e presso l'Università del Nevada, School of Medicine, Reno. Attualmente è Rettore dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata dal 2013.

Visita il sito: www.festascienzafilosofia.it

I ciarlatani di oggi. Imbonitori, scienziati e cattivi scienziati

Festa di Scienza e Filosofia, sesta edizione. Foligno, 15 Aprile 2016, Liceo Scientifico Via Cairoli, riprese e montaggio a cura dell' ITT e ITE Foligno.


Insegna storia della medicina e bioetica all'Università degli Studi La Sapienza di Roma. Si occupa principalmente di storia della medicina nel Novecento. Gli argomenti principali della sua ricerca sono la storia della medicina rigenerativa e delle cellule staminali, la circolazione dei farmaci nel XX secolo, lo sviluppo della genetica.

Visita il sito: www.festascienzafilosofia.it