Chi è Online

170 visite
Libri.itDISEGNARE MAPPE A MANOC’ERA UN’ALTRA VOLTAFILM POSTERS OF THE RUSSIAN AVANT-GARDEJAMES BALDWIN. THE FIRE NEXT TIME. PHOTOGRAPHS BY STEVE SCHAPIRO - edizione limitataMARVIN E. NEWMAN - edizione limitata

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: terremoto

Totale: 16

A L'Aquila non mangiano il panettone. Il terremoto tre anni e mezzo dopo

Era il sei aprile del 2009 quando una scossa di terremoto di magnituto 6,3 colpì L'Aquila. Io ci sono tornato OGGI per raccontare il terremoto tre anni e mezzo dopo. Cosa è cambiato in questi anni? Davvero sono state ricostruite le case? Provvisorie o stabili? E il centro della città, allora interamente distrutto, che fine ha fatto? E ci sono ancora i militari in giro?Saverio Tommasihttp://www.saveriotommasi.it

Una preghiera sopra il cielo "vuoto" di Moglia

Questa straordinaria interpretazione dal vivo dell'Ave Maria di Caccini, è stata realizzata dal soprano Anna Skibinski davanti alla facciata pericolante della chiesa parrocchiale del comune terremotato di Moglia in provincia di Mantova (Lombardia). La registrazione effettuata dal fotografo Gianni Bellesia il 3 agosto 2012, è stata presentata in anteprima il 7 agosto presso il castello di Torniella nel Comune di Roccastrada (Grosseto) nel corso di una serata a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del maggio 2012.Copie del presente video sono state donate al Presidente Giorgio Napolitano e a Sua Santità Benedetto sedicesimo, al fine di non far cadere nell'oblio il dramma di questa popolazione mantovana così duramente colpita dal sisma.

Gli angeli sopra il cielo "vuoto" di Moglia

Il video interpretato il 3 agosto nella zona rossa del Comune terremotato di Moglia Mantova(Lombardia) dal Soprano Mina Blum, è stato realizzato per essere utilizzato nella documentazione dei danni provocati dal terremoto del maggio 2012 nel comune di Moglia. Le riprese realizzate da fotografo Gianni Bellesia mostrano sullo sfondo il fronte della chiesa parrocchiale pericolante. Copie del presente video sono state inviate al Presidente Giorgio Napolitano, a Sua Santità Benedetto XVI al fine di mantenere vivo il ricordo sui drammi che il terremoto ha provocato alle popolazioni di Moglia e non solo a quelle dell'Emilia. Il brano interpretato dal vivo dal soprano Mina Blum senza amplificazione è "La Vergine deglia Angeli" di Giuseppe Verdi. Il brano è dedicato in modo particolare a tutti quegli "Angeli" che senza volare e senza ali, ma con mani e cuore grandi, sono passati per Moglia ad aiutare la gente colpita dal sisma.

Shockwave 3 Years Later

If you don't make anything, you freeze the Time,
but for the People Time goes on so,
if you freeze the Time, you kill the People.

SHOCKWAVE 3 YEARS LATER
Directed and Edited by PAOLO SANTAMARIA
Camera Operators P. SANTAMARIA / ROBERTO PERUGINI
Floor sound engineer PAOLO ROBERTO SIMONI
Music editor ALBERTO BIANCHI

Filmed on April 2012 in Paganica (AQ).

11 MAGGIO 2011 - Terremoti alla sapienza

Evento realizzato alla facoltà di geologia della sapienza di roma, in occasione del fantomatico terremoto previsto negli anni 60 da un astronomo (logo). La facoltà ha invitato soprattutto le scuole per discutere sulle reali cause di un terremoto e sul fatto che ancora oggi di fatto non si possono prevedere

Visita il sito: www.youtube.com

Immagini da Haiti

Immagini da Haiti dopo il terremoto di Haiti di martedì 12 gennaio 2010, secondo la Croce Rossa Internazionale e l'ONU, il terremoto avrebbe coinvolto più di 3 milioni di persone

CANTACHILE - Concerto degli Inti Illimani Històrico

Concerto di solidarietà in favore del Cile organizzato da Overseas Onlus, in collaborazione con il comune di Reggio Emilia, di Artemedios e di Energee 3Ecco il numero del conto dove si possono già effettuare donazioni:Banca Etica, filiale di Bologna, IBAN: IT87 E050 1802 4000 0000 0000 029Gli Inti-Illimani històrico sono un gruppo vocale e strumentale cileno che si forma nel 1967 nell'ambito del movimento della Nueva Canción Chilena e tuttora attivo.Il nome è composto da due parole: Inti (parola Quechua che significa sole) ed Illimani (nome Aymara di una cima della catena delle Ande). Costretti all'esilio in conseguenza del golpe cileno del 1973, rientrano in patria nel 1988 dove proseguono l'attività musicale anche attraverso un rinnovamento nel repertorio e nella composizione del gruppo stesso.Visita il sito: www.intiillimani.orgVisita il sito: www.overseas-onlus.org

Visita il sito: www.cantachile.org

CANTACHILE - Concerto di Isabel Parra e Roberto Trenca

Concerto di solidarietà in favore del Cile organizzato da Overseas Onlus, in collaborazione con il comune di Reggio Emilia, di Artemedios e di Energee 3Ecco il numero del conto dove si possono già effettuare donazioni:Banca Etica, filiale di Bologna, IBAN: IT87 E050 1802 4000 0000 0000 029ISABEL PARRA è la rappresentante nonché la capostipite di quel filone musicale che passò alla storia come la Nueva Canciòn Chilena.Figlia della nota autrice e musicista Violeta Parra, la massima figura rappresentativa del folklore e della musica Cilena, Isabel Parra è un artista riconosciuta ed affermata in tutto il mondo.Interprete ed autrice ha scritto più di 100 testi, ha inciso 22 album come solista, 10 in coppia con il fratello Angel Parra in Los Parra de Chile e presente come ospite in 43 incisioni.Nella sua vastissima carriera ha diviso il palco con i più grandi artisti della scena musicale sudamericana per citarne alcuni Victor Jara, Inti illimani, Quilapayun, Silvio Rodriguez, Maria Betania, Cique Barque De Ollanda, Milton Nascimiento, Pablo Milanes, Mercedes Sosa e.Mandata in esilio dalla tremenda dittatura del 1973, si ferma in Francia per 14 anni dove riceverà nel 1983 un premio dal ministro della cultura francese miglior artista dell'anno.Rientrata in Cile nel 1989 crea la Fundacion Violeta Parra di cui è presidente e riprende la sua attività musicale per il mondo riscuotendo fama e riconoscimenti.Nel 2008 ha ricevuto l'ambito premio Presidenza della Repubblica donatogli dal capo di stato Cileno, la Presidentessa Michelet Bachelet.ROBERTO TRENCA chitarrista classico e studioso dei ritmi e delle tecniche dell'America Latina e della tradizione musicale del sud Italia. Ha partecipato a numerose registrazioni e concerti nell'ambito di questi due generi con vari gruppi musicali e artisti quali Inti-Illimani, La Moresca, Bonamanera, Mismo Canto, Gabriel Aguilera, Carlo Faiello...etc.Visita il sito: www.isabelparra.clVisita il sito: www.overseas-onlus.org

Visita il sito: www.cantachile.org

L'Aquila, visita alla zona rossa- esclusivo

Il 2 Luglio 2010, 452 giorni dopo il terremoto, i radicali italiani visitano la zona rossa, durante il Comitato Nazionale di Radicali Italiani straordinario a L\'Aquila-Ovindoli.
M. Pannella, E. Bonino Vicepresidente del Senato, una delegazione di 6 parlamentari radicali, il Segr. di Radicali Italiani Mario Staderini, il Tesoriere De Lucia e altri dirigenti hanno visitato, assieme al sindaco Massimo Cialente, il centro storico del capoluogo abruzzese devastato dal terremoto.
Leggi il Dossier L'Aquila: paradigma dell'assenza di democrazia e diritto - www.radioradicale.it/dossier-l
Dal 2 al 4 luglio si è tenuto a L'Aquila e a Ovindoli il Comitato nazionale di Radicali Italiani.

Si è scelto di tenere il Comitato in Abruzzo perché la tragedia del terremoto del 2009 ha messo a nudo una serie di nodi centrali per la lettura radicale del regime italiano: il mancato rispetto della legalità, che si traduce in strage di vite; il dissesto idrogeologico e l\'assenza di governo del territorio; una gestione emergenziale, tipica della partitocrazia, che cancella la certezza del diritto ed ogni possibilità di controllo democratico; il mancato funzionamento della giustizia; l'assenza di un'informazione corretta, che dia davvero al cittadino la possibilità di "conoscere per deliberare".

Riprese di Virginia Fiume
Montaggio di Francesco D'Ambrosio

Aquila estate 2009

Piccolo video per un piccolo viaggio ai confini e nella città dell'Aquila. La velocità dei tagli porta immagini brevi, quasi rubate, tra meravigliosi paesaggi e la desolazione di case distrutte che rimandano a tutto quello che si può immaginare e che si è già visto, breve testimonianza della situazione 4 mesi e mezzo dopo il terremoto che devastò la città abruzzese.

Visita il sito: www.mediconadir.it