Chi è Online

208 visite
Libri.itTHE MARVEL AGE OF COMICS 1961–1978 (I)STEVE MCCURRY. AFGHANISTANRENOIR. PITTORE DELLA FELICITÀWINSOR MCCAY. THE AIRSHIP ADVENTURES OF LITTLE NEMO - pocket sizeINTERVENTI CRUCIALI

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: canti

Totale: 15

L'ANIMA DELLA MASCA - Spettacolo teatrale di Teatro Cantiere

In alcune zone del Basso Piemonte e dell'Entroterra Ligure ancora c'è il ricordo delle Masche, streghe dai poteri sovrannaturali in grado persino di dominare la natura. Spesso le Masche erano donne ai margini di piccole società contadine, vedove, solitarie.
Una donna si confessa. Una donna diversa, che vive fuori dagli schemi e lotta per trovare un senso. Forse è questo oggi essere streghe: non farsi legare dai falsi ideali di questo tempo, guardarsi dentro e riscoprire il brivido della vita. Nelle libere scelte e nel non allineamento si nasconde l'antica accusa di stregoneria e questo vale anche per il mondo contemporaneo.

LA MAGGIORDOMA

Grande sconcerto per i mezzi di informazione constatare che la cosiddetta "Signora di ferro" non è riuscita a mettere la mordacchia ai giovani per sempre: le vere persone di ferro non sono gli esponenti del capitalismo ma bisogna cercarli altrove.

La "mia" Val di Susa: il racconto di Fabiano

NADiRinforma nell'ambito della rassegna CinePorto organizzata dalla Assoc. Farm propone il racconto di Fabiano Di Bernardino, studente dell'Università di Bologna, che il 3 luglio '11, nel corso di una grande manifestazione NoTAV in Val di Susa, ha subito violenze e percosse da parte delle forze dell'ordine riportando fratture all'ulna e al setto nasale, oltre ad innumerevoli contusioni in tutto il corpo. "Ero vicino a una recinzione mentre cercavamo di riprenderci la Maddalena. Era un'azione simbolica, ma ci hanno aggredito con violenza. Mi hanno colpito con un lacrimogeno, quando mi hanno preso mi hanno pestato in dieci. Si accanivano senza pietà." racconta Fabiano "Poi, prima di portarmi nel deposito dei gas lacrimogeni e mettermi su una barella, mi hanno sputato in faccia, colpito nei testicoli e continuato a picchiare fino a quando non è arrivato un medico militare. Appena si è girato sono stato colpito sul naso con un tubo di ferro. Mi hanno detto che mi avrebbero ammazzato. Sulla barella hanno continuato a pestarmi. Un agente della Digos li ha invitati a smettere perché c'erano le telecamere. Poi, un dirigente di polizia si è avvicinato e ha fatto spostare la mia barella al sole dicendo che non meritavo di essere soccorso e che dovevo pagare per aver tirato le pietre. E che non mi avrebbe mai portato al pronto soccorso ma direttamente in Questura, dove mi sarebbe aspettato il peggio. Non potrò mai dimenticare Davide, il volontario della Croce rossa che mi ha salvato la vita".

Studenti protestano contro l\'addestramento militare: vengono bloccati in metro'

Milano. Un gruppo di una ventina di studenti ha protestato questa mattina contro la possibilità di un progetto che coinvolge i ministeri della Difesa e dell'Istruzione 'Allenati per la vita' che 'prevede l'addestramento militare degli studenti e che l'Unuci dovrà gestire'. I ragazzi una volta conclusa la protesta sono scesi in metropolitana nel mezzanino della fermata Duomo e sono stati bloccati dalla Polizia in tenuta anti sommossa. Servizio ed interviste di Federica Giordani

Visita il sito: www.c6.tv/video

AVVISO DI GUERRA

AVVISO DI GUERRAL'informazione non mette abbastanza in guardia i popoli sui pericoli che corrono. Nelle sue "Riflessioni" che ha pubblicato e anche in un drammatico discorso, Fidel Castro non ha mancato di rilevare quanto la situazione sia pericolosa per l'intero pianeta.

Veregra street 2010 - Skaddia - seconda parte

Obbiettivo del gruppo pugliese è la trasmissione della porduzione poetica - musicale , affidata solo ed esclusivamente alla tradizione orale, quindi pizziche, canti, stornelli, e nernie raccolti dall'ascolto della viva voce di vecchietti, nonni e prozii.tratto dalla locandina distribuita alla manifestazione VEREGRA STREET di montegranaroGuarda la prima parte

Visita il sito: www.telestreeti3.it

Veregra street 2010 - Skaddia - prima parte

Obbiettivo del gruppo pugliese è la trasmissione della porduzione poetica - musicale , affidata solo ed esclusivamente alla tradizione orale, quindi pizziche, canti, stornelli, e nernie raccolti dall'ascolto della viva voce di vecchietti, nonni e prozii.Tratto dalla locandina distribuita alla manifestazione VEREGRA STREET di montegranaroGuarda la seconda parte

Visita il sito: www.telestreeti3.it

Veregra Street 2010 - Amarins e le Gatte Negre

Solista olandese viene accompagnata dal gruppo le gatte negre , rock lento e liriche fresche melanconiche accompagnate da folk e pop.Tra i brani cantati micheal jackson

Visita il sito: www.telestreeti3.it

Veregra Street - Acolytees - Le tennis

Veregra Street , festa degli artisti di strada a montegranaro, piccola città del centro marche in provincia di ascoli piceno. Quresto trio di personaggi si inventano una buffissima e molto divertente partita a tennis. Una partita stupefacente e dagli effetti straordinari che giocolieri come questi mettono in scena, al posto delle palline e racchette utilizzano le clave da giocoliere e con un albitro sovraeccitato metterà humor e simpatia tra il pubblico.

Visita il sito: www.telestreeti3.it

"Son tanti sono mille" Canti e voci dell'Italia Risorgimentale

Il 26 Marzo 2010 al Palazzo Ducale di Genova è andato in scena "Son tanti sono mille..." uno spettacolo musicale diretto dall'etno-musicologo Prof. Mauro Balma ed eseguito dal gruppo di ricerca musicale "La Rionda". Laura Parodi - cantoMax Manfredi - canto, voce recitante, chitarraRoberto Bagnasco - mandolino, violino, percussioni, cantoFulvio Bergaglio - chitarra, cantoLoris Cosso - viola, violino, cantoManrico Cosso - violino, cantoGiuseppe Laruccia - clarinetti, flauti diritti, percussioni, cantoClaudio Rolandi - fisarmonica, cantoProgetto e direzione musicale - Mauro BalmaArrangiamenti musicali - Mauro Balma e Roberto BagnascoVisita il sito: www.larionda.com