Arcoiris TV

Chi è Online

154 visite
Libri.itANDY WARHOL. POLAROIDS (IEP) - JumboKEIICHI TAHARA. ARCHITECTURE FIN-DE-SIÈCLELIN FORMA CON IL TUO CANETYPE. A VISUAL HISTORY OF TYPEFACES & GRAPHIC STYLES

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: MANIFESTAZIONI

Totale: 484

Marcia delle donne e degli uomini scalzi - Reggio Calabria

L' 11 settembre si è tenuta anche a Reggio la " Marcia delle donne e degli uomini scalzi", perchè "nell'Europa dei nuovi muri (reali e immaginari) e dell'austerity forzata con cui si decidono a tavolino i destini delle popolazioni, è fondamentale affermare con forza i diritti umani delle donne e degli uomini scalzi contro ogni violenza e sfruttamento, pretendendo che i principi di umanità e solidarietà prevalgano su ogni considerazione utilitaristica".

Flash mob in Rettorato a Bologna

NADiRinforma Bologna 27 maggio 2014 proponiamo le immagini del flash mob in Rettorato del personale tecnico amministrativo (TA) dell'Università di Bologna che ha fatto seguito l'Assemblea, convocata dalla FLC Cgil, nel corso della quale è stata approvato la decisione di chiedere all'Ateneo la sospensione della sperimentazione del sistema di valutazione del personale.
L'assemblea ha deciso di andare a consegnare l'ODG approvato al Magnifico Rettore e al CdA, portando cartelli e striscioni esplicativi il motivo della protesta, ma la richiesta non è stata accolta in quanto la disponibilità del Rettore è entrata in contrasto con la volontà assembleare che desiderava un cenno di solidarietà e di espressa condivisione da parte dell'Autorità.
L'irrigidimento delle parti ha impedito lo scambio e la voce dei tanti lavoratori, qui rappresentanti dai loro delegati, è rimasta inascoltata, ma, a quanto loro stessi dicono, viva e vitale e pronta a riproporsi molto presto.
I convenuti hanno deciso di far pervenire al Rettore, al CdA e a tutto il personale il documento prodotto in sede assembleare tramite posta elettronica
Secondo le voci raccolte l'esito della manifestazione parrebbe denunciare un atteggiamento poco riguardevole nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori TA dell'Università che, non solo, fanno un lavoro preziosissimo per l'Ateneo, ma che in questi ultimi due anni si sono dovuti confrontare con un pesante processo di riorganizzazione e che ora vogliono solo poter dire la loro opinione su una valutazione che riguarderà direttamente le loro persone e, in futuro, le loro già misere retribuzioni (1.200 euro in media al mese).
I lavoratori chiedono che la valutazione sia legata ad obbiettivi di struttura.

Visita il sito: www.mediconadir.it

Suona Reggio, suona!

"Suona Reggio, Suona!". La risposta di Reggio Calabria all'incendio doloso del Museo dello Strumento Musicale.Una "passeggiata musicale" che da Piazza Italia è arrivata fino alla Pineta Zerbi. "Suoniamo forte, svegliamo tutti". Ognuno aveva in mano uno strumento quasi a dire che la città è viva e non è sorda.

20a Marcia per la Giustizia di Quarrata - prima parte

Sabato, 14 Settembre 2013 Quarrata - Piazza Risorgimento

Il tema dalla Marcia della Giustizia di quest'anno è: "Diritti per tutti"

Con la partecipazione di:
Luigi Ciotti, Gruppo Abele, Libera,
Antonietta Potente, suora domenicana
Gherardo colombo, presidente Garzanti Libri
Benedetta tobagi, giornalista
Wuer kaixi, leader protesta piazza Tienanmen del 1989

Guarda la seconda parte

Visita il sito: www.rrrquarrata.it

20a Marcia per la Giustizia di Quarrata - seconda parte

Sabato, 14 Settembre 2013 Quarrata - Piazza Risorgimento

Il tema dalla Marcia della Giustizia di quest'anno è: "Diritti per tutti"

Con la partecipazione di:
Luigi Ciotti, Gruppo Abele, Libera,
Antonietta Potente, suora domenicana
Gherardo colombo, presidente Garzanti Libri
Benedetta tobagi, giornalista
Wuer kaixi, leader protesta piazza Tienanmen del 1989

Guarda la prima parte

Visita il sito: www.rrrquarrata.it

Porta la pala!

L'azione dimosrativa "Porta la pala!", organizzata per Domenica 1 Settembre 2013 alle 20.15, è stata ideata da Franco Piacentini, presidente dell'Associazione familiari e vittime della strada onlus al fine di smuovere gli ostacoli economici e burocratici che impediscono la realizzazione di una rotonda all'intersezione tra le vie Scartazza ed Emilia est: in questa intersezione abbiamo avuto 2 morti e 53 feriti per un costo totale di oltre 4.100.000 quindi un costo medio di 410.000 euro ad anno. A parole tutti vorrebbero la rotatoria, nei fatti resta tutto fermo.
Le pale dei volontari sono già pronte a parlare.

Scrivi al sindaco

Visita il: contatto facebook dell'associazione
Guarda la: manifestazione del 1 Settembre

Visita il sito: www.vittimestrada.org

25 Aprile 2013 al csoa Cartella di Reggio Calabria

Nella ricorrenza dell'undicesimo anniversario della liberazione del Parco Angelina Cartella a Reggio Calabria, il Centro sociale, a quasi un anno dall' attentato subito, ha deciso di mettere in sicurezza l'area distrutta dall'incendio e di restituirla nuovamente alla fruizione di tutte e tutti, dimostrando come sia giusto e possibile prendersi cura di una città che può essere vivibile, e condannando con fermezza chi, in questa città, vorrebbe imporre il suo volere con le fiamme e la violenza!

Capo Teulada. Gli Indipendentisti Sardi SNI denunciano.

Grazie Nino! Patriota e combattente!Il 15 di questo mese si è presentato nel Tribunale di Cagliari. L'udienza è stata rinviata al 4 giugno 2012, e il fotografo Indipendentista "Nino" (Giovanni Antonio Fancello), di Olbia. Perchè a giudizio in tribunale?

Una piccola sintesi: aveva partecipato a un bliz il 25 ottobre 2005 nell'area del poligono militare di Capo Teulada, al grido di "Invasores a foras!", insieme ad altri Patrioti di Sardigna Natzione. Il comando di Sardigna Natzione Indipedentzia occupò il poligono militare.
Arrivati via mare a bordo di tre gommoni i militanti Patrioti di SNI proclamarono la Sovranità esclusiva del popolo Sardo su quel territorio, issando la Bandiera Nazionale Sarda e quella del loro movimento. Sul posto, sia la presenza di numerose imbarcazioni di pescatori e quella del gruppo dei Patrioti S.N.I., non diedero modo di far svolgere le esercitazioni militari. Le scoperte dei tanti imbrogli e cose mai dette ai media, si svelarono corrette. Pur trovando un territorio devastato di ogni genere di armamento bellico, pur denunciando tutto l'accaduto, invece di dargli una medaglia a tutti, i giudici italiani hanno preferito celare, nascondere e denunciare i Patrioti che avevano partecipato.
Obiettivo preciso è riaffermare l'esclusiva sovranità dei Sardi sul proprio Territorio Nazionale e dare un chiaro segno di Ribellione alla sudditanza.

Ringrazamenti ulteriori anche a coloro che hanno partecipato e sostenuto il Patriota Nino: Verdi e Movimenti Ambientalisti! L'azione di SNI, ha un obiettivo preciso, riaffermare l'esclusiva Sovranità dei Sardi.Per l'udienza rinviata il 4 giugno noi saremmo sempre presenti.Invitiamo tutto il Popolo Sardo a partecipare!
N.B.: per comprendere meglio il perché di questo processo penale, vi consiglio di guardare il video integrale pubblicato su SardignaNatzione.Tv; in questo modo il tutto sarà molto più chiaro e documentato: http://www.sardignanatzione.tv/capo_teulada.wmv* Sardigna Natzione.Tv su: Facebook:http://www.facebook.com/pages/SardignaNatzioneTv/102078509880335* Twitter:http://twitter.com/#!/SardignaNatzion* Google+:https://profiles.google.com/sardignanatzione.tv

Visita il sito: www.sardignanatzione.tv

XIX Marcia per la Giustizia 8 settembre 2012

Sabato 8 settembre 2012Poveri non si nasce, lo si diventa. La povertà è un "prodotto" della società. Piuttosto che di poveri bisogna parlare di impoveriti. Negli anni '50-'80 i paesi scandinavi sono riusciti a creare delle società senza poveri, perché lo hanno voluto e perché hanno creduto nell'uguaglianza tra tutti i cittadini rispetto al diritto ad una vita umana dignitosa. Negli Stati Uniti, invece, il numero di impoveriti non ha cessato di crescere (oggi supera i 50 milioni su 300) perché si tratta di una società fondata sulla disparità "naturale" tra i cittadini anche rispetto ai diritti umani e sociali formalmente riconosciuti."Dichiariamo illegale la povertà" significa batterci per mettere fuori legge le cause strutturali che generano ed alimentano i processi d'impoverimento di interi popoli, gruppi e categorie sociali.organizzata da:Casa della Solidarietà-Rete Radié Resch di Quarrata (Pistoia)LiberaUniversità del Bene ComuneAss. Monastero del Bene Comune (Verona-Sezano)intervengono:don Luigi CIOTTI, Gruppo Abele, LiberaRiccardo PETRELLA, Università del Bene ComuneAntonietta POTENTE, suora domenicana, BoliviaBruno AMOROSO, economistaAntonello MANGANO, scrittore e fondatore di www.terrelibere.orgRobin COUTURE, presidente di "Per un Quebec senza Povertà"Visita il sito: www.rrrquarrata.it

Il csoa Cartella è vivo!

A soli quattro giorni dall'attentato subito il 15 maggio, il csoa Cartella di Reggio Calabria torna a vivere, ospitando la manifestazione contro l'omofobia che si è conclusa con una esibizione dei Filmnoir.