360 utenti


Libri.itPOLANSKITHE FRENCHMAN - FERNANDELTHE INGMAR BERGMAN ARCHIVES + DVDSTEVE SCHAPIRO: TAXI DRIVERCINEMA DEGLI ANNI
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: de

Totale: 232

02)- Menzogna Globale, Natura e significato dell'11 settembre - 1° parte

11-9 Menzogna Globale
Natura e significato dell'11 settembre

Prima conferenza internazionale del movimento di inchesta italiano sugli eventi dell'11 settembre 2001
La versione ufficiale degli eventi dell'11 settembre ci racconta di quattro aerei dirottati da 19 terroristi arabi... di due torri venute giù perchè la loro anima d'acciaio si sarebbe fatta crema a causa degli incendi seguiti all'impatto degli aerei... di un boing che procedendo a volo radente avrebbe colpito senza lasciare traccia di sè il Pentagono... e di un altro boeing che si sarebbe schiantato in Pennsylvania seminando i prorpi resti come coriandoli in un raggio di diversi chilometri...
Questo ed altro ci è stato ripetuto da tutti i principali network, senza il benchè minimo ancoraggio ai fatti accertati, alle fonti disponibili, e soprattutto contro le leggi della fisica... Come in un film pieno di errori, costruito nell'intento di confondere le idee.
A distanza di cinque anni, sulla base di un enorme lavoro di documentazione svolto da uno stuolo di riecercatori e attivisti, il movimento internazionale di inchiesta sull'11 settembre è in grado di dimostrare l'insotenibilità di ogni aspetto della versione ufficiale, tutta la menzogna globale che essa contiene. A cominciare da alcuni fatti cruciali: quella mattina tre dei quattro aerei dirottati non furono intercettati non a causa di incompetenze e ritardi ma perchè ai più alti livelli fu ordinato di non reagire; le torri gemelle collasarono in quel modo non per l'impatto degli aerei ma perchè demolite dall'interno mediante potenti esplosivi; il Pentagono non fu affatto colpito da un grosso aereo commerciale ma perforato da un oggetto molto più piccolo...

Casa della Cultura: adolescenti, sogni e inquietudini

Secondo incontro del seminario, a cura di Silvia Vegetti Finzi e Elena Rosci, su: Parole incrociate tra adulti e ragazzi.
Gli studenti dell'Istituto Gaetana Agnesi inventano e realizzano una performance teatrale sul problema del corpo visto con gli occhi dell'adolescenza. Ne esce un viaggio di straordinaria efficacia nei sogni, nei problemi e nelle inquietudini dell'età adolescenziale.
Segue un confronto tra la psicologa Elena Riva e i prof. Maurizia Franzini e Remo Cacciatori che cercano di interpretare i messagi lanciati dai giovani studenti.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it
Visitia il sito: www.lilithwork.com

L'uomo contemporaneo e le biotecnologie.

Quinto incontro del seminario di filosofia, a cura di Fulvio Papi, su: Le trasformazioni dell'uomo contemporaneo.
Conversazione del prof. Remo Bodei su: "Le biotecnologie: verso uomini d'allevamento?"
Il prof. Bodei ripercorre la lunga vicenda storica e teorica della "politica come addomesticamento" , da Platone fino a Nietzsche. Espone le più famose distopie sull'unione di tecnologie e dominio e affronta gli inquietanti scenari che le biotecnologie possono aprire. Al fondo un inno appassionato alla libertà come possibilità e scelta di non dipendere dall'arbitrio altrui.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it

Casa della Cultura: Parole incrociate fra adulti e ragazzi.

Si inaugura il ciclo, a cura di Silvia Vegetti Finzi e Elena Rosci, dedicato al disagio giovanile e all'adolescenza. Preparato con l'Istituto Minotauro, al ciclo collaborano insegnanti e studenti di quattro istituti superiori milanesi. Al primo incontro, intitolato "Sarò qualcuno?" partecipa una classe dell'Istituto Feltrinelli coordinata da Maria Mastinu. Gli alunni presentano un breve filmato: un giovane proveniente da un altro mondo ( Julien Sorel di "Il rosso e il nero"!) incontra i ragazzi di questa classe dell'istituto Feltrinelli. Ne esce un dialogo straordinario sulla realtà dei giovani di oggi e sulle loro aspettative.
Sarò qualcuno
Nato per prestare ascolto all'adolescenza, il video è stato ideato dalla prof. Maria Mastinu dell?Istituto Feltrinelli di Milano. Protagonista è un nuovo Julien Sorel di Stendhal, Dario, che si trova proiettato alla nostra epoca e cerca di carpire dagli adolescenti quali sono i fatti, i sogni, le circostanze che vivono ogni giorno. Il film è a cura di Andrée Rossi Maroso, le musiche originali di Tommaso Perego.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it
Visita il sito: www.lilithwork.com

Parole incrociate tra adulti e ragazzi - La comuniczione

Giovedì 28 febbario 2008 si è svolto in Casa della Cultura il terzo incontro del ciclo: Parole incrociate tra adulti e ragazzi. La differenza fra maschi e femmine nell'adolescenza. Come ragazzi e ragazze rappresentano... a cura di Elena Rosci, Silvia Vegetti Finzi, Maurizia Franzini.La professoressa Milena Ancora e gli allievi del liceo Vittorini hanno affrontato la questione: La comunicazione. Con loro ha discusso Corinna Cristiani.

Visita: www.casadellacultura.it

04)- Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Intervento dell'Ambasciatore Armeno Ruben Shugarian

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita: www.casadellacultura.it

100 Años Allende Vive!

Plaza della Constitución Palacio de la Moneda En el centenario del natalicio del presidente Salvador allende Discurso: Manuel Diaz, Representante de Central Unitaria de Trabajadores (CUT) Isabel Allende, Presidenta Fundación Salvador Allende Eusebio Leal, Historiador del la Ciudad de la Habana, Cuba Guillermo Teiller, Presidente Partido Comunista de Chile Música: Bafochi Legua York Los Trunkeros Francesca Ancarola Inti Illimani

06)- Intervento di Federico Pietrangolini

Una Costituzione per l'Europa?
Potenzialità e limiti del nuovo ordinamento dell'Unione
Presentazione del volume a cura di Federico Petrangeli
Scarica la locandina dell'evento!

Desaparecidos tra Giustizia e Memoria

I documenti dei processi presso il Tribunale di Roma
Una serata intensa, di forte emozione politica e ideale, per ricostruire latragedia dei Desaperidos e la incredibile efferatezza della dittaturamilitare argentina.
Gli avvocati Giancarlo Mantiga e Marcello Gentili espongono gli importantisviluppi giudiziari in Italia, dove alcuni criminali argentini sono statiperseguiti e condannati per reati contro cittadini italo-argentini.
Gianni Perona, direttore dell'Istituto nazionale per la storia del Movimentodi Liberazione in Italia, illustra la decisione di acquisire pressol'Istituto tutta l'immensa documentazione acquisita in questi anni per iprocessi.
Sandro Sessa motiva l'impegno, lungo negli anni, della Lega per i diriti deipopoli a fianco dei familiari dei desaparecidos.
Dora Salas, dell'Associazione familiari desaparecidos, illustra l'impegnodell'Associazione in Argentina per una rinnovata memoria di quella terribilestagione.
Il console Carlo Salord rimarca con poche, ma forti parole, i nuoviorientamenti del governo e del corpo diplomatico argentino.
Daniela Benelli, assessore in Provincia, motiva l'impegno della Provincia diMilano per una rinnovata politica della memoria.
In apertura della serata è stato proiettato il documentario: "PoldaBarsottini, una mamma di Piazza di Maggio nata a Lucca", la drammaticastoria di Polda, nata in Italia ed emigrata a cinque anni in Argentina.
La serata è stata introdotta e condotta da José Luis Tagliaferro,vicepresidente di NuestraAmerica, e da Ferruccio Capelli, direttore dellaCasa della Cultura.
Incontro registrato mercoledì 31 maggio 2006 presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it

02)- Le virtù dei non credenti, Tolleranza e indignazione

Le virtù dei non credenti, Tolleranza e indignazione
Un ciclo di cinque incontri su "Le virtù dei non credenti". Argomento di estrema attualità: ovvero, in epoca di aggressivi integralismi religiosi e di rinnovata pressione della Chiesa nella vita della Stato italiano, la verifica delle ragioni e degli obiettivi dei non credenti, in un confronto aperto con suggestioni e sensibilità che maturano anche nei mondi religiosi. Ne discutono filosofi, storici, teologi.
Due grandi filosofi discutono di Tolleranza e indignazione.
Secondo incontro del ciclo promosso dalla Casa della Cultura su: "Le virtù dei non credenti". I filosofi Carlo Sini e Salvatore Veca discutono con rigore e con passione cosa significano oggi Tolleranza e Indignazione. Anzi: perchè oggi l'indignazione è la premessa per esercitare la virtù della tolleranza. Coordina il dibattito Duccio Demetrio, promotore di questi incontri.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it