Chi è Online

Chi è Online

277 utenti
Libri.itALBERTUS SEBATROVIAMO UN TESOROCHRISTO AND JEANNE-CLAUDE (INT) - 40DIAN HANSON’S BUTT BOOK (INT) - #BibliothecaUniversalisROCK COVERS (IEP) - 40
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Totale: 13602

01)- World Social Forum: La decentralizzazione nel 2006

Ad unanimità è stato proposto il Venezuela come sede latinoamericana del Forum Sociale America 2006. Il comitato del F.S.M. ha approvato l'idea que deve essere ratificata dal Comitato Internazionale. Gli organizzatori hanno deciso cambiare la modalità nel 2006: uscire da Porto Alegre e realizzare la maggior quantità possibile di Forum simultanei in "posti chiave del mondo". Tutti gli incontri realizzeranno a Gennaio in parallalelo al Forum Economico Mundiale, incontro tra governi, imprenditori e investitori que si realizza nella città svizzera di Davos.

Visita il sito: www.forumsocialmundial.org.br

Chi ha ucciso l'Alfa?

Una distruzione scientifica degli impianti di produzione delle auto per impedire la ripresa delle attività e il reintegro dei cassintegrati imposti dal pretore: quanto accaduto negli stabilimenti dell'Alfa di Arese è documentato, in questo filmato, dal capogruppo di Rifondazione Comunista Mario Agostinelli.
Ma da una sconfitta industriale può nascere un piano di rilancio. È questo lo scopo del progetto dell'Enea per un polo della mobilità sostenibile che offre agli amministratori della Lombardia indicazioni concrete per affrontare con servizi innovativi il problema del traffico e dell'inquinamento. Il progetto prevede la produzione di veicoli a basso impatto ambientale e la riorganizzazione della logistica delle merci.
Purtroppo dalla Giunta regionale sono arrivati solo rinvii, promesse e rimpalli. Intanto l'area rischia di diventare un centro commerciale e i fondi per la ricerca potrebbero essere dirottati altrove.
Insieme a Mario Agostinelli ne parlano Mario Portanova, giornalista di Diario e il regista Giorgio Magarò

Incontro con Marco Travaglio autore del libro Regime

Seminario nell?ambito del corso di Teoria e tecnica del linguaggio radiotelevisivo "Storie di censure e bugie nei media" Prof. Loris Mazzetti
?Oggi, per instaurare un regime, non c?è più bisogno di una marcia su Roma né di un incendio del Reichstag, né di golpe sul palazzo d?inverno. Bastano i così detti mezzi di comunicazione di massa: e fra essi, sovrana e irresistibile, la televisione?.
Indro Montanelli
Incontro registrato presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell'Economia - Reggio Emilia

Democrazia, laicità e diritti al tempo dei populismi di destra

Per il ciclo "ITALIA–EUROPA: quale agenda per la sinistra?" a cura di Salvatore Veca, si è svolto l'incontro sul tema "Democrazia, laicità e diritti al tempo dei populismi di destra".Salvatore Veca e Laura Balbo discutono con Stefano Rodotà.Presenta l'incontro Ferruccio CapelliMilano 2 aprile 2009

Visita: www.casadellacultura.it

Evento celebrativo al poeta Pablo Neruda

Il 3 marzo a Palazzo Vecchio, Firenze, è stata presentata una edizione dei poemi di Neruda dedicati a quella città nel contesto di una giornata di studi, in un evento celebrativo al poeta.
All'evento anno partecipato: l'Assessore Eugenio Giani, l'ambasciatore del Cile José Goñi, il console onorario del Cile Paolo Moretti e Alessandro Meluzzi.

'La sindrome di Otello' e 'I pensieri di una mucca... e altri racconti'

Presentazione dei libri "La sindrome di Otello" e "I pensieri di una mucca... e altri racconti".
Sono intervenuti Davide Nizza e Milvia Tardito
Visita il sito: www.fieralibro.it

Travaglio a Busto Arsizio

Marco Travaglio è stato invitato dall'Associazione Liberi di Pensare al teatro di Borsano (Busto Arsizio) per due ore di rivelazioni. Non crederete alla vostre orecchie..

Visita: www.sosteniamoci.it

Versi dal Metaverso

Sono 2500 oggi in Italia i giovani reduci dalle varie missioni di pace in Kossovo e nei Balcani che aspettano di vedere riconosciuta, come causa di servizio, la loro malattia contratta in seguito alla contaminazione da uranio impoverito. 164 di loro sono già morti… il governo se può tace…Purchè se ne parli… in sostegno a questa iniziativa, gli autori di questo spettacolo si sono affiancati al blog di Franca Rame e all’Osservatorio Militare Italiano, offrendo il loro piccolo talento per una raccolta di fondi quanto mai indispensabile.In una sala, dove tutti urlano le proprie ragioni, forse la sola voce in grado di farsi sentire è un sussurro di donna che dice “ho voglia di fare l’amore”. Questo il pretesto per attirare l’attenzione attraverso il gioco delle antitesi, dall’amore e dal piacere, passare al racconto del dolore e della morte.

Viaggiatori italiani in America: Gaetano Osculati

www.urihi.org
Realizzati grazie a un contributo dell'Assesorato alla Cultura della Regione Lombardia illustrano la vita, il lavoro, gli studi di viaggiatori scienziati, artisti italiani che hanno contribuito alla costruzione del nuovo continente.
Gaetano Osculati: L'Amazonia mitica e quella reale
Gaetano Osculati (Monza 1808 - Milano 1884) ha legato il suo nome alla prima traversata completa dell'Amazonia da parte di un viaggiatore italiano. Partito dal porto di Guayaquil sul Pacifico nel 1847, osculati valicò le Ande, e navigando lungo il Rio Napo raggiunse il rio delle Amazzoni percorrendo in tutta la sua lunghezza fino all'Oceano Atlantico, sulle tracce del conquistatore spagnolo De Orellana, scopritore del più grande fiume del mondo. Girato in Equador, Perù e Brasile, il documentario illustra il viaggio compiuto dall'esploratore lombardo, mettendo a confronto l'Amazonia mitica da lui descritta 150 anni fa nel suo diario di viaggio, con la realtà e i problemi attuali della più grande foresta tropicale del mondo.
Visita il sito: www.urihi.org

Speciale No-Tav puntata N° 5: 29 dicembre 2005 - I falò della Val Susa

Nella tradizione Valdese i grandi fuochi all'aperto, i falò, bruciano tutti gli anni nella fredda notte del 17 febbraio.Si ricorda in questo modo singolare un fatto importante per quella comunità religiosa: aver ottenuto i diritti civili e politici ai tempi del Regno Sabaudo di Carlo Alberto.
Il 29 dicembre 2005 la comunità valsusina ha deciso di festeggiare con gli stessi falò la smilitarizzazione della valle avvenuta il 31 ottobre e finita solo l'8 dicembre.
E' stato un periodo duro per tutti, quel fuoco ci ha liberati anche lo spirito. Speriamo per sempre.La vicenda TAV ci ha uniti ed anche attorno a quei fuochi i valsusini hanno trascorso bellissimi momenti. Riprese effettuate a Bruzolo, Almese, Villar Focchiardo, ma i falò quella sera erano decine, anche fuori dalla valle!
Immagini di Ivano Toffoletti.
Visita il sito: www.legambientevalsusa.it