Arcoiris TV

Chi è Online

387 utenti
Libri.itSOLLETICHINOGIOVANNA GARZONI. UN VOTO DBEFORE EASTER AFTER - edizione limitataJAMES BALDWIN. THE FIRE NEXT TIMELA FOCA BIANCA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Totale: 21402

Telegiornale Spazio Aperto N°004

Telegiornale Spazio Aperto N°4
OGM 2° parte
A cura di Massimo Bonella
In collaborazione con Teleidea Chianciano
Biografia di Massimo Bonella

Guarda che Luna!

La notizia della curiosa perdita da parte della NASA del nastro originale della prima passeggiata dell'uomo sulla Luna, ha riportato d'attualità la questione sulla veridicità dei viaggi lunari stessi. Da una parte sembra impossibile pensare che gli americani siano riusciti a mettere in atto una presa in giro di tale portata, ai danni del mondo intero, ma dall'altra le prove contro l'effettiva realizzazione dei viaggi non fanno che aumentare e rinforzarsi con il passare del tempo. Le prime a non reggere allo scrutinio dei professionisti del settore sono state le fotografie lunari, che mostrano gli evidenti segni delle pesanti manipolazioni che dovettero subire, per sembrare vere, in un'epoca in cui il ritocco digitale era un sogno ancora ben lontano dal formarsi.
Ma anche i diversi filmati delle sei missioni Apollo - da qualche anno disponibili a tutti, e da tutti liberamente scaricabili in Internet -denunciano incongruenze e "stranezze" che non si riescono a spiegare nelle presunte condizioni lunari (gravità ridotta di circa un sesto, assenza di atmosfera, ecc.), mentre appaiono perfettamete plausibili, se solo si ipotizza che siano stati invece girati sulla terra.
Il caso più comune è quello di astronauti che saltellano leggeri sulla superficie lunare, per diventare inspiegabilmente pesanti come macigni, non appena cadano al suolo. Mentre questo è del tutto incomprensibile nella ridotta gravità lunare (completo di tuta e respiratore, l'astronauta non dovrebbe pesare più di 20 Kg. in tutto), la cosa diventa perfettamente plausibile sulla terra, dove gli astronauti si muoverebbero sospesi ai classici "fili invisibili" di Hollywood, che però smettono immediatamente di funzionare non appena la persona si trova in posizione orizzontale.
Quello che presentiamo è un breve collage di scene, tratte da una nutrita serie di materiali simili, che stiamo analizzando e preparando nella speranza di mettere insieme un quadro sufficientemente ampio da poterne determinare una volta per tutte l'autenticità.
È vero che, se non fossimo mai andati sulla Luna, "non è comunque morto nessuno", ma è anche vero che nel frattempo milioni di miliardi di dollari sono stati ingurgitati e fatti sparire con la scusa di un progetto di cartapesta. E qualche onesto cittadino potrebbe anche sentirsi in diritto di voler sapere dove siano finiti tutti quei soldi, che bene o male alla fine erano pure i suoi.
Massimo Mazzucco

https://www.luogocomune.net/LC/american-moon-42-questions

Visita: www.luogocomune.net

Mare Nostrum- Documentario di Stefano Mencherini

Il film-inchiesta mette a nudo alcuni aspetti dell'incostituzionalita' della legge sull'immigrazione (la 189 del 30 luglio 2002) detta Bossi-Fini.
Alcune immagini di questo film hanno permesso alla magistratura salentina di istruire un processo contro i gestori di un "Centro di permanenza temporanea" gestito dalla Curia arcivescovile di Lecce, la Fondazione "Regina pacis".
Il documentario è un viaggio in presa diretta nell'Italia dei diritti negati agli stranieri.

_________________________________________

"Dopo 4 anni dalla autoproduzione questo film-inchiesta è ancora più attuale chemai, lo testimoniano le decine di proiezioni che vengono ancora richiesteall'autore da Università, scuole, centri sociali, parrocchie, associazioni.Soprattutto alla luce di una delle denunce contenute in apertura di Marenostrum: quella che riguarda una storia di violenze e sevizie dentro ad unCpt, quello di Lecce, fondato e gestito per quasi 10 anni dalla Curiasalentina.
Da sottolineare che il lavoro che vedrete non è mai stato mandato in ondaintegralmente da nesuna televisione italiana, neppure dalla Rai di cuiMencherini è regista e autore da circa 15 anni"


Stefano Mencherini

_________________________________________

Il video contiene immagini crude e impressionanti, adatte esclusivamente a un pubblico adulto.
Prima di vedere il filmato si consiglia di guardare l'intervista a Stefano Mencherini

Per informazioni scrivi a: smencherini@libero.it

Visita: www.stefanomencherini.org

Il mistero di United 93


Anche chi sa poco di 11 Settembre, ha probabilmente sentito dire che ci sono grossi sospetti sul fatto che sia stato davvero un Boeing 757 a colpire il Pentagono. Quello che quasi nessuno sa, è che all'appello manca anche un'altro aereo per intero: del volo United 93 (il "quarto aereo"), che sarebbe stato fatto schiantare dai passeggeri in rivolta in un campo della Pennsylvania, non si è mai trovato nulla. Non un motore, non un pezzo d'ala, non un troncone di coda, nulla. Solo una buca fumante, piena di ferraglia qualunque, che non fa che moltiplicare all'infinito i sospetti sulla versione ufficiale dei fatti fornita al mondo dall'amministrazione americana.
Massimo Mazzucco
Visita il sito: www.luogocomune.net

"Storia del Cancro": Big Pharma

Il capitolo del film di Massimo Mazzucco sul cancro, ormai in via di completamento, dedicato a Big Pharma.

Visita: www.luogocomune.net

Battuta di caccia a Baghdad



Il trofeo di oggi verrà assegnato alla squadra che riuscirà a colpire più bersagli durante un intero giro in tangenziale, intorno alla città. Si assegneranno 10 punti per le jeep, i camion, e i veicoli oversize, venti per le auto normali, cinquanta per le utilitarie sotto i tre metri di lunghezza.
Sembrerebbe solo un cinico esercizio di pessimo humor, ma potrebbe benissimo essere anche la regola vera e propria a cui si attengono i personaggi che vedrete - anzi, che non vedrete - in questo filmato. Non solo non vedrete gli assassini, ma nemmeno i morti, che sembrano essere purtroppo molti di più. Vedrete solo, paradossalmente, delle automobili.
A divertirsi in quel modo sono, secondo i vari siti che hanno immesso clandestinamente il filmato in rete, un gruppetto di "contractors" americani della AEGIS (i civili di una delle varie ditte collegate all'industria bellica, che spadroneggiano in Iraq sin dai primi giorni dell'invasione).
Lo fanno, è evidente, alla piena luce del sole, senza minimamente preoccuparsi di essere visti, e quindi con la chiara connivenza dell'esercito di occupazione e delle locali autorità irachene. Sarebbe fin troppo facile, a questo punto, chiedersi se sia questa la civiltà che esportiamo, ma ormai la domanda pare essere obsoleta. L'unico sforzo che ancora ci rimane da fare, forse, è accettare una volta per tutte con che tipo di persone abbiamo scelto di allearci, e domandarci che prezzo la storia vorrà farci pagare questa scelta abominevole.
Massimo Mazzucco
Visita il sito: www.luogocomune.net

Salvador Allende - un filme de Patricio Guzmán

Este homenaje que rinde Guzmán al ex presidente de Chile nos recuerda el sueño radiante que vivió su generación (donde política y utopía eran sinónimos). La obra es directa. No tiene informaciones explicativas ni demostrativas sino que ofrece un espacio de reflexión humana y personal a la vez que histórica. El resultado es un película generosa. "Salvador Allende" hizo 120.000 entradas en Francia con 34 copias durante 5 meses (de septiembre a enero de 2005). Fue estrenada en salas de: Bélgica, España, Suiza, Grecia, México, Austria, Italia, Canadá, Argentina, Uruguay y Chile (50.000 espectadores).

Guión y realización: Patricio Guzmán
Asistido por: Andrea Guzmán
Montaje: Claudio Martínez
Imagen: Julia Muñoz y Patricio Guzmán
Sonido: Alvaro Silva Wuth
Música original: Jorge Arriagada
Consejera artística: Renate Sachse
Productor delegado: Jacques Bidou
Casa de Producción: JBA Productions

PREMIOS:
SELECCIÓN OFICIAL FESTIVAL DE CANNES 2004
MEJOR DOCUMENTAL DE CREACION EUROPEA, Annency 2004
GRAND PRIX, Lima 2004
PREMIO DEL PUBLICO, Salzburg 2005
PREMIO "ALTAZOR", Chile, 2006

Cortesia de Patricio Guzmán
Visita el sitio: www.patricioguzman.com

Para comprar el video escribe a: contacto@patricioguzman.com
Editions Montparnasse & JBA Production accueil@editionsmontparnasse.fr
jacquesbidou@post.club-internet.fr12 Villa Coeur de Vey, 75014 Paris, France

Roberto Saviano: Il Sistema Camorra

Roberto Saviano - scrittore. Risiede a Napoli ed è aprezzato autore diinchieste sulla camorra, di cui parla anche in questo intervento.
"...l'errore più grave che si fa quando si osserva il fenomeno camorra equello di considerarlo un fenomeno criminale quando invece è un fenomeno dipotere dove l'aspetto criminale e solo uno degli aspetti ".

Unrepentant: Kevin Annett and Canada’s Genocide

Il documentario “Unrepentant: Kevin Annett and Canada’s Genocide” descrive la storia personale di Kevin Annett quando, nelle veste di reverendo, si è scontrato con la Chiesa Unita per il suo interessamento ai fatti accaduti nelle scuole residenziali canadesi e il genocidio commesso dai responsabili religiosi di queste scuole, dove centinaia di migliaia di bambini Nativi sono stati rinchiusi, dopo essere stati rapiti alle famiglie, e costretti a parlare solo inglese, a dimenticare la propria cultura e a professare la religione cristiana. Qui hanno subito violenze fisiche e sessuali, elettroshock, sterilizzazioni e, in molti casi, la morte. Il film ha ricevuto numerosi premi, al New York Independent Film and Video Festival nel 2006 e come miglior documentario al Los Angeles Independent Film Festival nel marzo 2007. Questa versione sottotitolata in italiano è frutto di un lavoro di numerose persone, in primo luogo Kevin Annett, Nativi Americani.it e Stefania Pontone, Cristina Merlo, Vittorio Delle Fratte, White Tara Production.

Visita: www.nativiamericani.it

Painful Deceptions - Dolorose bugie




Eric Hufschmid - Un'analisi dell'attentato dell'11 Settembre
Un supplemento digitale del libro "Painful Questions" di Eric HufschmidUna attenta analisi di tutti i fattirelativi a
L'EDIFICIO 7 DEL WTC
L'ATTENTATO AL PENTAGONO
LE TORRI GEMELLE
Quando lo shock dell'11 Settembre inizia a dissiparsi, ci rendiamo conto che i fatti di quel giorno non quadrano.Come è stato possibile che...
Bin Laden abbia messo a segno un attentato così devastante?
Edifici in acciaio siano crollati e si siano polverizzati?
Un aereo di linea, mai visto da nessuno, abbia colpito il Pentagono?
Piloti inesperti abbiano condotto degli aerei così grandi senza assistenza?
Esaminate le risposte a queste ed altre domande su questa accurata presentazione. Eric Huschmid nonlascia nulla al caso.
Visita i siti:
www.HugeQuestions.com
www.erichufschmid.net
Come attivare isottotitoli?

Scarica i sottotitoli






Scarica il dizionario IT-EN con itermini più difficili