Chi è Online

Chi è Online

349 utenti
Libri.itFILM NOIR. 100 ALL-TIME FAVORITES (I)POLANSKIANIMATION NOW!THE INGMAR BERGMAN ARCHIVES + DVDSINATRA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Categoria: CONFERENZE

Sottocategorie

Totale: 169

¿Hacia una sociedad vigilada? Conferencia de Marta Peirano

Marta Peirano (Madrid, 7 de noviembre de 1975) es una escritora y periodista española. De septiembre de 2013 a septiembre de 2016 fue jefa de la sección cultural del periódico digital eldiario.es.

Fundó CryptoParty Berlín, una iniciativa alrededor de cuestiones sobre privacidad y seguridad en internet. Fue fundadora de Elástico, un colectivo multidisciplinar con el que codirigió el proyecto COPYFIGHT en 2005 sobre cultura libre.

Marianna Zanatta: L'ornitorinco se ne frega e fa!

Non è facile andare avanti per la propria strada e non farsi bloccare dal pensiero, che abbia la forma della vocina interiore oppure dei condizionamenti e dei giudizi del mondo esterno. Però, con il FARE, si può imparare a gestire anche questo. Osserviamo il mondo, condividiamo tra noi strategie e tattiche, abbattiamo gli ostacoli o impariamo a girarci intorno. Vale la pena, perché quello che è in gioco è la felicità.
Professionista nello sports marketing e nel coaching. Il passaggio dal corso di laurea in Lingue Orientali al mondo del marketing, per lei, è stato veloce e spontaneo. Dopo dieci anni in The North Face Europa ha deciso di dedicarsi come freelance al management di atleti. In questa nuova veste ha sviluppato progetti editoriali, collaborando con importanti case editrici e di produzione video, film e televisione, a livello internazionale. Recentemente ha scritto un libro a quattro mani con uno dei suoi atleti, Simone Moro. Ha creato una serie di conferenze di ispirazione per gli atleti dedicate al mondo aziendale e un programma di coaching di gruppo con il pay off “Act and Evolve” - “Agire ed Evolvere”.

Technology and me, il ritardo cronico della cultura sulla tecnologia - Marco Paolini

«Cerco di raccontare delle storie che diano una speranza a chi è nato dopo di me». Marco Paolini parlerà di futuro, del domani che ci aspetta. Con il suo stile, con la sua profondità. È attore, scrittore, produttore cinematografico. Un volto intenso, una voce profonda, artista capace di accendere grandi emozioni con il suo teatro di denuncia, con i monologhi sulle tragedie d’Italia, dal Vajont a Ustica. O di condire con la sua inconfondibile ironia la messa in scena del Milione o di Itis Galileo. Perché Marco Paolini, amatissimo in Veneto, sua terra di origine, è un narratore in purezza. Magnetico nella sua prosa, rigoroso nella ricerca delle fonti, nella custodia della memoria, di un passato che insegna, da cui trarre lezioni, da non dimenticare, mai. Marco Paolini è uno scultore della parola. Uno che non ha paura del buio attorno, uno che da solo riesce a riempire il palcoscenico. Anche quello del Teatro Verdi, dove ha già lasciato impronte indelebili.

Chi è Salvatore Aranzulla?

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft.

Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.

È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico.

Un anno contro lo spreco: Andrea Segrè

Andrea Segrè (Trieste, 1961) è professore ordinario di Politica agraria internazionale e comparata e preside della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna.

Le linee di ricerca scientifica, teorica e applicata, che ha approfondito riguardano in particolare: il sistema degli aiuti pubblici allo sviluppo agricolo e alimentare; i processi di transizione dal piano al mercato dei sistemi economico-agricoli nei paesi dell'ex socialismo reale; gli sprechi di risorse agricole e alimentari nei paesi sviluppati e in via di sviluppo.

Proprio da una ricerca teorica, poi applicata, ha ideato e sviluppato il progetto Last Minute Market per il recupero, a fini benefici, dei beni alimentari e non alimentari rimasti invenduti (1999). Last Minute Market è diventato uno spin off dell'Università di Bologna (2003) di cui è presidente, e la raccolta solidale e sostenibile con questo modello si è estesa in Italia e all'estero (www.lastminutemarket.it).

Nel 2010 ha promosso, con il patrocinio del Parlamento Europeo, la campagna "Un anno contro lo spreco" per sensibilizzare l'opinione pubblica europea sulle conseguenze ambientali, economiche e sociali dello spreco di risorse; nel 2011 la campagna un anno contro lo spreco ha riguardato il tema dell'acqua. Nel 2012 la campagna verte sul tema dell'energia (www.unannocontrolospreco.org).

A seguito della campagna, il Parlamento Europeo ha richiesto che il 2014 diventi "Anno Europeo di lotta allo spreco alimentare".

Quello che non ti hanno mai detto sull'auto elettrica - Valerio Rossi

L’inquinamento dei grandi centri urbani sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti. Secondo Rossi Albertini però una tecnologia risalente a più di un secolo fa, ma che solo negli ultimi anni ha raggiunto la sua maturazione, consentirebbe di eliminare tutto questo. È l’auto elettrica. Tramite una serie di dimostrazioni fatte con oggetti semplici, di uso quotidiano, spiegherà in cosa consiste la rivoluzione della mobilità elettrica.

Laureato con lode in Fisica Atomica e Molecolare, è il primo dottore di ricerca in Italia in Scienza dei Materiali. All’insegnamento di Chimica-Fisica, ha recentemente affiancato quello di Divulgazione della Scienza, presso l’università di Roma 2. È stato responsabile

della divisione “Fotonica di raggi X” del CNR e delle attività applicative del Super-laser “Sparx”. Svolge attività di comunicazione scientifica per le maggiori reti televisive nazionali, con più di 700 presenze negli ultimi 5 anni.

Risorse non umane: i danni dello sfruttamento minerario - Flaviano Bianchini

Come sarebbe vivere in un luogo in cui l'aspettativa di vita media è 28 anni? E cosa si può fare per allungarla? Flaviano Bianchini ci porta con sé in un viaggio nell'inferno delle miniere peruviane, sperando al termine di riuscire con lui "a rivedere le stelle".

Flaviano Bianchini è attivista per i diritti umani e ambientalista. È specializzato in Gestione e Valorizzazione delle Risorse Naturali. Definito a metà tra Indiana Jones ed Erin Brockovich, Flaviano si occupa da diversi anni delle violazione dei Diritti Umani e dei danni alla salute relazionati con le industrie estrattive, specialmente in America Latina. Flaviano Bianchini è anche fondatore di Source International, l’organizzazione non governativa che collabora con comunità che soffrono casi di inquinamento ambientale e danni alla salute, considerata una delle 35 idee più innovative del 2012 secondo l’Abc Continuity Forum di Miami (USA).

Ken Robinson dice che la scuola uccide la creatività

Sir Ken Robinson espone una divertente e toccante argomentazione a favore della creazione di un sistema educativo che nutra la creatività (anziché metterla a repentaglio).
  • Lingua: ITALIANO | Licenza: Non commerciale - Non opere derivate - Licenza 3.0 | Condividi
  • Visualizzazioni: 483
  • Fonte: TEDItalia | Durata: 19.47 min | Pubblicato il: 10-08-2020
  • Categoria: CONFERENZE
  • Scarica: MP3 | MP4 |
  • 1.6/5 (8 voti)

Por qué las mujeres permanecen en silencio después de un ataque sexual

Es socióloga y psicóloga social y desde hace décadas se ocupa de investigar temas relacionados con las diferentes formas de discriminación de la mujer. Es pionera en el estudio de la violencia sexual contra las mujeres y en 1990 fundó el primer servicio de asistencia a víctimas de agresiones sexuales. Además, es escultora y, a sus... varios años, Inés sigue haciendo turismo aventura por el mundo.

Quando smettiamo di divertirci - Christian Zoli

Zoli nasce a Ravenna nel 1974. La sua formazione iniziale è di tipo scientifico, ma, dopo una breve esperienza nel settore commerciale, scopre il mondo della formazione e della comunicazione e ne resta da subito affascinato, studiandola dapprima fino a divenire formatore e relatore lui stesso. Parallelamente alle sue esperienze professionali porta avanti il suo interesse per il gioco. Fin da piccolo, infatti, ha una passione sfrenata per il gioco, in ogni sua forma. Con un'unica pecca: è incapace di giocare a qualsiasi cosa senza cercare di cambiarne le regole. Anche le esperienze nel mondo del gioco si arricchiscono col tempo. Dal 1995 entra nella gestione del circolo Quintet, una ludoteca della sua città, (esperienza che continua tuttora), dal 2003 al 2005 tiene per due anni un negozio di giochi della catena Dragon Store e, infine, inizia un rapporto di collaborazione come game designer per la casa editrice Raven Distribution.