Arcoiris TV

Chi è Online

328 visite
Libri.itPERCH I FOTOGRAFI AMANO LE GIORNATE GRIGIEANNIE LEIBOVITZ: THE EARLY YEARS 1970-1983LETTERE DA UN TEMPO LONTANOTHE HISTORY OF GRAPHIC DESIGN VOLUME 2, 1960-TODAYFERRARI - edizione limitata

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: farc

Totale: 2

Di lutto vestono gli eroi

Il I° Marzo 2008 l'esercito colombiano bombarda l'accampamento diplomatico del comandante delle Farc-EP Raùl Reyes, situato nella regione di Sucumbios in Ecuador, con l'intento di far fallire l'intercambio Umanitario dei prigionieri di guerra e la liberazione della franco-colombiana Ingrid Betancourt.Il leader insorgente viene assassinato insieme a 15 guerriglieri ed a 4 studenti messicani che si trovavano lì per realizzare studi accademici.Questo video smaschera tutte le menzognere dichiarazioni fatte dal governo colombiano sull'operativo criminale organizzato in piena violazione del Diritto Internazionale e violando la sovranità dello Stato vicino.Promosso da Arcoiris tv BolognaVisita il sito: www.nuovacolombia.net

Colombia: comunità indigene in lotta di pace

"Lo sviluppo di un’identità collettiva aiuta a rafforzare e rendere partecipe tutta la collettività; e questo è fondamentale per potere combattere sia le ingiustizie e la violenza compiuti dai paramilitari e dai guerriglieri delle Farc, sia l’indifferenza che il governo dimostra nei confronti delle comunità indigene, dove fame, povertà e sopratutto violenza sono all’ordine del giorno". Questo il messaggio di Gilberto Muñoz Coronado, sindaco del municipio colombiano di Corinto, nella Regione del Cauca. Che insieme a una delegazione di colleghi amministratori pubblici e rappresentanti delle comunità indigene in lotta di pace, è stato recentemente in Italia per denunciare la difficile situazione vissuta dalle popolazioni indigene del nord della Colombia, strette tra la guerriglia delle Farc e i soprusi del Governo centrale. Un situazione difficile, dalla quale, secondo la collega Enelia Salinas Chivatá, sindaco del municipio di Caldono, è possibile uscire solo grazie alla partecipazione attiva della società civile locale e all’appoggio internazionale, attraverso la pressione diplomatica dei paesi stranieri sul governo colombiano. «Affinché guerra, inciviltà, soprusi e disinteresse – sottolinea Enelia Salinas Chivatá - possano esseri messe da parte per costruire un paese in cui siano finalmente le persone a decidere sul proprio futuro».

Visita il sito: www.volontariperlosviluppo.it