Arcoiris TV

Chi è Online

542 utenti
Libri.itNORMAN MAILER. MOONFIRE. 50TH ANNIVERSARY EDITIONMERLINO CONTRO BABBO NATALELUNGO  IL CAMMINO LA SIGNORINA PEPPINAFIORI E FOGLIE PRESSATI AD ARTE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Tag: era

Totale: 11

ETNA - PARCO MONTE CERAULO di Mascalucia

Visitiamo uno dei pochi parchi urbani del versante sud dell'Etna, nel comune di Mascalucia (Catania). Un vero e proprio bosco dalle caratteristiche particolari. Ideale per escursioni giornaliere con pranzo al sacco.

Il Manipolatore -

Delle volte, l'impotenza in cui si viene gettati costringe l'uomo ad adottare comportamenti che a occhi comuni possono sembrare indegni,ma spesso le cose non sono come sembrano.

Visita: www.ltmd.it

117)- Intervista a Andrea Riscassi - Leggere negli occhi

Andrea Riscassi, nato nel 1967 è un giornalista della Rai di Milano, dove si occupa di politica e di cronaca. Ha iniziato, giovanissimo, prima a «Società» poi al «Corriere della Sera» per approdare in televisione nel 1991 dove ha seguito le guerre balcaniche e le rivoluzioni democratiche nei paesi ex sovietici e moltissime campagne elettorali, in Italia come all’estero.
Parliamo con lui di "Anna è viva", appena uscito per le edizioni Sonda, dove si parla di Anna Politkovskaja, e senza paura si utilizzano parole come speranza, giustizia, impegno civile, società. Parliamo anche di 'Un albero per Anna', appello pubblico dal quale è nata l’associazione "Annaviva", che si occupa di diritti umani e di democrazia nell’ex spazio sovietico. Grazie al suo impegno nel ricordare la grande giornalista russa, Riscassi ha ricevuto la medaglia d'oro della Provincia di Milano, Premio Riconoscenza 2008.

Visita: www.scrittoribologna.com

La forza del destino

Leonora di Vargas e Don Alvaro, per evitare l'opposizione al loro matrimonio del padre di lei, il marchese di Calatrava. si preparano a fuggire, ma i due vengono sorpresi dal marchese. Alvaro getta a terra la sua pistola, da cui parte un colpo che uccide il vecchio. I due sventurati amanti scompaiono nella notte. Il fratello di Leonora, Don Carlo, deciso a vendicare la morte del padre, si mette alla ricerca dei due amanti. Leonora viene accolta in un monastero da Padre Guardiano e vive in eremitaggio Don Alvaro è capitato nei granatieri spagnoli, convinto che la giovane sia morta. Giunge Carlo, ma i due non si conoscono. Alvaro cade ferito in battaglia dopo aver salvato Carlo e l'affida una valigia con un plico sigillato contenente un segreto che non dovrà mai essere rivelato: Carlo, pero, apre la valigia, dentro la quale trova un ritratto di sua sorella Leonora. Nell'accampamento, intanto, la zingara Preziosilla predice il futuro e incita i soldati alla battaglia. Giunge Carlo e sfida Alvaro, che e guarito, a duello. Sopraggiunge la ronda che le separa e Alvaro scappa e trova rifugio in un monastero. Don Carlo scopre il nascondiglio di don Alvaro, che adesso si fa chiamare Padre Raffaele, e lo sfida nuovamente a duello. In un primo momento don Alvaro rifiuta il confronto ma, sentendosi chiamare codardo e mulatto, ferisce Carlo a morte. Cerca un confessore per dare all'agonizzante gli ultimi conforti. Esce Leonora che, inaspettatamente riconosciuta dal giovane, si accinge a ricongiungersi con lui. Si precipita dal fratello che, ancora ossessionato dal desiderio di vendetta, la pugnala. Raggiunta dal padre Guardiano, Leonora spira tra le braccia di don Alvaro, augurandosi di ritrovarlo in cielo. Egli, rimasto definitivamente solo sulla terra, maledice ancora una volta il proprio destino. Ecco il tenore di fama internazionale Manrico Tedeschi interpretando Don Alvaro, uno dei suoi cavalli di battaglia, e uno dei ruoli piu impegnativi del suo repertorio.

Carlo Sini conversa con Mauro Scardovelli

Carlo Sini, uno dei più grandi filosofi italiani, conversa con Mauro Scardovelli, psicoterapeuta e formatore. La breve e gradevole conversazione è ricca di humor, buon senso e saggezza. Tocca temi importanti come la formazione dei giovani e la felicità. Mauro Scardovelli cita quella volta in cui Carlo Sini, invitato a parlare ad un convegno di musicoterapia aveva dato questa definizione di disabilità: "Abile è colui che sa essere felice, tutti gli altri sono disabili". Nell'incontro si parla di filosofia come esercizio e pratica vivente che si fa insieme, di oralità e scrittura, di psicologia umanistica, di musica, di come le nuove tecnologie possano essere messe al servizio dell'esperienza del pensiero, del disagio del mondo in cui viviamo che tocca soprattutto le nuove generazioni, del problema della morte. Si parla anche del binomio potere e amore, del narcisismo ampiamente diffuso nella società contemporanea e di spiritualità come orientamento al bene comune.

Visita: www.mauroscardovelli.com

Marcella

Idillio moderno in tre episodi di Henri Cain e Edouard AdenisMusica di Umberto Giordano 1867-1948Prima rappresentazione: Milano, Teatro Lirico, 9 novembre 1907 Nuovo allestmento del Teatro Umberto Giordano di Foggia, nel centenario della prima rappresentazione dell'opera.Foggia: 7 dicembre, 2007 Personaggi ed Interpreti Marcella - Serena Daolio (soprano)Giorgio - Manrico Tedeschi (tenore)Drasco - Gabriele Ribis (baritono)Vernier - Marcello Rosiello (baritono)Clara - Anna Maria Stella Pansini (soprano) Orchestra Sinfonica di Capitanata diretta da Gianna Fratta Regia - Aldo Tarabella Scene - Nicola Delli Carri L’idillio è diviso in tre episodi, dai titoli ‘Trovata’, ‘Amata’, ‘Abbandonata’. Nel primo, in un ristorante alla moda di Parigi, si incontrano Marcella e Giorgio: ella lo crede uno studente, mentre è di ricca e nobile famiglia. Giorgio la difende dagli scherzi di alcuni ragazzi e Marcella gli racconta la sua vita: cattive compagnie, l’idea ossessiva del suicidio; Giorgio decide di proteggerla e la bacia. Nel secondo episodio i due innamorati vivono, ormai da tre mesi, in campagna; Marcella racconta all’amica Clara la sua felicità, anche se da qualche giorno ha notato che Giorgio è turbato. Marcella ascolta una conversazione tra Giorgio e il suo amico Drasco; apprende così che l’amato è un principe che deve rientrare a corte: nel suo paese è infatti scoppiata una sommossa. Nel terzo e ultimo episodio i due amanti si dicono addio. Dopo un lungo commiato, Giorgio parte; Marcella, che ha preferito sacrificarsi non seguendolo, piange mentre la carrozza del principe si allontana.

Money Banking and the Federal Reserve

Cos'è la moneta?
Perchè si è diffusa in modo così capillare?
Cos'è l'inflazione? Chi la provoca, chi la provoca, chi la subisce?
Perchè accadono cicli continui di "boom" e recessioni?Come mai ultimamente sono così frequenti ed intensi?
Perchè il denaro, diversamente da altre merci comuni, è posto sotto stretto controllo di banche centrali e governi?
Che conseguenze hanno le loro decisioni sul nostro stipendio?
La materia economica è forse la più complessa e fluida in assoluto nel mondo, poichè riguarda praticamente tutti gli aspetti più importanti della vita su questo pianeta:dal lavoro, al salario, al commercio, al costo della vita, agli investimenti, agli equilibri fra i vari paesi... arrivando in certi casi a determinare addirittura- come vedremo - lo stato di guerra o di pace fra diverse nazioni nel mondo.
Nel corso dei secoli diverse scuole di pensiero hanno cercato di sintetizzare al meglio questa complessa dinamica,proponendo nel contempo quelle che secondo loro sono le soluzioni migliori per ovviare ai problemi più evidenti,causati da certi squilibri che faticano ad essere rimossi proprio perché basati sulla percezione comune che "non possa essere altrimenti".
Il filmato che presentiamo, da noi tradotto e sottotitolato, riassume i principi su cui è basata la cosiddetta 'Scuola Austriaca',della quale Murray N. Rothbard (1926-1995) è stato uno degli esponenti più importanti.

Visita: www.luogocomune.net

Elementi di Analisi Transazionale (AT): Il copione di vita, di Carolina Bozzo e Mauro Scardovelli

Eric Berne ci parla del copione, "un piano di vita basato su una decisione presa nell’infanzia, rinforzata dai genitori, giustificata dagli eventi successivi e culminante in una scelta decisiva". Il copione viene scritto attivamente come reazione a messaggi ricevuti ed esperienze fatte. Per comprenderlo possiamo esaminare le decisioni disfunzionali che abbiamo preso da bambini. Una decisione tipica è "non mi fiderò mai più di nessuno, farò tutto da solo". Può anche essere di grande utilità, per recuperare un pezzo del nostro copione, esaminare un personaggio, una storia, una favola nella quale ci siamo identificati da bambini, nell'infanzia. Il copione generalmente tende ad auto-confermarsi. Essere consapevoli del nostro copione, conoscere le spinte e le ingiunzioni con cui è stato scritto, è il primo passo per scioglierlo ed evitare quindi di recitarlo per tutta la vita.

Visita: www.aleph.ws

Norma

L'azione si svolge nelle Gallie, all'epoca della dominazione romana.La sacerdotessa Norma, figlia del capo dei Druidi Oroveso, è stata l'amante segreta del proconsole Pollione, dal quale ha avuto due figli, all'insaputa di tutti. Pollione si innamora di una giovane novizia del tempio, Adalgisa . Adalgisa chiede un colloquio a Norma per aprirle il proprio animo e confessarle di aver mancato al voto di castità.Norma, la scioglie dai voti. Quando Adalgisa indica Pollione come suo innamorato, Norma rivela tutto ad Adalgisa, che sdegnata respinge Pollione. Norma, sconvolta dalla rivelazione, decide di uccidere i due figli, ma cede al sentimento materno. Fa chiamare Adalgisa e la prega di adottare i bambini e di portarli a Roma, dopo essersi sposata con Pollione. Ma Adalgisa rifiuta e promette a Norma di convincere Pollione a tornare da lei. Pollione viene catturato da Oroveso e Norma gli offre la vita purché egli abbandoni Adalgisa. L'uomo rifiuta e Norma decide che la vittima sacrificale:sara una sacerdotessa che ha infranto i sacri voti e tradito la patria. Sta per pronunciare il nome di Adalgisa e invece pronuncia il proprio nome. Commosso, Pollione comprende la grandezza di Norma e decide di morire con lei. Norma sale sul rogo con l'uomo amato.Opera lirica in due AttiMusica di Vincenzo Bellini, Libretto di Felice Romani - Personaggi ed Interpreti Pollione - proconsole di Roma nelle Gallie - Manrico Tedeschi (tenore)Oroveso - capo dei Druidi - Enzo Capuano (basso)Norma - druidessa, figlia di Oroveso - Natalia Dercho (soprano)Adalgisa - giovane ministra del tempio d'Irminsul - Geraldine Chauvet (mezzo)Clotilde - confidente di Norma - Gabriella Grassi (soprano)Flavio - amico di Pollione -Costantino D'Aniello (tenore) Orchestra e Coro del Teatro Francesco Cilea diretti da Julian Kovatchev Regia di Flavio Trevisan Costumi di Eugenio GirardiTeatro Francesco Cilea - Stagione 2007

La magia delle parole, conferenza di Mauro Scardovelli e Carolina Bozzo

Ad un convegno tenutosi a San Giovanni Rotondo, partendo dall' ascolto di un improvviso di Shubert, Mauro Scardovelli parla della sua esperienza nella musicoterapia nella quale ha potuto constatare come sia di fondamentale importanza entrare in risonanza e rapport con il "mondo" dell'altro. Anche le neuroscienze ci dicono che la nostra fisiologia è attrezzata per entrare in empatia con il nostro prossimo. La PNL (Programmazione Neuro Linguistica) nasce con Milton Erickson, un grande comunicatore ed un ipnotista eccellente e ha elaborato una tecnologia fantastica che può essere veramente di aiuto alle persone. La PNL di cui ci occupiamo noi, opera per prima cosa questa prima distinzione: tra qualità dell'essere (dell'anima) e inquinanti dell' ego. Quali sono le parole che curano veramente? Sono le parole radicate nelle qualità dell'essere.

Visita: www.aleph.ws