Arcoiris TV

Chi è Online

226 utenti
Libri.itSFILATA DI NATALE. UN CALENDARIO DELLGEORGE HERRIMAN, THE COMPLETE KRAZY KAT IN COLOR 1935-1944GIONAFERRARI - Art EditionTHE HISTORY OF GRAPHIC DESIGN VOLUME 2, 1960-TODAY

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: era

Totale: 418

"LE TERRE DI DON PEPPE DIANA" - Festival dell'impegno civile

Casal di Principe e Terra di Lavoro 27/28/29 giugno DIBATTITO DI SABATO 28 POMERIGGIOCasapesenna (Ce) “Casa centro anziani” via Cagliari 15Incontro dibattito: “La figura di Don Peppe Diana: Per amore del mio popolo”Saluti del sindaco di CasapesennaAvv. Giovanni ZaraInterverranno:Raffaele Sardo (giornalista di "La Repubblica")Gianmaria Roberti (giornalista del “Roma”)Un festival di impegno civile per raccontare le Terre di Don Peppe Diana, un prete assassinato dalla camorra quattordici anni fa, riappropriandosi proprio di quei luoghi che, per tanto tempo, sono stati identificati come simboli di morte e paura. I beni confiscati alla criminalità organizzata diventano, così, grazie all’impegno dell’associazione “Libera” e del “Comitato Don Peppe Diana”, luoghi dove proseguire la costruzione di comunità alternative alla camorra, luoghi dove ritrovarsi per far nascere laboratori di idee con le quali programmare il futuro.Da Casal di Principe a San Cipriano D’Aversa, da Trentola Ducenta a Casapesenna, i centri dove la cittadinanza attiva si ritroverà, finalmente, per lavorare a favore di questo territorio che vuole con dignità sentirsi, definitivamente, parte integrante di un Paese che per troppo tempo lo ha considerato un’appendice malata. Un altro Sud, insomma, che si incontra, discute, dibatte di cultura, giustizia e legalità con l’obiettivo di accendere i riflettori su coloro che resistono e che vorrebbero finalmente vivere in un territorio libero da ogni sopraffazione e da qualsiasi violenza. Dibattiti, spettacoli, proiezioni e degustazioni per raccontare una terra dove vive una società civile che vuole proporre progetti di qualità, di emancipazione sociale e culturale, che non accetta, in alcun modo, aiuti pre confezionati che un’idea di assistenzialismo asfissiante continua ad offire e ad imporre a questo e ad altri territori del Sud. Un comitato scientifico di prim’ordine a sostegno del festival che vedrà impegnati Tano Grasso, Raffaele Cantone, Ferdinando Imposimato, Ulderico Pesce, Renato Natale, Gianni Vattimo, giornalisti come Roberto Morrione, Onofrio Dispenza, Peppe Ruggiero, scrittori come Sergio Nazzaro ed Emiliano Morrone ed infine artisti come Carlo Faiello e lo stesso Ulderico Pesce per una tre giorni ricca di appuntamenti e che vedrà, semplicemente, il territorio protagonista indiscusso di questa kermesse con la quale si vuole semplicemente scrivere una nuova pagina di vita facendo tesoro di quanto avvenuto in passato e di quanto, invece, è accaduto nelle ultime settimane. Riprese e montaggio di Diego Nunziata

Visita il sito: www.dongiuseppediana.it

Visita il sito: www.libera.it

"LE TERRE DI DON PEPPE DIANA" - Festival dell'impegno civile

Casal di Principe e Terra di Lavoro 27/28/29 giugno SABATO SERA, 28 GIUGNOSERATA CON ARTISTI E PERSONALITA' LOCALICasal di Principe(Ce) “Centro di avviamento al lavoro”via GiacosaUn festival di impegno civile per raccontare le Terre di Don Peppe Diana, un prete assassinato dalla camorra quattordici anni fa, riappropriandosi proprio di quei luoghi che, per tanto tempo, sono stati identificati come simboli di morte e paura. I beni confiscati alla criminalità organizzata diventano, così, grazie all’impegno dell’associazione “Libera” e del “Comitato Don Peppe Diana”, luoghi dove proseguire la costruzione di comunità alternative alla camorra, luoghi dove ritrovarsi per far nascere laboratori di idee con le quali programmare il futuro. Da Casal di Principe a San Cipriano D’Aversa, da Trentola Ducenta a Casapesenna, i centri dove la cittadinanza attiva si ritroverà, finalmente, per lavorare a favore di questo territorio che vuole con dignità sentirsi, definitivamente, parte integrante di un Paese che per troppo tempo lo ha considerato un’appendice malata. Un altro Sud, insomma, che si incontra, discute, dibatte di cultura, giustizia e legalità con l’obiettivo di accendere i riflettori su coloro che resistono e che vorrebbero finalmente vivere in un territorio libero da ogni sopraffazione e da qualsiasi violenza. Dibattiti, spettacoli, proiezioni e degustazioni per raccontare una terra dove vive una società civile che vuole proporre progetti di qualità, di emancipazione sociale e culturale, che non accetta, in alcun modo, aiuti pre confezionati che un’idea di assistenzialismo asfissiante continua ad offire e ad imporre a questo e ad altri territori del Sud. Un comitato scientifico di prim’ordine a sostegno del festival che vedrà impegnati Tano Grasso, Raffaele Cantone, Ferdinando Imposimato, Ulderico Pesce, Renato Natale, Gianni Vattimo, giornalisti come Roberto Morrione, Onofrio Dispenza, Peppe Ruggiero, scrittori come Sergio Nazzaro ed Emiliano Morrone ed infine artisti come Carlo Faiello e lo stesso Ulderico Pesce per una tre giorni ricca di appuntamenti e che vedrà, semplicemente, il territorio protagonista indiscusso di questa kermesse con la quale si vuole semplicemente scrivere una nuova pagina di vita facendo tesoro di quanto avvenuto in passato e di quanto, invece, è accaduto nelle ultime settimane. Riprese e montaggio di Diego Nunziata.Riprese e montaggio di Diego Nunziata

Visita il sito: www.dongiuseppediana.it

Visita il sito: www.libera.it

"La Esmeralda" buque escuela chileno

Visita del buque escuela a Holanda en 2015, donde fue funado por la comunidad chilena, holandesa y latino americana residente. Está resultando un muy mal negocio para Chile mandar este buque como embajador y carta de presentación del país.

La Esmeralda fué usada como centro de tortura, desaparición y muerte por la dictadura, lo que se pide es que la armada, las fuerzas armadas y el país, reconozcan estos hechos y presenten sus disculpas, por los daños causados por estos crímenes de estado.

Dirección: Juan Carlos Valdés Barra y Pancho Espinoza

publicada por la Red Charquicán y Slow Edit Amsterdam

"Le due Guerre" di Gian Carlo Caselli

27 Novembre 2009presso la biblioteca AURIS "Francesco Selmi" di VignolaPresentazione del libro "Le due Guerre" di Gian Carlo Casellicon Gian Carlo Caselli, procuratorie capo della corte d'appello di TorinoEnza Rando, ufficio di presidenza di Libera

'Conversando con Correa': Cristina Fernández de Kirchner

El neoliberalismo está destinado al fracaso, sea quien sea que gobierne.

En conversación con Rafael Correa, la actual senadora argentina y presidenta entre 2007 y 2015, Cristina Kirchner, analiza lo que denomina como "nueva ola de neoliberalismo tardío" en América Latina.

La exmandataria considera que, a diferencia de la primera versión de los años 90, este sistema neoliberal tiene la particularidad de que "viene después de los movimientos populares", por lo que "la gente va a empezar a comparar en algún momento el nivel de vida que tenían con los populistas y el que tienen con los neoliberales".

Desde su punto de vista, esta situación remite a un tema "subyacente" no sometido a discusión hasta la fecha: el sistema político de división de poderes. "Estamos administrando el conflicto social con un sistema de gobierno que data de 1789", dijo en referencia a la Revolución Francesa. "Ese año no existía el auto, ni la energía eléctrica, ni que hablar internet", añadió.
Cristina Kirchner, senadora y expresidenta de Argentina.

Autor: RT en Español

01) - Las perlas del emperador

Las perlas del emperador

Columna de Tv, por Roberto Di Chiara, quien presenta los siguientes films: "La moda y desfile de corsés", de 1926; los argentinos Palito Ortega y Anibal Troilo, Pichuco, en el tango "María", de 1974

Cortesía de Roberto Di Chiara

Visita el sitio: www.robertodichiara.com

01) La democrazia delle parole - Tullio de Mauro

Il tempo in cui viviamo è caratterizzato da grandi potenzialità conoscitive e da grandi tentazioni. Nuovi strumenti di relazione tra gli individui e scambi di conoscenze convivono con suggestioni e modelli mediatici che inducono all'individualismo, all'autoreferenzialità nel valutare concetti come giustizia e verità. Eppure basta andare appena oltre la superficie delle parole per cogliere significati più profondi: la “verità” come “aletheia”, ciò che non si può dimenticare, convive con la “verità” come “apocalypsis”, ciò che si scopre, si disvela. Entrambe le accezioni presuppongono adeguatezza comunicativa e congrue competenze linguistiche per poter essere comprese e valorizzate nella storia della comunità. Anche la parola giustizia – e ancor più la giurisdizione che ne costituisce l’attuazione sociale – è legata all'espressione “ius dicere” che indica la lingua come strumento primario mediante il quale una comunità riflette sulle regole e sulla necessità del loro rispetto. La crisi di una società è riscontrabile anche nella crisi delle parole e dei linguaggi, nella perdita generalizzata di quell'insieme di significati e di esperienze senza cui non possono aversi nuovi strumenti cognitivi per affrontare realtà sempre più complesse. Competenze linguistiche alte e diffuse in una comunità sono quindi un prerequisito della democrazia. L'impegno delle Istituzioni e delle Associazioni alla diffusione di quelle competenze qualifica il loro interesse alla crescita delle comunità. Con questi incontri Magistratura Democratica intende offrire ai cittadini l'opportunità di interrogarsi su temi che riguardano la vita democratica e di acquisire una più precisa consapevolezza su un periodo oscuro e tragico della storia italiana sconosciuto a molti giovani. E’ forte la convinzione che educare alla umiltà conoscitiva e alla precisione nella comunicazione sia reale manifestazione di rispetto e onestà intellettuale verso i propri simili. E' questa anche la lezione attualissima che, a 50 anni dalla sua pubblicazione, proviene dall'opera "Esperienze Pastorali" di don Lorenzo Milani. Colui che dall'alto di una sperduta parrocchia di montagna seppe spalancare una finestra sul mondo, trasformando l'isolamento in cui era costretto in una esemplare testimonianza di elevazione civile, coerenza morale e spirito di servizio a favore dei più deboli. 23 ottobre 2008 Barletta, Sala Rossa del Castello Saluti: Ing. Nicola Maffei Sindaco di Barletta. prof. Tullio De Mauro (già Ordinario di Linguistica generale, Professore emerito dell'Università La Sapienza di Roma e già Ministro della Pubblica Istruzione) Sulle vie (interrotte) della democrazia della parola: ripensando all’Articolo 3 della Costituzione e a Esperienze pastorali di don Lorenzo Milani.Coordinatore degli incontri: Francesco Messina, Giudice presso il Tribunale di Trani. Guarda la seconda parte

Visita il sito: magistraturademocratica.it

01) Le utopie del ben fare: Introduzione di Mario Cavani

Le utopie del ben fare: legalità, cooperazione e diritti per un'economia di giustizia
Incontro pubblico con:
Mario Cavani, vicepresidente Banca Popolare Etica.
Daniela Barozzi, ass. all?Istruzione, Sport, Associazionismo comune di Spilamberto.
Alessia Pesci, Libera associazione genotori.
Gianluca Faraone, presidente Cooperativa Placido Rizzotto ? Libera Terra
Visita il sito: www.coopoltremare.it

01)- Convegno internazionale - Made in Italy

Come tutelare e valorizzare i nostri prodottiConferenza tenutasi presso la Camera di Commercio di ModenaVia Ganaceto, 134 Mercoledì 11 giugno 2008ore 9.00 - 16.00Luca Barbero - Barbero & Associates Ltd di LondraFerdinando Cionti - giurista, uno dei massimi esperti in Europa deiproblemi giuridici legati al marchio, all’immagine e alla proprietàintellettuale, autore di vari libri, fra cui Sì logo e Made in ItalyOrmes Corradini - amministratore unico della SCE, ModenaSergio Dalla Val brainworker, cifrematico, presidentedell’Associazione Culturale Progetto Emilia Romagna, tra ifondatori della casa editrice SpiraliPaolo Federici - Fortune International Transport SrlLeonardo Giacobazzi - ambasciatore del Consorzio Tutela AcetoBalsamico Tradizionale di ModenaGiovanni Kessler - Alto Commissario per la lotta allacontraffazioneMarco Maiocchi - docente di Industrial Design al Politecnico diMilano, fondatore di Etnoteam e di I.Net, autore di diversi librifra cui La bottega, l’impresa, la cultura. Il vento va e poi vieneAlberto Mantovani - presidente della Camera di Commercio diModenaAlberto Piantoni - amministratore delegato della Richard Ginori,già amministratore delegato della Bialetti, project manager delBando Ministeriale Made in Italy 2015Matteo Scaglietti - socio fondatore dello Studio Legale F&MFloriano Terrano - esperto di arte e cultura dell’Estremo OrienteFrancesco Terrano - socio fondatore dello Studio Legale F&MLuigi Verrini - docente di Marketing dell’Alimentazioneall’Università Cattolica di Milano, presidente di ModenaFiereFederica Zambelli - Ferrari SpaDirezione scientifica di:Anna Spadafora brainworker, cifrematico, direttoredell’Associazione Culturale Progetto Emilia Romagna, tra ifondatori del giornale “La città del secondo rinascimento”

Visita il sito: www.amfa.it

02) - Las perlas del emperador



Las perlas del emperador

Columna de tv por Roberto Di Chiara, quien presenta los siguientes films: La meteorología en los años 1970; el discurso del Che, en la conferencia de Punta del Este, Uruguay, en 1969; la cantante argentina de fama latinoamérica, Marilina Ross, en el tema "La tetera de porcelana" de 1964

Cortesía de Roberto Di Chiara

Visita el sitio: www.robertodichiara.com