Chi è Online

249 utenti
Libri.itPETER LINDBERGH. DIOR (INT) - XLLA GIUNGLA IN CASAJAPANESE WOODBLOCK PRINTS (1680-1940) - Extra LargeIL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTOMERLINO, SALCICCIA E TARTINA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tutti i filmati inviati da Tommaso D'Elia

Totale: 21

More than twenty reloaded

More than twenty reloaded
Una pelicula de Tommaso D’Elia e Silvia Bonanni

La historia del equipo Rototom desde 1991
Dirigido por Tommaso D’Elia, Silvia Bonanni
Montaje y grafismo: Simone Pallicca (AMC)
Edición: Filippo Giunta
Producción ejecutiva: Claudio Giust
Producido por Filippo Giunta para Rototom Sunsplash

La asociación Rototom nació en 1991 del encuentro de cuatro personas. Desde entonces hasta ahora la entidad ha gestionado dos discotecas, organizado cientos de conciertos, ocupado una fábrica abandonada para crear un centro cultural, organizado manifestaciones por la paz y creado el festival reggae más grande del mundo, el Rototom Sunsplash, que en 2013 celebró su vigésima edición.
El Rototom nace de un reto: conjugar amistad y trabajo, ética y proyección.
Desde el principio fueron numerosas las dificultades y luchas que hubo que afrontar para poder sacar adelante el proyecto. Incluso al final hubo que dejar Italia para emigrar a España.
Hoy, después de 20 años, el Rototom explica cómo nació, las decisiones, los caminos, las dificultades y los éxitos, porque el futuro aún está por construir.
A los recuerdos de los organizadores, de quienes conocieron el festival en Italia y de tantos y tantos músicos se unen las reflexiones de algunos de los mayores organizadores de grandes eventos musicales italianos.
Se construye así una historia sobre la que influyen las decisiones individuales y colectivas así como también, de forma predominante, el panorama cultural y político italiano.
El primer club en Gaio di Spilimbergo, la discoteca de Zoppola, los Sunsplash en Latisana, la manifestación contra la guerra en Aviano, la ocupación del Ex Cerit, el festival en Brasil, diez años en Osoppo, la nueva vida en Benicàssim, el Contest en América Latina, el futuro.

Guarda il video in italiano

Rototom pa'l mundo

Duermen, juegan, ríen, comen, beben, van a la playa, se conocen, debaten y sobre todo, escuchan buena música juntos. Bajo el sol y la luna de Benicassim y por segundo año consecutivo, el Rototom Sunsplash ha reunido 200.000 personas de todas las edades y de todos los países durante 8 días de música y debates.
Músicos, escritores, periodistas, un Premio Nobel, científicos y activistas participan en debates abarrotados de público, mientras que improvisados equilibristas caminan sobre la cuerda, amantes del relax practican yoga y apasionados músicos golpean rítmicamente los bongos…y toda esta algarabía es retransmitida en directo por diversas radios que llevan su señal a todos los rincones del mundo.
El Sunsplash es un evento que sólo puede ser descrito dejándose llevar por las historias que lo atraviesan, un flujo guiado por los ritmos de la música reggae.
Detrás de todo esto hay un grupo de italianos y españoles que trabajan juntos, por el amor a la música reggae y por su voluntad de construir un mundo diferente.
Rototom Pa’l Mundo es un reportaje que narra la harmoniosa confusión, el respetuoso deseo de revolución e internacionalidad a “ km 0” del Rototom Sunsplash.

Con la participación de:
Vandana Shiva, física y ambientalista hindú , Bernard Cassen ,periodista y ex director de Le Monde Diplomatique, Shirin Ebadi, Premio Nobel por la Paz de origen iraní, Movimiento 15M, Vivien Goldman, escritora inglesa, programa Alma de León ( RN3, Radio Nacional de España), Rosa Maria Calaf, periodista, Esteban Ibarra, presidente de Movimento Contra la Intolerancia, y los músicos Ojos de Brujo, Queen Ifrica, Tony Rebel, la familia Marley y otros muchos colaboradores.

Una película de: Tommaso D'Elia e Silvia Bonanni
Dirigido por Tommaso D'Elia
Montaje : Simone Pallicca
Ayudante de dirección : Silvia Bonanni
fotografia: Tommaso D'Elia, Angelo Marotta, Silvia Bonanni, Simone Pallicca
producción ejecutiva: Tony Shargool, Claudio Giust
entrevistas a cargo de: Tommaso D'Elia, Tony Shargool, Silvia Bonanni, Pier Tosi, Lampa Dread
producido por : Filippo Giunta para Rototom Sunsplash

Rototom pa'l mundo

Dormono, giocano, ridono, mangiano, vanno al mare, si conoscono, dibattono e soprattutto ascoltano buona musica insieme. Per il secondo anno consecutivo, sotto il sole e la luna di Benicassim, il festival Rototom Sunsplash ha riunito 200.000 persone di tutte le età e di tutti i paesi, per 8 giorni di musica e dibattiti.
Musicisti, scrittori, giornalisti, premi Nobel, scienziati e attivisti partecipano a dibattiti affollati, mentre improvvisati funanboli camminano sulle corde, amanti del relax fanno yoga e scatenati suonatori strapazzano i bongos... il tutto seguito in diretta radio in tutte le parti del mondo.
Il Sunsplash è un evento impossibile da raccontare se non lasciandosi trasportare dalle storie che lo attraversano, in un flusso scandito dai ritmi in levare della musica reggae.
Dietro tutto questo ci sono italiani e spagnoli che lavorano insieme, per amore della musica reggae e per realizzare un mondo diverso.
Rototom pa'l mundo è un reportage che racconta l'armonica confusione, la rispettosa voglia di rivoluzione e l'internazionalità a “km0” del Rototom Sunsplash.

Intervengono:
Vandana Shiva, fisica e ambientalista indiana, Bernard Cassen, direttore di Le monde diplomatique, Shirin Ebadi, la premio Nobel per la Pace iraniana, i 15M, Vivien Goldman, scrittrice inglese, la trasmissione Alma de leon della radio nazionale spagnola, Rosa Maria Calaf, giornalista, Esteban Ibarra, del Movimento Contra la Intolerancia, i musicisti Ojos de Brujo, Queen Ifrica, Tony Rebel, la famiglia Marley e tanto altro ancora.

un film di Tommaso D'Elia e Silvia Bonanni
diretto da: Tommaso D'Elia
montaggio: Simone Pallicca
aiuto regia: Silvia Bonanni
fotografia: Tommaso D'Elia, Angelo Marotta, Silvia Bonanni, Simone Pallicca
produzione esecutiva: Tony Shargool, Claudio Giust
interviste a cura di:Tommaso D'Elia, Tony Shargool, Silvia Bonanni, Pier Tosi, Lampa Dread
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash
traduzioni e adattamenti: José F. Grave de Peralta, Tony Shargool, Jerome Nicolas, Oriana Brunori

More than twenty reloaded

More than twenty reloaded
Un film di Tommaso D’Elia e Silvia Bonanni

La storia della Rototom Crew dal 1991
un film di Tommaso D'Elia e Silvia Bonanni
Diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
Montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
Edizione: Filippo Giunta
Produzione esecutiva: Claudio Giust
Prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Un piccolo gruppo tenuto insieme da grandi sentimenti Tanta fatica, pochi soldi, tanta musica. La provincia italiana. Una grande scommessa. L'associazione Rototom nasce nel 1991 dall'incontro di 4 persone e da allora ha gestito 2 discoteche, organizzato centinaia di concerti, occupato una fabbrica dismessa per farne un centro culturale, organizzato manifestazioni per la pace e inventato il festival reggae più grande del mondo, il Rototom Sunsplash, arrivato nel 2013 alla sua ventesima edizione. Il Rototom nasce su una scommessa: coniugare amicizia e lavoro, etica e progettualità. Fin dagli esordi tante sono state le difficoltà e le battaglie da sostenere per portare avanti il lavoro, fino all'ultima: dover lasciare l'Italia e emigrare in Spagna. Oggi, dopo più di 20 anni, il Rototom racconta come è nato, le scelte, i percorsi, le difficoltà e i successi, perchè il futuro è ancora da costruire. Ai ricordi degli organizzatori, di coloro che li hanno conosciuti in Italia e di tanti musicisti si affianca la riflessione di alcuni tra i maggiori organizzatori di eventi musicali italiani. Si compone così una storia su cui influiscono scelte individuali e collettive ma anche, prepotentemente, il panorama culturale e politico italiano. Il primo club a Gaio di Spilimbergo, la discoteca di Zoppola, i Sunsplash a Latisana, la manifestazione contro la guerra ad Aviano, l'occupazione dell'Ex Cerit, il festival in Brasile, dieci anni a Osoppo, la nuova vita a Benicassim, i Contest in America Latina, il futuro...

Mira la película en español

Exodus - Finding Shelter

Exodus - Finding Shelter
Un film di Tommaso D'Elia e Silvia Bonanni

diretto da: Tommaso D'Elia
montaggio: Luca Onorati
aiuto regia: Silvia Bonanni
fotografia: Tommaso D'Elia, Marco Pasquini, Silvia Bonanni
elaborazione grafica: Simone Pallicca
produzione esecutiva: Tony Shargool, Claudio Giust
interviste a cura di:Tommaso D'Elia, Tony Shargool, Silvia Bonanni,
Daniela Preziosi, Pier Tosi
prodotto da: Ass.Cul. Exodus e Paneikon Srl

Il Rototom Sunsplash, festival reggae tra i più grandi del mondo, dopo 16 anni di crescita e successi, deve emigrare dall’Italia. Messo sotto accusa, nella figura del suo presidente, in base alla «Fini-Giovanardi», la legge 49 del 2006 sulle droghe, decide di trasferirsi in Spagna.
Si tratta di un evento da 160 mila ingressi per edizione, più di mille persone occupate, un indotto fiorente - e in costante crescita - che arricchiva un territorio industriale oggi in forte crisi economica, nel Nord Est dell'Italia. Il festival approda a Benicassim (Valencia), dove viene accolto con slancio dagli enti locali che ne riconoscono immediatamente le potenzialità e il valore. A differenza dell'Italia, la Spagna si mostra pronta e capace di aprire spazi di libertà, creatività e impresa.
L’edizione 2010, il primo Sunsplash spagnolo, è un successo. Ritmi in levare, musica sole e mare, e impegno sociale. Mentre, tra Spagna e Italia, molte voci rompono il velo dell'ipocrisia e del proibizionismo.
Exodus - Finding shelter è la storia di un affiatato e determinatissimo gruppo di lavoro che affronta un vero esodo per trovare rifugio in un altro paese. Una delocalizzazione forzata per realizzare un'idea e proseguire un progetto, il Rototom Sunsplash.
Da Benicassim al Friuli Venezia Giulia, da L'Aquila passando per Roma, il Rototom diventa una “case history” che finisce fatalmente per raccontare i desolanti paradossi e le occasioni perse di un paese come l'Italia.

In-Provideo

In-Provideo è un documentario biografico su Antonello Neri, pianista e compositore aquilano attivo dagli anni '70 ad oggi. La ricostruzione del suo lavoro e della sua vita avviene sia attraverso materiale di repertorio che grazie ai racconti dell’artista e quelli di molti suoi colleghi musicisti, attori, fotografi, mimi. Tra questi vi sono personalità illustri come Ennio Morricone Giorgio Battistelli, Giovanni Piazza, Luca Lombardi, Rossella Or e Simone Carella. Vengono raccontate la formazione di Antonello, la sua collaborazione col Gruppo di Improvvisazione Nuova Consonanza, le esperienze interdisciplinari del teatro “Beat 72” e del “Teatro degli artisti”, e le sua ricerca più recente. Partendo dalla figura di Antonello Neri si approfondisce e si rivive, nel corso del film, un periodo di vivissimo fermento culturale in Italia. A legare i diversi momenti del racconto è una inedita improvvisazione dell'artista al pianoforte eseguita appositamente per il film. Da qui anche il titolo: Provideo in latino significa provvedere, vedere in lontananza.” Improvvisare vuol dire dunque vicinanza, attaccamento alle cose”.

diretto da Federico Neri
fotografia: Martina Cocco
producer: Federico Neri
montaggio: Giuseppe Boccassini
suono: David Matteucci
con: Antonello Neri, Ennio Morricone, Giorgio Battistelli, Luca Lombardi e altri

Tapidoo

Un film di: Pietro Arco Franchetti
Montaggio: Simone Pallicca

“Tapidoo” è un film di Pietro Arco Franchetti. Un atto d’amore di un figlio verso il padre. Un padre, Giorgio Franchetti, tra i più importanti collezionisti d’arte contemporanea. Le riprese video, di Gaia Ceriana, madre di Pietro Arco e moglie di Giorgio, attraversano sì la vita familiare, ma documentano soprattutto storie di bellezza e di arte.

25 minuti da vedere tutto d’un fiato

WORKERS - Rotte della globalizzazione

La sicurezza è il nostro motto. E' questa la scritta che campeggia all'ingresso del porto di Alang. Con i suoi 127 cantieri, Alang Gujarat è il più grande bacino del mondo per lo smantellamento delle navi. Qui, ogni giorno, circa 80.000 lavoratori scarnificano le carcasse metalliche d' immensi natanti. Spesso a mani nude o con strumenti rudimentali. Sempre, senza l'ausilio di alcun presidio sanitario.
Amianto, diossine, olii esausti, Pcb... molte delle navi che arrivano qui contengono sostanze tossiche, radioattive, nonostante i divieti. Gli incidenti sono all'ordine del giorno. La mortalità altissima, circa 360 decessi l'anno.
I sindacati indiani per la prima volta provano ad intervenire, a dare voce a coloro che per definizione non ne hanno.
Il nostro viaggio tra i workers indiani inizia qui e prosegue tra i lavoratori del cotone e dello zucchero in Gujarat, tra i metalmeccanici della TATA-Fiat in Bengala, dove i contadini sono stati costretti con la violenza , lo stupro, l'omicidio a vendere le proprie terre alla multinazionale Italo-Indiana.
Alle voci dei sindacalisti indiani si alterneranno le testimonianze di Mahasweta Devi, una delle più autorevoli scrittrici indiane, di Satya Sagar, giornalista di Times of India, e della scienziata indo-americana Payal Parek.

Regia: Tommaso D'Elia
Montaggio: Luca Onorati
Produttore esecutivo : Ugo Adilardi
Produzione: Paneikon 2010

Sanjay e Sumitra - La tigre e il tifone

Sanjay e Sumitra, lui ingegnere lei insegnante. Attraverso loro, partendo da Calcutta fin nelle Sundarban, nella parte indiana del delta del Gange. I racconti di Kamala Mandal: vedova dell'uomo mangiato dalla tigre. Sephali Mandal: donna attaccata dal coccodrillo. Johtin Jadah: insegnante in pensione sopravvissuto al tifone. Mahasweta Devi che ci racconta le lotte contadine di Nandigarm e le battaglie contro le S.E.Z. (Special Economic Zone), con Satya Sagar, giornalista. Dr. Rakesh: medico volontario al Sundarban Shramajibi Swasthya Prakalpa Hospital e il suo lavoro quotidiano in uno dei posti più difficili del pianeta Terra.

un film di: Tommaso D'Elia
musica di: Teho Teardo
montaggio: Simone Pallicca
fotografia: Tommaso D'Elia, Luca Onorati
testi: Giovanna Iacono
aiuto regia: Tony Shargool
produttore esecutivo: Ugo Adilardi, Valeria Adilardi
produzione in India: Sanjay Mitra
regia: Tommaso D'Elia

25 Years Walking Together - IT

Mettiamo la ciliegina sulla torta, in formato video, a un anno perfetto. Finisce il 2018, l'anno del 25º anniversario, e in questa fase finale e con il Natale dietro l'angolo ti facciamo un regalo: 25 Years Walking Together. Un documentario diretto da Tommaso D'Elia, che riassume in 38 minuti le sensazioni che lascia l'ultima edizione da poco conclusa e la visione che del Rototom ha chi lo rende possibile. Pubblico, artisti e staff prenderete la parola per profilare con le vostre esperienze ciò che significa vivere il Sunsplash.

Un vissuto che, come raccontano molti dei testimoni del film, raduna non solo "gente del reggae, ma un sacco di persone che vengono a vedere com'è". Dall'Angola, Repubblica Democratica del Congo, Italia, Francia, Giamaica, Bolivia, Brasile. Dal mondo intero.

Già da ora potete guardare e godervi il documentario in maniera totalmente gratuita in quattro lingue: spagnolo, inglese, francese e italiano. Questo Natale regalati 38 minuti di felicità!

25 Years Walking Together è un film di Tommaso D'Elia, prodotto da Filippo Giunta e con Claudio Giust e Simone Pallicca, a capo della produzione esecutiva e dell'edizione, rispettivamente.