Chi è Online

Chi è Online

299 utenti
Libri.itSTANLEY KUBRICK (I)THE INGMAR BERGMAN ARCHIVES + DVDNICHOLSONPEDRO ALMODÓVAR. GLI ARCHIVIBOGART
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: ita

Totale: 488

Rita Borsellino 'na stranizza d'amuri

Un Film di Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni, Alex Corazzoli e Jerome Nicolas.
Palermo, Corleone, San Giuseppe Jato, Portella della Ginestra, Piana degli albanesi... la Sicilia.
Un Reportage documentario tra le 'isole di resistenza' alla mafia.
Le testimonianze del magistrato Antonio Ingroia, di Alex Zanottelli e di Sarina Ingrassia si alternano a quella dell' On. Rita Borsellino per raccontare i sentimenti e le riflessioni di chi oggi è
schierato contro le mafie.
Accanto a loro le esperienze di un nuovo impegno: la cooperativa che gestisce i terreni confiscati al clan dei corleonesi, il nuovo antiracket a Palermo,
i giovani che da tutta Italia sono rientrati in Sicilia con il Rita Express per partecipare alla campagna elettorale del 2006, sognando una terra liberata dalle mafie.
Le immagini ci riconsegnano una Sicilia bellissima, sempre a metà tra il mito e l'orrore.
Un percorso tra coloro che lottano quotidianamente contro la violenza e il sopruso, con l'ambizione di un mondo diverso possibile.
Regia: Tommaso D'Elia
per informazioni: tomdelia52@gmail.com

Verso il 4 luglio: i No Dal Molin entrano nell'aeroporto e issano la propria bandiera

I NoDalMolin tornano dentro l’area dell’aeroporto vicentino, là dove gli statunitensi vorrebbero realizzare la loro nuova base di guerra; un blitz per lanciare, con lo stile creativo ma determinato che caratterizza i vicentini, la grande manifestazione del prossimo 4 luglio.

Visita: www.nodalmolin.it

La crescita non c'è più: costruiamo nuove economie e nuovi modelli di benessere - prima parte

Terrafutura Sabato 30 Maggio 2009sala Terra Futuracoordina: Roberto Savio, Comitato consultivo di TerraFuturaRelazioni: Wolfgang Sachs, Presidente del Comitato consultivo di TerraFuturaSusan George, economista vicepresidente di Attac FranceEuclides Mance, filosofo e teorico dell'economia solidale brasilianaGuarda la seconda parte

Visita: www.terrafutura.it

NICOLA VITALE: L'ARTE OGGI TRA DECADENZA E RINNOVAMENTO RADICALE

Come interpretare il percorso storico dell'arte per comprendere la decadenza del secondo Novecento e porre l'ipotesi di un rinnovamento radicale in atto.Comune di MilanoSALA DEL GRECHETTO BIBLIOTECA SORMANI

I limiti dello sviluppo: dibattito con Massimo Fini e Maurizio Pallante

Il 12 febbraio 2008, presso la libreria Feltrinelli di Piazza Duomo a Milano, si è tenuto un incontro, organizzato da Movimento Zero, tra Massimo Fini, giornalista, saggista, scrittore (la sua ultima fatica letteraria è "Ragazzo" editore Marsilio) e Maurizio Pallante, saggista, promotore del "Movimento per la decrescita felice" ed autore de "Discorso sulla decrescita. Manifesto per una felice sobrietà" editore Luca Sossella.I due autori, fortemente distanti per percorso e formazione culturale, si confrontano su un tema reso ancora più attuale in questi mesi di crisi finanziaria: i limiti dello sviluppo, la necessità della decrescita, la frenesia dell’ "homo economicus" e una domanda centrale; siamo sicuri che questo stile di vita occidentale, che consideriamo come acclamato e invidiato da tutti i paesi del Sud del Mondo, che concepiamo come apice e punto d’arrivo sia un sistema equo, giusto e soprattutto destinato a durare? Massimo Fini e Maurizio Pallante affrontano questi temi in un confronto coinvolgente, analizzandone le sfaccettature più variegate.Modera l’incontro Andrea Ratti.Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.movimentozero.org

03)- Menzogna Globale, Natura e significato dell'11 settembre - 2° parte

11-9 Menzogna Globale
Natura e significato dell'11 settembre

Prima conferenza internazionale del movimento di inchesta italiano sugli eventi dell'11 settembre 2001
La versione ufficiale degli eventi dell'11 settembre ci racconta di quattro aerei dirottati da 19 terroristi arabi... di due torri venute giù perchè la loro anima d'acciaio si sarebbe fatta crema a causa degli incendi seguiti all'impatto degli aerei... di un boing che procedendo a volo radente avrebbe colpito senza lasciare traccia di sè il Pentagono... e di un altro boeing che si sarebbe schiantato in Pennsylvania seminando i prorpi resti come coriandoli in un raggio di diversi chilometri...
Questo ed altro ci è stato ripetuto da tutti i principali network, senza il benchè minimo ancoraggio ai fatti accertati, alle fonti disponibili, e soprattutto contro le leggi della fisica... Come in un film pieno di errori, costruito nell'intento di confondere le idee.
A distanza di cinque anni, sulla base di un enorme lavoro di documentazione svolto da uno stuolo di riecercatori e attivisti, il movimento internazionale di inchiesta sull'11 settembre è in grado di dimostrare l'insotenibilità di ogni aspetto della versione ufficiale, tutta la menzogna globale che essa contiene. A cominciare da alcuni fatti cruciali: quella mattina tre dei quattro aerei dirottati non furono intercettati non a causa di incompetenze e ritardi ma perchè ai più alti livelli fu ordinato di non reagire; le torri gemelle collasarono in quel modo non per l'impatto degli aerei ma perchè demolite dall'interno mediante potenti esplosivi; il Pentagono non fu affatto colpito da un grosso aereo commerciale ma perforato da un oggetto molto più piccolo...

Nuevamente, ruido de botas en la región

América Latina vive una realidad muy cambiante con la preocupante reaparición de los militares: reprimiendo los estallidos sociales en Ecuador y Chile, las movilizaciones en Colombia, con un golpe de Estado en Bolivia y las amenazas del excomandante del Ejército y ahora senador uruguayo Guido Manini a quien no votara por el candidato derechista Luis Lacalle.
Un análisis y un alerta de Pedro Brieger.

Visita: surysurtv.net

U stisso sangu. Storie più a sud di Tunisi

NADiRinforma propone la visione di "U stissu sangu", storie di immigrazione nella Sicilia sud-orientale. Il documentario ripercorre le tappe fondamentali che, in maniera diversa, affrontano i migranti che approdano sulle coste siciliane: il viaggio e lo sbarco, la prima accoglienza e il problema della casa, il lavoro e l’integrazione. Le storie si incrociano e a volte si scontrano con quelle della nostra realtà: la Guardia Costiera che li recupera in mare, il medico che presta loro i primi soccorsi, il reporter che segue le loro vicende, l’imprenditore che li prende a lavorare nei campi, il personale della comunità che li ospita, lo “sconosciuto” che pure assiste al rito di commemorazione di quelli tra loro che sono morti in mare.

Regia: Francesco Di Martino
Soggetto e sceneggiatura: Francesco Di Martino e Sebastiano Adernò
Montaggio: Corrado Iuvara
Musiche: Trio Migrantes, con la partecipazione dei Trinakant
Suono: Angelo Moncada ustissosangu.com

Visita: www.mediconadir.it

Visita: www.ustissosangu.com

Visita: www.ustissosangu.com

Il Sistema Luft

Sabato 28 Novembre 2009Sala Conferenze "G. Ulivi" Istituto storico di Modenaconvegno sui sistemi di filtraggio dell'aria nelle nostre città.Presentato da: Andrea LucchettaRelatori:Ing. Erik FagginResp. C. Ruth PastorelloDott. Stefano Montanari

N. Vitale - Hopper, pittore tra due epoche

L’interesse crescente per questo straordinario artista, attivo nel pieno Novecento, mette in luce il desiderio collettivo di ritrovare nell’arte un valore universale e duraturo, al di là delle ideologie e delle mode.
 Hopper, annoverato tra i pittori realisti della "Scena Americana", rivela oggi qualcosa di più che forse era sfuggito ai critici e commentatori del suo tempo: un senso ontologico profondo ed enigmatico, la cui comprensione e interpretazione in rapporto al nostro tempo, può darci un prezioso insegnamento oltre che per quanto riguarda l’arte, per la nostra stessa vita.Relatore: Nicola VitaleMilano 10 novembre 2009