Arcoiris TV

Chi è Online

187 utenti
Libri.itSTEPHEN WILKES. DAY TO NIGHTHISTORY OF INFORMATION GRAPHICSPERCH I FOTOGRAFI AMANO LE GIORNATE GRIGIELA FOCA BIANCAMICHAEL FREEMAN LA BIBBIA DEL FOTOGRAFO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: foto

Totale: 17

La sal de la tierra (o cómo se escribe con la luz)

Un documental sobre el gran fotógrafo Sebastião Salgado

A través del testimonio personal y fotográfico del artista Sebastião Salgado, este film documental recorre los continentes captando la mutación de la humanidad y siendo testigo de los conflictos internacionales, de hambrunas, éxodos, explotación laboral, etc...

Sebastião Salgado, brasileño de nacimiento pero afincado en Francia, se define como alguien que dibuja con la luz, un artesano que escribe y reescrbie con la luz y sin duda sus fotografias en blanco y negro recogen la particular luz que envuelve cualquier escena y que nuestros sentidos no perciben, quizás por que vemos en colores y no en todas las tonalidades entre el blanco y el negro. Se ha dedicado a retratar las vidas de los desposeídos del mundo. Esa labor se ha plasmado en diez libros y muchas exposiciones y le ha valido numerosos premios en Europa y el continente americano.

comentario publicado por Karina Castillo.

Wikippedia: Sebastião Salgado (Aimorés, Minas Gerais, Brasil, 8 de febrero de 1944) es un fotógrafo sociodocumental y fotorreportero brasileño.
Salgado ha viajado a más de 100 países por sus proyectos fotográficos. La mayor parte de estos han aparecido en numerosas publicaciones y libros. Exhibiciones itinerantes de su trabajo han sido mostradas en todo el mundo...

Dirigida por Wim Wenders y Juliano Ribeiro Salgado

Publicado por: esguitar

Martín Chambi, fotógrafo peruano

El genio Martín Chambi nació en Coaza Carabaya, al norte de Puno; y hoy es considerado como pionero de la fotografía de retrato en el Perú. ¡Orgullo puneño!

Martín Chambi: fotografía indígena vs. fotografía indigenista
Desde su estudio en Cusco, Martín Chambi no solo capturó su realidad: se convirtió en un genuino generador de cultura mucho más allá de la anécdota de ser el primer fotógrafo indígena de la historia.
https://oscarenfotos.com/2013/09/01/martin-chambi-articulo/

Publicado por: Diario Puno

Giuliano Borghesa - Il fotografo neorealista in Marocco

Regia, fotografia e montaggio di Giacomo Urban
Produzione di Pasquale Favretto

La città invisibile

Venezia... 30 milioni di turisti ogni anno in costante aumento? Oltre 2000 gigantesche navi da crociera che transitano nel suo piccolo bacino? Centinaia di ricercatori da tutto il mondo che studiano la sua storia e le sue opere... Milioni di scatti fotografici e cartoline tutte uguali? Innumerevoli libri e film che la ritraggono e ne parlano... I mestieri e i negozi per i Veneziani sono scomparsi per lasciare posto ad attività turistiche gestite da Cinesi e nativi del Bangladesh? Gli abitanti rimasti sono 56.000? Nel 1951 erano 175.000? Sconosciuto il numero di gallerie e voragini formatesi tra le palafitte che sorreggono i palazzi... Devastante l'impatto sull'ecosistema lagunare delle grandi opere come il Mose...
...Diresti che Venezia è una città invisibile?

La città invisibile è un progetto di "Street Photography". Catturare ciò che ancora rimane della vita, del lavoro, delle persone in questa città; il lato invisibile, in passato più facilmente accessibile tanto al visitatore quanto al cittadino, e oggi celato non soltanto dalla massiccia e rovinosa invasione quotidiana ma anche dal velo di superficialità, bisogni e pensieri virtuali che è inesorabilmente calato su un gregge di anime vuote.

Il mio tentativo è quello di raccontare l'imprinting che ho ricevuto dal mio luogo natio attraverso le immagini e tramite alcuni brevi racconti che costituiscono un dialogo ipotetico tra un moderno abitante e lo storico navigatore Veneziano Marco Polo che osservandola oggi, non comprende i cambiamenti subiti dalla sua città.

L'ispirazione per questi brevi racconti mi è venuta da un libro che mi è particolarmente caro: "Le città invisibili" di Italo Calvino, in cui l'autore immagina un altro dialogo ipotetico tra Marco Polo e il Gran Kan in cui il navigatore narra i suoi viaggi in queste città inesistenti.

Visita: ilporticodipinto.it

Visita: www.luogocomune.net

Southwind

Dennis Stauffer - a photographer from Switzerland bring us a cinematic journey through Southeast Asia.
Music composed by: Chris Cutting.
Shot on a Canon 5D Mark II

Visita: www.zoomion.ch

Visita: www.chriscutting.com

Premio Ilaria Alpi 2012: Letizia Battaglia e Fabio Bucciarelli

Intervistate le firme delle due mostre fotografiche allestiste a Villa Mussolini durante i giorni del premio: Letizia Battaglia con “Il dolore della memoria” e Fabio Bucciarelli con “L'odore della guerra”Letizia Battaglia racconta il mondo della mafia siciliana, mentre Fabio Bucciarelli propone una testimonianza di grande impatto della guerra di liberazione in Libia. Intervista a cura di Simona Cesarini Riprese Paolo Mongiorgi

Visita: www.ilariaalpi.it

Visita: www.mediconadir.it

Un Tetto Fotovoltaico per le Scuole Fantini

NADiRInforma.Il 21 giugno 2011 e' stato presentato presso la Mediateca di San Lazzaro di Savena (BO) il progetto “Un Tetto Fotovoltaico per le Scuole Fantini”, avviato esostenuto dall'Associazione Comunita' Energetica. I cittadini interessati acquistano o inizialmente prenotano una o più quote dell’impianto (costo della singola quota 250 €), al termine della raccolta quote, fissata per il 5 Agosto 2011, l’associazione Comunità Energetica realizzerà l’impianto fotovoltaico, che sarà dimensionato sulla base delle quote raccolte. Realizzato l’impianto l’associazione cederà l’impianto al Comune di San Lazzaro il quale utilizzerà per la scuola l’energia prodotta e annualmente girerà i proventi del contributo statale per tutta la durata di tale contributo (20 anni) alla associazione Comunità Energetica, la quale provvederà a sua volta a ripartirlo proporzionalmente presso i suoi associati che hanno partecipato.Hanno partecipatoGiorgio Archetti. Assessore Comune di S. Lazzaro di Savena (BO)Leonardo Setti. Docente Universita' di BolognaAndrea Raffini. Funzionario Comune di S. Lazzaro di Savena (BO)info comunitaenergetica.it

Visita: www.mediconadir.it

VOGLIAMO IL SOLE, NON CHIEDIAMO LA LUNA

L'attuale governo ha fatto del nucleare il suo obiettivo principale nella politica energetica del suo programma, una scelta totalmente in controtendenza con il resto del mondo, che vuole mantenere un atteggiamento monopolista nel mercato dell'energia, proprio oggi dove il mercato e l'evoluzione globale sta portando il mondo verso una produzione e distribuzione diffusa e democratica dell'energia. Il decreto del Ministro Romani il 3 marzo scorso aveva come obiettivo quello di limitare la crescita dell'unico settore in positivo del nostro paese in tempo di crisi, per evitare che in pochi anni lo sviluppo di questo settore potesse rendere sempre più improbabili le motivazioni di una scelta nucleare.

Visita: www.youtube.com

Parigi, Père Lachaise: la caccia al sepolcro

Quando venne creato, nel 1804, conteneva solo 2000 tombe, oggi sono quasi un milione.
Ma un centinaio di grandi nomi della musica, del teatro e della letteratura, della scienza e della filosofia, confusi a quelli di centinaia di migliaia di comuni mortali, produce ogni giorno una singolare "caccia al sepolcro" di visitatori e pellegrini provenienti da ogni parte del mondo. Si perdono nei viottoli del parco con una mappa in mano alla ricerca della lapide preferita.
Ricerca difficile anche perché la magnificenza dei monumenti e il tono elegiaco delle iscrizioni non dipende affatto dal prestigio del defunto.
Proviamo allora a immaginare come sarebbe se a confessarsi sul marmo fossero gli stessi morti, un po' come nel cimitero di "Spoon river". Un'affascinante mostra fotografica dei cimiteri nel mondo completa il video e la nostra visita.
Finale a sorpresa.

Visita: www.nandokan

Visita: it

Foto e Video in rete

Brevi note in tema di tutela di diritti della personalità (FOTO e VIDEO IN RETE)A cura di Avv. Fernando CannizzaroDa più parti mi si chiede di trattare questo argomento divenuto, specie tra i ragazzi, quanto mai ricorrente. Accontentiamo, come è nostro costume, i navigatori della rete. Accade spesso nella realtà quotidiana, in particolar modo tra i giovani fidanzatini che, conclusasi in modo piuttosto burrascoso la vicenda sentimentale , uno dei due, per mero spirito di rancore o di vendetta, oppure perché tradito, pubblichi su di un sito alcune foto o video che si è procurato all’insaputa del partner e decide, motu proprio, di darne pubblicazione in rete. Mi si chiede: 1) se la parte lesa da questo comportamento può agire in giudizio nei confronti dell’altra; 2) quali diritti sono stati violati. 3) se si ha diritto al risarcimento del danno.