370 utenti


Libri.itTHIRTY-SIX VIEWS OF MOUNT FUJIJIM HEIMANN. STEVEN HELLER. TOYS. 100 YEARS OF ALL-AMERICAN TOY ADSJAPAN 1900GAY TALESE. PHIL STERN. FRANK SINATRA HAS A COLD - FOPIRATA NOVELLO!
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: emo

Totale: 244

"Concepción, Fragmento De Una Catástrofe" Chile

El terremoto y tsunami del 27 febrero 2010 aún subyacen en nuestro inconsciente territorial y humano. Arrasando importantes ciudades como Constitución, Concepción y Talcahuano, provocó 525 víctimas fatales. Cerca de 500 mil viviendas sufrieron graves daños y se estimaron un total de 2 millones de damnificados, siendo la peor tragedia natural vivida en Chile desde 1960. En ese contexto desolador, la realización de "Concepción, fragmento de una catástrofe" destaca y agradece, a miles de personas anónimas dispuestas a colaborar en esta cruzada solidaria, individual o colectiva, pero siempre anónima de miles de personas y "movimientos solidarios" existentes a lo largo del país, como la comitiva "Vecinos de Vitacura" que se sumó desde la capital -a cuatro días de producido el fatídico 27F/2010- a esta travesía a la zona centro-sur del país, hasta llegar a Dichato, zona costera de Concepción, una de las ciudades más vulnerables y afectadas de la región del Biobío, donde la ayuda más mínima se hizo imprescindible. Fragmentos de imágenes, de una catástrofe, marcó un momento histórico no sólo en las localidades afectadas, sino también los corazones de millones de personas que siempre estaban dispuestas a colaborar. Una pieza audiovisual llena de debate y reflexión.

Gloria Bascuñan PRODUCCI?"N GENERAL
Alex Palacios Jara DIRECCI?"N,
Pablo Gonzaléz EDICCI?"N,
Alex Palacios Jara CÁMARA,

Publicado por: Alex Palacios. 8 jul. 2018.

"VOCI DAL CEMENTO" TRAILER

trailer del documentario "Voci dal cemento" sul terremoto aquilano.Il film raccoglie testimonianze e denunce dei "reduci" del terremoto aquilano.All'interno del documentario sono raccolte le voci di cittadini aquilani, studenti, docenti universitari ed esperti sismologi.Attualmente "Voci dal cemento" è in attesa di una distribuzione...

“Kabul, Andata e Ritorno” – Intermezzo di poesia e musica

Il 15 maggio 2009, presso il Teatro Monteverdi di Cremona ha avuto luogo l’incontro “Kabul, andata e ritorno” organizzato dall’Associazione Immigrati Cittadini onlus, Cisvol Cremona e AFS onlus intercultura. In questa parte possiamo vedere l’intermezzo musicale e poetico a cura di Cristina Delmastro (voce narrante), Maurizio Murdocca (tabla) e Butrus Bishara (liuto).Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.mondinsieme.cremona.it

“Kabul, Andata e Ritorno” – Intervento di Basir Ahang

Il 15 maggio 2009, presso il Teatro Monteverdi di Cremona ha avuto luogo l’incontro “Kabul, andata e ritorno” organizzato dall’Associazione Immigrati Cittadini onlus, Cisvol Cremona e AFS onlus intercultura. In questa parte troviamo Basir Ahang, giornalista afghano freelance e Qorbanali Esmaeli a trattare le dinamiche e le future possibili evoluzioni di un’Afghanistan sconvolto dalla guerra tra le forze Nato e i Taliban e non di meno le difficoltà e le condizioni dei rifugiati provenienti da una terra in tumulto, a confronto con le domande del pubblico.Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.mondinsieme.cremona.it

“Kabul, Andata e Ritorno” – Intervento di Qorbanali Esmaeli

Il 15 maggio 2009, presso il Teatro Monteverdi di Cremona ha avuto luogo l’incontro “Kabul, andata e ritorno” organizzato dall’Associazione Immigrati Cittadini onlus, Cisvol Cremona e AFS onlus intercultura. In questa parte vediamo l’intervento di Qorbanali Esmaeli, presidente dell’Associazione Culturale Afghani d’Italia, punto di riferimento per la comunità afghana in Italia, operatore socio-sanitario e mediatore culturale presso la Comunità di Sant’Egidio: nel corso dell’intervento vengono analizzati vari temi, tra i quali la complessa realtà dell’Afghanistan, autentico mosaico di culture ed etnie oltre che terra martoriata da una guerra devastante, i rapporti interculturali e la questione dei rifugiati.Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.mondinsieme.cremona.it

“Ummi”, mia madre: tributo a Mahmoud Darwish

Venerdì 21 novembre 2008 a Cremona presso il Teatro Monteverdi si è tenuto un evento in ricordo di Mahmoud Darwish (nato il 13 marzo 1941 ad al-Birweh e morto a Houston il 9 agosto 2008), considerato tra i maggiori poeti in lingua araba, membro del Parlamento dell’Autorità Nazionale Palestinese, giornalista, direttore della rivista al-Karmel , grande cantore della sua terra palestinese e punto di riferimento per la sua comunità. Partendo da una fase introduttiva e biografica, la serata si snoda poi in un appassionato recital poetico e musicale, nell’ambito del programma “Tutti i diritti umani per tutti” nell’anno europeo del dialogo interculturale e a 60 anni dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani, ripercorrendo le vicende presenti e passate di una terra e di una comunità travagliata, lasciando un profondo punto interrogativo sul futuro.Produzione: Arcoiris Tv Piacenza

Visita: www.mondinsieme.cremona.it

01) 21 Marzo 2009 concerto in Piazza Plebiscito

Concerto in piazza Plebiscito per la XIV Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafiesul palco:CARO DE ANDRE'CUNTI di e con Alessio Di Modica, Casa Comune Area TeatroFABRIZIO VARCHETTA E WITKO HARRY LOMAN,'A 6724 GRANAMODENA CITY RAMBLERS

Visita: www.libera.it

01) La democrazia delle parole - Tullio de Mauro

Il tempo in cui viviamo è caratterizzato da grandi potenzialità conoscitive e da grandi tentazioni. Nuovi strumenti di relazione tra gli individui e scambi di conoscenze convivono con suggestioni e modelli mediatici che inducono all'individualismo, all'autoreferenzialità nel valutare concetti come giustizia e verità. Eppure basta andare appena oltre la superficie delle parole per cogliere significati più profondi: la “verità” come “aletheia”, ciò che non si può dimenticare, convive con la “verità” come “apocalypsis”, ciò che si scopre, si disvela. Entrambe le accezioni presuppongono adeguatezza comunicativa e congrue competenze linguistiche per poter essere comprese e valorizzate nella storia della comunità. Anche la parola giustizia – e ancor più la giurisdizione che ne costituisce l’attuazione sociale – è legata all'espressione “ius dicere” che indica la lingua come strumento primario mediante il quale una comunità riflette sulle regole e sulla necessità del loro rispetto. La crisi di una società è riscontrabile anche nella crisi delle parole e dei linguaggi, nella perdita generalizzata di quell'insieme di significati e di esperienze senza cui non possono aversi nuovi strumenti cognitivi per affrontare realtà sempre più complesse. Competenze linguistiche alte e diffuse in una comunità sono quindi un prerequisito della democrazia. L'impegno delle Istituzioni e delle Associazioni alla diffusione di quelle competenze qualifica il loro interesse alla crescita delle comunità. Con questi incontri Magistratura Democratica intende offrire ai cittadini l'opportunità di interrogarsi su temi che riguardano la vita democratica e di acquisire una più precisa consapevolezza su un periodo oscuro e tragico della storia italiana sconosciuto a molti giovani. E’ forte la convinzione che educare alla umiltà conoscitiva e alla precisione nella comunicazione sia reale manifestazione di rispetto e onestà intellettuale verso i propri simili. E' questa anche la lezione attualissima che, a 50 anni dalla sua pubblicazione, proviene dall'opera "Esperienze Pastorali" di don Lorenzo Milani. Colui che dall'alto di una sperduta parrocchia di montagna seppe spalancare una finestra sul mondo, trasformando l'isolamento in cui era costretto in una esemplare testimonianza di elevazione civile, coerenza morale e spirito di servizio a favore dei più deboli. 23 ottobre 2008 Barletta, Sala Rossa del Castello Saluti: Ing. Nicola Maffei Sindaco di Barletta. prof. Tullio De Mauro (già Ordinario di Linguistica generale, Professore emerito dell'Università La Sapienza di Roma e già Ministro della Pubblica Istruzione) Sulle vie (interrotte) della democrazia della parola: ripensando all’Articolo 3 della Costituzione e a Esperienze pastorali di don Lorenzo Milani.Coordinatore degli incontri: Francesco Messina, Giudice presso il Tribunale di Trani. Guarda la seconda parte

Visita: magistraturademocratica.it

01)- Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Introduzione al dibattito di Agop Manoukian

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita: www.casadellacultura.it

01)Commemorazione del professore Marco Biagi - Sergio Cofferati

Solenne commemorazione del professore Marco Biagi, nel terzo anniversario della sua uccisione.
Hanno parlato:
Umberto Romagnoli, professore di diritto del lavoro presso l'Università degli Studi di Bologna
Sergio Zavoli, senatore della Repubblica e giornalista.
Sergio Cofferati, sindaco di Bologna
Riprese effetuate presso la Sala del Consiglio Comunale di Palazzo D'Accursio