194 utenti


Libri.itDAISY E LA BELVAIL CASO LUPO CATTIVOUN REGALO PER LA MAMMASHARK!LE RICETTE DI NONNA IRMA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!








Categoria: LIBERA

Totale: 129

Un cortese silenzio. Storia di un uomo delle istituzioni

“Un cortese silenzio. Storia di un uomo delle istituzioni” è il titolo del racconto teatrale del regista e attore Vincenzo Pirrotta che andrà in scena Domenica 5 dicembre alle ore 21, presso la sala ONU del Teatro Massimo di Palermo.

ExtraLibera, il sabato di Contromafiecorruzione

Diretta streaming dall'Auditorium Parco della Musica di Roma per la giornata conclusiva di Extralibera.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Sabato 30 aprile

In memoria di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo,nel quarantesimo anniversario della loro morte

dalle ore 8.30: ingresso in Auditorium

ore 9.00: Letture in memoria di Pio La Torre e Rosario Di Salvo

ore 9.10: Saluto video della Ministra della Giustizia Marta Cartabia

Ore 9.15: Saluto di Gian Carlo Caselli, presidente onorario di Libera. A trent’anni dalle stragi, il nostro impegno contro le mafie e la corruzione

Ore 9.30: Monologo di Vanessa Scalera

Ore 9.50: Confronti tematici

Il PNRR un’occasione di crescita, un rischio per le infiltrazioni mafiose e corruttive. Il ruolo delle istituzioni e le proposte delle parti sociali. Confronto con Giuseppe Busia - Presidente ANAC, Maurizio Vallone - Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Maurizio Landini - Segretario nazionale CGIL, Stefano Ciafani - Presidente Legambiente. Dialogo con Alberto Vannucci, Università di Pisa e Ufficio di Presidenza di Libera.

Gli strumenti investigativi nella lotta alle mafie: la strada da percorrere, le conquiste da difendere e la lotta agli arretramenti. Confronto con Paolo Savio, DDA di Brescia, Ilaria Calò, DDA di Roma, Giuseppe Lombardo, Procura di Reggio Calabria, Franca Imbergamo, Procura nazionale antimafia e antiterrorismo. Dialogo con Enza Rando, Ufficio di Presidenza di Libera.

Le innovazioni necessarie per rendere più efficace la lotta alle mafie e alla corruzione. Alcune direttrici: il patrimonio dei beni confiscati, le proposte educative e le alternative per i minori a rischio, il ruolo delle donne, il diritto alla verità, le proposte di azione a livello europeo. Confronto con Francesco Menditto - Procuratore di Tivoli e Consigliere ANBSC, Roberto di Bella - Presidente del Tribunale per i minori di Catania, Paola de Nicola Travaglini - Consigliera giuridica della Commissione d’inchiesta sul femminicidio, Roberto Giovanni Conti - Consigliere della Corte di Cassazione, Antonio Balsamo - già Consigliere Giuridico della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Vienna, oggi presidente del Tribunale di Palermo. Dialogo con don Luigi Ciotti.

Ore 12: Conclusione di Luigi Ciotti, Presidente di Libera

Coordina i lavori Lucilla Andreucci, Ufficio di Presidenza di Libera

ExtraLibera, il venerdì di Contromafiecorruzione

Auditorium Parco della Musica di Roma.

XIX Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie - Versione Integrale

Il 22 marzo a Latina oltre 100 mila persone hanno partecipato alla XIX giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie.

Guarda l'intervento di Don Ciotti

Visita: www.libera.it

Visita: www.gruppoabele.org

XIX Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie - INTERVENTO DI DON CIOTTI

Il 22 marzo a Latina oltre 100 mila persone hanno partecipato alla XIX giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie.

Guarda la versione integrale

Visita: www.libera.it

Visita: www.gruppoabele.org

XVIII Giornata della memoria - Riunione dei Familiari delle vittime innocenti della mafia

15/03/2013 Sala dei 500 a Palazzo Vecchio, FirenzeRiunione dei Familiari delle vittime innocenti della mafia

Visita: www.libera.it

XVIII Giornata della memoria - Veglia di preghiera

Firenze 15 marzo 2013 in occasione della "XVIII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie" promossa da Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Avviso Pubblico.Veglia di preghiera interreligiosa presso la Basilica di S. Croce con la partecipazione di Don Ciotti

Visita: www.libera.it

XVIII° Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie - VERSIONE INTEGRALE

Centocinquantamila: un fiume di persone ha invaso pacificamente Firenze, raccogliendo l'invito dell'associazione Libera in memoria delle vittime di mafia. Sono arrivati da tutta Italia, con centinaia di autobus e anche con un treno speciale per dire no alla criminalita', per unirsi all'impegno dell'associazione guidata da don Luigi Ciotti che da' voce alle richieste 'troppo spesso' inascoltate dei tanti familiari delle vittime."Non uccidiamoli con le ricorrenze rituali, celebrative. Possiamo invece tenere in vita il loro ricordo facendo memoria delle loro storie di lotta alla mafia e facendo diventare impegno quotidiano tutti i giorni i valori da loro professati". Don Ciotti ha quindi invitato i giovani "a ribellarsi" contro la mafia che a suo parere "va chiamata e definita come una peste". "Cari giovani chiamate sempre la mafia con questo nome, quello di peste".Guarda l'intervento di Luigi Ciotti

Visita: www.gruppoabele.org

Visita: www.libera.it

XVIII° Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie - concerto di Fiorella Mannoia

Il concerto di Fiorella Mannoia per le vittime della mafia chiude la manifestazione di Libera.Guarda la XVIII° Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Visita: www.libera.it

XVIII° Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie - INTERVENTO DI DON CIOTTI

Centocinquantamila: un fiume di persone ha invaso pacificamente Firenze, raccogliendo l'invito dell'associazione Libera in memoria delle vittime di mafia. Sono arrivati da tutta Italia, con centinaia di autobus e anche con un treno speciale per dire no alla criminalita', per unirsi all'impegno dell'associazione guidata da don Luigi Ciotti che da' voce alle richieste 'troppo spesso' inascoltate dei tanti familiari delle vittime."Non uccidiamoli con le ricorrenze rituali, celebrative. Possiamo invece tenere in vita il loro ricordo facendo memoria delle loro storie di lotta alla mafia e facendo diventare impegno quotidiano tutti i giorni i valori da loro professati". Don Ciotti ha quindi invitato i giovani "a ribellarsi" contro la mafia che a suo parere "va chiamata e definita come una peste". "Cari giovani chiamate sempre la mafia con questo nome, quello di peste".Guarda la versione integrale

Visita: www.gruppoabele.org

Visita: www.libera.it