Chi è Online

215 visite
Libri.itNATIONAL GEOGRAPHIC. AROUND THE WORLD IN 125 YEARS – ASIA & OCEANIAANDY WARHOL. POLAROIDS (IEP) - JumboLE FIABE DEI FRATELLI GRIMM - pocket sizeCOCCOLE PER GATTIUPCYCLING L’ARTE DEL RECUPERO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: haiti

Totale: 6

Immagini da Haiti

Immagini da Haiti dopo il terremoto di Haiti di martedì 12 gennaio 2010, secondo la Croce Rossa Internazionale e l'ONU, il terremoto avrebbe coinvolto più di 3 milioni di persone

AIUTIAMO i BAMBINI di HAITI

La Scuola di Pace ha realizzato nel mese di Aprile 2010 una missione umanitaria a favore dei bambini di Haiti.
La missione si è potuta effettuare grazie alle donazioni ricevute dagli alunni di alcune scuole italiane.
La fotografia della situazione ad Haiti, a più di tre mesi dal terremoto del 12 Gennaio scorso, è desolante. Haiti, e in modo particolare la sua capitale Port au Prince, si può definire un vero inferno in terra. Questo è una conseguenza del terremoto, ma non solo. La situazione sociale era già fortemente degradata prima ancora dellevento sismico che ha reso ancora più apocalittica una realtà già dura.
I bambini che erano già scolarizzati sono tornati sui banchi di scuola, che sono per la maggior parte in sistemazioni demergenza, sotto tendoni, capannoni di lamiera, e in qualche caso anche allaria aperta.
Altri frequentano scuole demergenza nelle tendopoli allestite, dove vive la maggior parte della popolazione.

Visita il sito: www.lascuoladipace.org

La vera storia di Haiti

Nessuno si è mai domandato come è possibile che metà di un'isola stia relativamente bene, dal punto di vista economico, mentre l'altra metà sia semplicemente il paese più povero di tutto l'emisfero occidentale?Teoricamente un'isola dovrebbe disporre di risorse naturali divise abbastanza equamente, e non si conoscono isole in cui ci siano fragole, ruscelli dorati e fior di loto da una parte, mentre dall'altra vi siano cave di tufo, zanzare e topi morti.Perchè allora Haiti è il paese più povero dell'Occidente, mentre a Santo Domingo - l'altra metà dell'isola - la popolazione se la passa relativamente bene, o comunque vive in maniera dignitosa?Perchè Haiti ha commesso, oltre duecento anni fa, il più grave peccato mortale che si conosca sulla faccia della terra: ha osato ribellarsi all'uomo bianco.

400+400

400+400Ad Haiti, come ha denunciato Guido Bertolaso, insieme ai marines americani armati fino ai denti, c'era tanta gente che invece di portare aiuto puntava a farsi pubblicità. Facevano eccezione 400 meravigliosi medici cubani ignorati dalla stampa internazionale.

Carità pelosa

L'intervento dei marines armati fino ai denti ad Haiti rischia di trasformarsi in una stabile occupazione come avvenne nel 1919 quando per un altro intervento "umanitario" restarono nel paese 20 anni compiendo eccidi, atrocità e nefandezze di ogni genere.

Haiti, champs de béton

L'espansione delle grandi città in Haiti, a scapito delle terre agricole, è un fenomeno sempre più presente ed è anche uno dei più allarmanti degli ultimi anni. L'importante aumento della popolazione, raddoppiata in circa quaranta anni, è stato accompagnato da un'esplosione di bisogni legati sopratutto al vitto e all'alloggio. L'obiettivo di questo documentario è attirare l'attenzione di tutti, autorità, coltivatori, proprietari : la crescita delle costruzioni anarchiche sulle terre agricole riguarda tutto il popolo haitiano.Urban spreading over farmlands close to the biggest cities of Haiti is a phenomenon which is taking more and more dimension and even one of the most alarming ones those last years. The significant population increasing which, in a period of about forty years has doubled, has been accompanied with an explosion of a set of needs particularly linked with food and accommodation. The objective of that documentary is to draw everyone's attention, authorities, farmers, owners, because it's the whole Haitian people who is concerned by more and more important growth of anarchical constructions on farmlands.

Visita il sito: www.croceviaterra.it