Chi è Online

162 visite
Libri.itMARVIN E. NEWMAN - edizione limitataBERLINO NEGLI ANNI MICHELANGELO. TUTTE LE OPERE DI PITTURA, SCULTURA E ARCHITETTURAIL POZZO DEI TOPIVERMEER. L

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Cerca

Inserisci parole chiave

Risultati della ricerca

Hai cercato: scandalo tav | Risultati: 3

03)- Scandalo Tav - Documentario autoprodotto dai cittadini Romani

Il gruppo NO TAV di Roma si è unito nella piena civiltà e nel pieno diritto di protesta con il gruppo NO TAV della Val di Susa.
In questo documentario vengono nominati i primi "complici" del massacro eco-ambientale e sociale avvenuto a Roma dal 1996 ad oggi da parte della TAV: assessori comunali di Roma e dirigenti TAV, ItalFerr e RFI. Il filmato ripropone in replica una trasmissione di RAI 2 intitolata "Perchè" dove queste persone, davanti a decine di onesti cittadini, dichiarano ufficialmente che un opera del genere è incompatibile con il territorio, che i cittadini per colpa di questa opera avranno moltissimi danni, e che è impossibile pensare di costruire delle gallerie del genere a meno di 10 metri dalle case (SONO ARRIVATI A 3 METRI!!). La trasmissione in questione è andata in onda il 3 maggio 1997.Oggi, dicembre 2005, le gallerie sono state costruite quasi per intero. Hanno predicato una cosa e poi ne hanno fatta un'altra. Chi deve pagare per questo disastro? Fino ad ora abbiamo pagato solo noi cittadini.Il documentario termina con le riprese dei cantieri in questi ultimi mesi (proprio per far delineare le notevoli differenze tra le parole e i reali fatti). Speriamo che questi documentari aiutino anche gli abitanti della Val Di Susa a comprendere a pieno che cosa è la TAV.
Visita il sito: www.notav.it
Visita il sito: www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/tav.html

02)- Scandalo Tav - Documentario autoprodotto dai cittadini Romani

Il gruppo NO TAV di Roma si è unito nella piena civiltà e nel pieno diritto di protesta con il gruppo NO TAV della Val di Susa.
Finalmente dopo 10 anni di silenzi qualcosa si muove! Sono 10 anni che noi romani protestiamo e contestiamo la TAV! 10 anni di incubi, vita poco salubre e poche ore di sonno. 10 anni di vita dentro ad un cantiere. La linea passa a 3 metri dai condomini di Roma est per ben oltre 12 km! Un muro di Berlino che divite la città, un quartiere dall'altro! Un muro alto oltre 12 metri lungo oltre 12 km dentro al centro urbano di Roma. Le case dei frontisti ufficialmente inagibili e incompatibili. E siamo costretti a vivere qui.
Ci avevano promesso espropri lungo la linea, con relativo abbattimento degli edifici e il pagamento del valore dell'intero immobile. Cosi non è stato. I soldi non c'erano e non ci sono. I più fortunati hanno avuto meno della metà del valore dell'immobile. Perciò dobbiamo vivere a soli 3 metri da 4 gallerie alte oltre 12 metri (ogni appartamento trasformato in loculo). Con infiltrazioni d'acqua nelle cantine causate dai lavori, crepe e crolli di degli edifici per le notevoli vibrazioni e rumori molesti, interi edifici dichiarati incompatibili e inagibili. Cariche della polizia e delle forze dell'ordine contro i cittadini mentre le scavatrici entravano con prepotenza dentro ai giradini condominiali... Sono 10 anni che non viviamo! E chiediamo giustizia! È contro la natura, contro l'ambiente, contro il normale vivere civile costruire un eco-mostro del genere all'interno del centro urbano della Città Eterna! Un muro alto 12,50 metri e lungo oltre 12 km e largo quanto (e forse più) un autostrada a 3 corsie (a doppio senso... perciò 6 corsie nel cuore del centro urbano di Roma). Questo eco-mostro penetra da est a ovest (dalla periferia verso Stazione Termini) dividendo completaemente a metà interi quartieri e borgate. E più protestiamo e più le forze dell'ordine ci "caricano". Sono 10 anni che nessuno ci ascolta. Ecco perchè, portati alla esasperazione, molti cittadini di Roma si sono dati fuoco nel momento in cui le ruspe e le scavatrici sono entrate in azione buttando giù interi palazzi, giardini condominiali, garage... insomma il lavoro onesto di una vita.
Visita il sito: www.notav.it
Visita il sito: http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/tav.html

01)- Scandalo Tav - Documentario autoprodotto dai cittadini Romani

Il gruppo NO TAV di Roma si è unito nella piena civiltà e nel pieno diritto di protesta con il gruppo NO TAV della Val di Susa.
Finalmente dopo 10 anni di silenzi qualcosa si muove! Sono 10 anni che noi romani protestiamo e contestiamo la TAV! 10 anni di incubi, vita poco salubre e poche ore di sonno. 10 anni di vita dentro ad un cantiere. La linea passa a 3 metri dai condomini di Roma est per ben oltre 12 km! Un muro di Berlino che divite la città, un quartiere dall'altro! Un muro alto oltre 12 metri lungo oltre 12 km dentro al centro urbano di Roma. Le case dei frontisti ufficialmente inagibili e incompatibili. E siamo costretti a vivere qui.
Ci avevano promesso espropri lungo la linea, con relativo abbattimento degli edifici e il pagamento del valore dell'intero immobile. Cosi non è stato. I soldi non c'erano e non ci sono. I più fortunati hanno avuto meno della metà del valore dell'immobile. Perciò dobbiamo vivere a soli 3 metri da 4 gallerie alte oltre 12 metri (ogni appartamento trasformato in loculo). Con infiltrazioni d'acqua nelle cantine causate dai lavori, crepe e crolli di degli edifici per le notevoli vibrazioni e rumori molesti, interi edifici dichiarati incompatibili e inagibili. Cariche della polizia e delle forze dell'ordine contro i cittadini mentre le scavatrici entravano con prepotenza dentro ai giradini condominiali... Sono 10 anni che non viviamo! E chiediamo giustizia! È contro la natura, contro l'ambiente, contro il normale vivere civile costruire un eco-mostro del genere all'interno del centro urbano della Città Eterna! Un muro alto 12,50 metri e lungo oltre 12 km e largo quanto (e forse più) un autostrada a 3 corsie (a doppio senso... perciò 6 corsie nel cuore del centro urbano di Roma). Questo eco-mostro penetra da est a ovest (dalla periferia verso Stazione Termini) dividendo completaemente a metà interi quartieri e borgate. E più protestiamo e più le forze dell'ordine ci "caricano". Sono 10 anni che nessuno ci ascolta. Ecco perchè, portati alla esasperazione, molti cittadini di Roma si sono dati fuoco nel momento in cui le ruspe e le scavatrici sono entrate in azione buttando giù interi palazzi, giardini condominiali, garage... insomma il lavoro onesto di una vita.
Visita il sito: www.notav.it
Visita il sito: http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/tav.html