330 utenti


Libri.itLA SIRENETTALILLI E MOSTROPUPAZZOLO 2TILÙ BLU NON VUOLE PIÙ IL CIUCCION. 225 MACÍAS PEREDO (2014-2024) MONOGRAFIAGLI UCCELLI vol. 2
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!












Categoria: Recensioni film e serie tv (247)

Categoria: Recensioni film e serie tv

Sottocategorie (230)

Totale: 17

Civil war - Garland il furbetto, e il gioco dei compartimenti stagni

Che CIVIL WAR sia un film con tocchi di altissima classe, è al di là di ogni dubbio. Che sia stato definito - e da più parti - come il film più coraggioso dell'anno, dice come la madre degli infinocchiati sia sempre incinta, dacché, quello che manca a questo film, è proprio il coraggio.

Oscar 2024 - Chiacchera [mezza estemporanea] sulla riva del torrente

Da Oppenheimer agli ebrei di Ceccherini, passando per Barbie ricordandoci di Godzilla. Perché il passato serve a nascondere il presente.

Hostiles - (2017) Una recensione

Da vedere. Il film perde il segno, ma a noi lo lascia: e alla grande. Un'opera che rimarrà Cartina al Tornasole per chi studia cinema o ne è interessato. Hostiles colpisce e lo fa in modo esemplare; insegna, se si vuole, a distinguere tra film e cinema: tra "attori" e attori. L'opera, però, ha voluto scientemente perdere la bussola. Se non ci si era resi conto al cinema lo si potrà realizzare comodamente a casa, oppure ri-guardandoselo se fosse sfuggita (cosa più che comprensibile). Tutto ciò non toglie al film la forza di solcare e squarciare senza pietà ... continua

Death Stranding Director's Cut. Come e perché giocarlo

In questo video i miti e i falsi miti dell'opera di Kojima sono messi alla sbarra, sino a una riflessione filosofica e non solo, tantoché si mettono in luce anche le posizioni di youtuber blasonati; e come la questione cruciale sia sempre bellamente esclusa (o elusa): parliamo dei livelli di difficoltà nei videogiochi, anche in linea generale. Death Stranding è un videogioco sbagliato quanto dannatamente affascinante. E vedremo come non farsi gabbare dalle stupidaggini di Kojima e, non da meno, mettendo in luce come certe accuse siano in realtà un falso problema ... continua

Lost River - Gosling VS Malick VS Lynch VS storicizzazione del cinema

La violenza della paura non è la paura generata dalla violenza. L'esordio di Gosling mette alla sbarra i critici. Sulla nebbia delle percezioni. 42 secondi di silenzio. Focalizzare forma e contenuti nell'Era contemporanea e postmoderna.

L'angolo della pillola. Israele ordina. Atto secondo

La scienza si sbagliava, la velocità di ritrattare supera quella della Luce.

Killers of the flower moon

Chi fotografa i soprusi e chi li esporta

Il ragazzo e l'airone. E così finisce Miyazaki (Nessuna rivelazione della trama)

Ingannando i Fans in raffinate suggestioni e lasciando stelle filanti per i critici che si faranno fighi con cervellotiche interpretazioni, questo film rimarrà solo uno gioco di fumo e specchi tra chi non vorrà ammettere di essere stato gabbato e chi cercherà la luce in un pozzo senza fondo.

Trieste e Modena. Gemellaggio per il nuovo mondo. Orwell o Huxley: chi dei due aveva ragione?

C'è gente che pagherebbe per vendersi. Così, il grande Victor Hugo ebbe a sottolineare. Quante maniere ci sono di vendersi? Molte. Modena riesce nella maniera più sottile, quella di farlo in nome di Dio, tanto per cambiare. Il nuovo fanatismo e la nuova religione batte la strada dell'omologazione e del pensiero passivo, ma colorato di luci e lucette. I nuovi sacerdoti inoculano il linguaggio della morte augurando buon natale a tutti i bambini. Due personaggi, due pensatori, due scrittori (e non solo), i più eccellenti in questo senso, ebbero a profetizzare questo ... continua

Purge (Puhdistus) Pugni allo stomaco e al cuore

Un film che pecca approfittando di cliché furbeschi e non solo. Nonostante queste mancanze, nel suo complesso la pellicola vanta una cifra cinematografica di alto registro. Mostruose le interpretazioni. Dà molto di che riflettere sulla violenza del Potere e sull'amore che resiste. In Estonia, su due linee temporali diverse, uno squarcio crudo e magistrale s'una pagina di storia dilaniante e troppo poco identificata.