Chi è Online

Chi è Online

475 utenti
Libri.itAI WEIWEI (INT) - 40PETER LINDBERGH. DIOR (INT) - XLTHE MARVEL AGE OF COMICS 1961–1978 (I) - 40BRUEGEL. THE COMPLETE PAINTINGS (GB) - 40URBAN SKETCHING - TRUCCHI E TECNICHE
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: Italia

Totale: 73

Intervento di Hugo Chavez in occasione del bicentenario del giuramento di Simon Bolivar

Il video documenta l'intervento del Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela Hugo Chavez a Roma in occasione del bicentenario del giuramento di Simon Bolivar "El libertador" sul Montesacro.

01)- Convegno sullo spreco dello stato Italiano - Primo tempo

Convegno contro lo spreco di Stato organizzato dalla Senatrice Franca Rame a Alcatraz, 9-11 giugno 2006.
Obiettivo: registrare lo stato dell'arte sull'analisi dello sperpero della Pubblica Amministrazione.
Registrazione effetuata presso l'università libera di Alcatraz durante il CONVEGNO SULLO SPRECO DELLO STATO ITALIANO.
Visita il sito: www.jacopofo.com

01)- 7 Leggi per cambiare l'Italia - Prima Parte

AMMINISTRAZIONE PUBBLICA, SICUREZZA SUL LAVORO,AMBIENTE, MAFIA E CLASS ACTION
1° PARTE- 2°PARTE
Numerosi Senatori e Deputati hanno espresso la volontà di promuovere
l'approvazione di un pacchetto di sette proposte legislative in tema
di sicurezza sul lavoro, tutela ambientale, legalità e giustizia. Si
tratta apparentemente di leggi "minimaliste", tuttavia, se approvate,
produrrebbero piccoli concreti cambiamenti sviluppando circoli
virtuosi dal punto di vista economico e sociale.
Separatamente sarebbe molto difficile far approvare queste leggi e si
è quindi pensato di unire le forze a livello parlamentare mobilitando,
al contempo, il mondo dell'associazionismo e dei siti internet
progressisti.
Il 18 giugno 2007, a Roma, si è tenuto un convegno di coordinamento.
Intervengono:Jacopo Fo,Lorenzo Carmassi, Franca Rame, Gerardo D'Ambrosio, Mauro Bulgarelli, Stefano Pedica,Felice Casson, Domenico Bacci, Antonio Rotelli.
Moderatore: Antonio Rotelli
_____________________________________________
PROMOTORI:
Franca Rame
Domenico Bacci, SITI Sindacato Italiano per la Tutela dell'Investimento edel risparmio
Jacopo Fo, Libera Università di Alcatraz
Lorenzo Carmassi, Reset Class Action National Group
PARTECIPANTI:
Libera, WWF Italia, Legambiente, Greenpeace Italia, Telefono Azzurro,Telefono Rosa, FALBI Federazione Autonoma Lavoratori Banca d'Italia – Consob– Agcom – SIAE – UIC, ADUC Associazione per i diritti degli utenti econsumatori, USICONS, ISDE Associazione Medici per l'Ambiente ISDE Italia -International Society of Doctors for the Environment, AGIT AvvocatiGiusconsumeristi Italiani, European Consumers, Comitato Sopravvissuti delVajont, Telefono Blu SosConsumatori, Telefono Antiplagio, AssociazioneItaliana Familiari e Vittime della Strada, Comitato di Cittadinanza AttivaAmbiente e Legalità, AzionariatoDiffuso/Federisparmiatori/ComitatoRisparmiatori e piccoli azionisti Bipop-Carire, API AssociazionePolitrasfusi Italiani, Bispensiero, Giovani dell'Italia dei Valori, GrilliRomani - Amici di Beppe Grillo di Roma
_____________________________________________
Realizzato da Arcoiris Roma
Riprese: Riccardo Fioramonti, Roberto Spellucci
Montaggio: Ferdinando Dell'Omo, Roberto Spellucci

03)- Convegno sullo spreco dello stato Italiano - Conclusioni

Convegno contro lo spreco di Stato organizzato dalla Senatrice Franca Rame a Alcatraz, 9-11 giugno 2006.
Obiettivo: registrare lo stato dell'arte sull'analisi dello sperpero della Pubblica Amministrazione.
Registrazione effetuata presso l'università libera di Alcatraz durante il CONVEGNO SULLO SPRECO DELLO STATO ITALIANO.
Visita il sito: www.jacopofo.com

02)- 7 Leggi per cambiare l'Italia - Seconda Parte

AMMINISTRAZIONE PUBBLICA, SICUREZZA SUL LAVORO,AMBIENTE, MAFIA E CLASS ACTION
1° PARTE- 2°PARTE
Numerosi Senatori e Deputati hanno espresso la volontà di promuovere
l'approvazione di un pacchetto di sette proposte legislative in tema
di sicurezza sul lavoro, tutela ambientale, legalità e giustizia. Si
tratta apparentemente di leggi "minimaliste", tuttavia, se approvate,
produrrebbero piccoli concreti cambiamenti sviluppando circoli
virtuosi dal punto di vista economico e sociale.
Separatamente sarebbe molto difficile far approvare queste leggi e si
è quindi pensato di unire le forze a livello parlamentare mobilitando,
al contempo, il mondo dell'associazionismo e dei siti internet
progressisti.
Il 18 giugno 2007, a Roma, si è tenuto un convegno di coordinamento.
Intervengono: Franca Rame, Massimo Merighi, Mauro Bulgarelli, Gerardo D'ambrosio, Jacopo Fo, Serenetta Monti, Giuseppe Carpentieri,Vittorio Marinelli, Nunzio Cirino, Fernando Fratini, Gabriella Stramaccioni, Luca Assirelli, Micaela Coletti, Monica Amici.
Moderatore: Lorenzo Carmassi
_____________________________________________
PROMOTORI:
Franca Rame
Domenico Bacci, SITI Sindacato Italiano per la Tutela dell'Investimento edel risparmio
Jacopo Fo, Libera Università di Alcatraz
Lorenzo Carmassi, Reset Class Action National Group
PARTECIPANTI:
Libera, WWF Italia, Legambiente, Greenpeace Italia, Telefono Azzurro,Telefono Rosa, FALBI Federazione Autonoma Lavoratori Banca d'Italia – Consob– Agcom – SIAE – UIC, ADUC Associazione per i diritti degli utenti econsumatori, USICONS, ISDE Associazione Medici per l'Ambiente ISDE Italia -International Society of Doctors for the Environment, AGIT AvvocatiGiusconsumeristi Italiani, European Consumers, Comitato Sopravvissuti delVajont, Telefono Blu SosConsumatori, Telefono Antiplagio, AssociazioneItaliana Familiari e Vittime della Strada, Comitato di Cittadinanza AttivaAmbiente e Legalità, AzionariatoDiffuso/Federisparmiatori/ComitatoRisparmiatori e piccoli azionisti Bipop-Carire, API AssociazionePolitrasfusi Italiani, Bispensiero, Giovani dell'Italia dei Valori, GrilliRomani - Amici di Beppe Grillo di Roma
_____________________________________________
Realizzato da Arcoiris Roma
Riprese: Riccardo Fioramonti, Roberto Spellucci
Montaggio: Ferdinando Dell'Omo, Roberto Spellucci

Reggae in Italia

Il reggae in Italia inizia con le 'notti del leone' e cioè i concerti di Milano e Torino di Bob Marley alla fine del giugno 1980. Sulla scia di quell'evento si crea una piccola scena composta di poche bands come Africa United, Different Stylee, Puff Bong o Jah Children Family Band che si trovano ogni anno per celebrare l'anniversario della morte di Bob Marley mentre i primi pionieristici distributori di dischi o agitatori culturali legati al reggae come Concerko e Good Stuff iniziano a vendere dischi per corrispondenza ed ad organizzare i primi ormai leggendari concerti italiani di personaggi come Gregory Isaacs, Burning Spear, Third World o Black Uhuru. Nei centri sociali molti giovani si appassionano agli irruenti suoni della dancehall giamaicana ed iniziano importanti esperienze di liriche ‘ragga’ di protesta in italiano e dialetto come quella che darà vita ai Sud Sound System in Salento. Ogni città ha il suo stile, i suoi selecters ed i suoi artisti: a Firenze Il Generale e Jaka, in Liguria Briggy Bronson, in Puglia Suoni Mudù e Struggle a Roma One Love Hi Powa, Radici Nel Cemento e Villa Ada Posse. Prende sempre più piede l'idea di suonare la dancehall con le possibilità techiche che giamaicani e londinesi insegnano e ogni mese da nord a sud viene inaugurato al suono di bassi potentissimi un nuovo sound system autocostruito A Venezia i Radio Rebelde tengono alta la bandiera del roots e i Pitura Freska hanno enorme successo a San Remo con il loro reggae in dialetto veneziano La scena cresce e cresce fino ai giorni nostri con centinaia di sound systems a pompare il reggae in quasi tutte le città d'Italia ed un intricato sottobosco di bands ad artisti che fa musica per piacere e per urgenza creativa sfidando la crisi del mercato discografico con decine e decine di prodotti indipendenti di ottimo livello. L'Italia ha un posto nella mappa del reggae mondiale grazie al successo di top sounds come One Love Hi Powa e di Alborosie, l'artista italiano parte integrante ormai della scena reggae giamaicana. Il Rototom Sunplash è cresciuto con la scena reggae italiana in questi quindici anni dando tantissimo spazio alle bands ed ai sound systems italiani: nella discussione di oggi parleremo dei vecchi tempi e delle nuove prospettive con veterani e nuovi personaggi. Alla prima schiera appartengono il conduttore radiofonico on air dal 1988 Vito War, il cantante di Africa Unite Bunna a testimoniare ventisette lunghi anni di passione, l'ex-Sud Sound System Treble dal Salento, il romano Raina (Villa Ada Posse) ed il siculo-fiorentino Jaka. Da una scena nuova come quella sarda ascolteremo le parole di Train To Roots e dei cantanti Dr. Boost, Shakaroot e Rootsman I. Sicuramente altri contributi si aggiungeranno alla discussione!

Visita: www.rototom.com

Incontro con Emergency - Un'altra Italia

Per una cultura della pace e della solidarietà.
Il 5 maggio 2012 "Un'altra Italia" ha presentato a Monaco l'organizzazione italiana Emergency, attiva dal 1994 sui principali teatri di crisi umanitaria in tutto il mondo, fornendo assistenza e cura alle vittime civili delle guerre e della povertà.
Hanno partecipato: Cecilia Strada (presidente di Emergency), Marco Garatti, Giovanni Hoepli, Michael Braun

Visita: www.centofiori.de

Ecuador: l'esperienza nel campo dell'epidemiologia ambientale - Intervento di Benedetto Terracini

Tavola Rotonda
Cooperazione Italia - Ecuador: l'esperienza nel campo dell'epidemiologia ambientale
Per presentare il volume di epidemiologia ambientale, "Ambiente y salud" di Raul Harari e Pietro Comba
Benedetto Terracini (Centro di Prevenzione Oncologica, Università di Torino)

Ecuador: l'esperienza nel campo dell'epidemiologia ambientale - Intervento di Liliana Cori

Tavola Rotonda
Cooperazione Italia - Ecuador: l'esperienza nel campo dell'epidemiologia ambientale
Per presentare il volume di epidemiologia ambientale, "Ambiente y salud" di Raul Harari e Pietro Comba
Liliana Cori (Lettrice dell'intervento del senatore Francesco Martone)

Articolo 32

"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività", recita l'articolo 32 della Costituzione italiana che dà il titolo al nuovo documentario sul lavoro di Emergency in Italia. Dall'assistenza ai migranti che sbarcano sulle nostre coste alle stanze del Poliambulatorio di Marghera, dove un paziente su cinque è italiano, "Articolo 32", del regista Antonio Di Peppo, racconta un'Italia dove anche un diritto umano fondamentale come quello a essere curato non trova attuazione.

Famiglie appena arrivate nel nostro Paese in fuga dalla guerra, stagionali impegnati nella raccolta dei pomodori e tanti italiani, i cosiddetti "nuovi poveri", descrivono le loro difficoltà ad accedere alle cure di cui hanno bisogno.
E il racconto degli operatori si alterna al dialogo con lo scrittore Erri De Luca, con l'attore Ascanio Celestini e con Cecilia Strada, Presidente di Emergency, che mettono in luce le ragioni di un disagio profondo, che riguarda fasce sempre più ampie della popolazione.

Visita: www.emergency.it

Visita: nessunoescluso.emergency.it


Tutti i filmati inviati da EMERGENCY