Chi è Online

412 utenti
Libri.itWEB DESIGN. THE EVOLUTION OF THE DIGITAL WORLD 1990-TODAYIL PRINCIPE CERCA MOGLIEN.201 CARUSO ST JOHN (2013-2019)FRANCE AROUND 1900. A PORTRAIT IN COLOURGAUDÍ. THE COMPLETE WORKS
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: manif

Totale: 151

"L'Italia Chiamò" Intervento di Maurizio Torrealta

NADiRinforma propone l'estrapolato dell'intervento di Maurizio Torrealta, Direttore di Rai News 24, durante la presentazione del documentario “L'Italia chiamò” di Matteo Scanni, Leonardo Brogioni e Angelo Miotto

Visita: www.italiachiamo.net

Visita: www.mediconadir.it

"L'Italia chiamò" Intervento di Antonietta Gatti

NADiRinforma propone l'estrapolato dell'intervento di Antonietta Gatti, fisico laboratorio Nanodiagnostics, durante la presentazione del documentario “L'Italia chiamò” di Matteo Scanni, Leonardo Brogioni e Angelo Miotto

Visita: www.italiachiamo.net

Visita: www.mediconadir.it

"L'Italia chiamò" Intervento di Mauro Bulgarelli

NADiRinforma propone l'estrapolato dell'intervento di Mauro Bulgarelli, Membro Commissione parlamentare sull'uranio impoverito, durante la presentazione del documentario “L'Italia chiamò” di Matteo Scanni, Leonardo Brogioni e Angelo Miotto

Visita: www.italiachiamo.net

Visita: www.mediconadir.it

"Ojo Por Ojo" Nano Stern. Chile

Nano Stern publicó durante este viernes una nueva canción inspirada en los hechos de violencia llevados a cabo durante el estallido social del 18 de octubre, hasta la actualidad. "Ojo por ojo" es el tema que en colaboración del rapero mapuche Jaime Cuyanao, conocido como "Waikil".

Wikipedia: Nano Stern (Santiago, 30 de marzo de 1985), es un cantautor, multiinstrumentista y compositor chileno adscrito a la «tercera generación de cantautores chilenos» que aparecen a partir de la década de 1990.1 Su trabajo se vincula con el canto popular y ha incursionado en la trova, folk y rock.2

... Sus primeros estudios de música lo introdujeron en estilos como el jazz y el rock, pero fue en sus viajes a Europa donde cultivó su gusto por la fusión latinoamericana, el folk y con la nueva canción chilena. Tiene influencias de artistas chilenos como la agrupación Inti-Illimani o el grupo Los Jaivas,19 así como Víctor Jara y Violeta Parra, a quienes les dedicó su canción «Dos cantores». «Necesito una canción» es, según comentó alguna vez el mismo Stern, una respuesta a la canción de Violeta Parra «Cantores que reflexionan».

Publicado por: 12 feb. 2020, el 12 feb. 2020.

1977-2011 la lotta...continua

NADiRinforma.In occasione del 34° anniversario dell'omicidio di Francesco Lorusso, militante di Lotta Continua, ucciso da un colpo d'arma da fuoco durante gli scontri di Bologna del marzo '77, il 12 marzo 2011 si ritrovano in piazza a ricordarne la memoria i militanti di allora insieme ai giovani studenti di oggi.

Visita: www.mediconadir.it

1°Maggio 2008 Festa dei lavoratori

Mosaico Tv incontra alcuni cittadini che manifestano per la festa dei lavoratori.

28 anni dopo la strage: cosa ne pensa la gente ?

NADiRinforma ha raccolto alcune dichiarazioni dalle persone che hanno partecipato alla manifestazione commemorativa il 28° anniversario della strage alla stazione di Bologna. Dai tentativi orientati alla revisione delle sentenze che giunsero alla condanna di militanti di estrema destra dei Nuclei Armati Rivoluzionari ora pare ci si voglia orientare verso la cosiddetta pista palestinese già a suo tempo proposta dall’allora Presidente del Consiglio, Francesco Cossiga, al vissuto di ingiustizia subita dalle vittime e dai loro famigliari. I cittadini sentono crescere sempre più il desiderio di verità che, unito, alla condivisione del dolore crea e sostiene la memoria per ciò che il Paese intero ha vissuto durante i lunghi e bui anni di piombo. I giovani si uniscono in un abbraccio carico di emozioni comprendendo il grande valore della memoria storica a sostegno della costruzione di un futuro civile e democratico. Tra le novità di quest’anno, ci dice Paolo Bolognesi, Presidente dell’associazione delle vittime, assieme al francobollo commemorativo, sono stati realizzati spilloni da giacca raffiguranti l’orologio della stazione con le lancette ferme alle 10:25 (ora della strage) e la scritta “per non dimenticare” utilizzando l’oro della P2 (712 grammi) donato all’associazione dai giudici Colombo e Turone, quale parte del risarcimento di una causa di diffamazione vinta dagli stessi magistrati contro Licio Gelli.

Visita: www.stragi.it

Visita: www.mediconadir.it

30 Pesos - DESMAK (Prod. By Alex Fuego), Chile

Manifestaciones subversivas, Chile.

4 aprile 2009. La parola ai lavoratori

NADiRinforma: In occasione della manifestazione nazionale della CGIL da tutta Italia accorrono a Roma migliaia di lavoratori per protestare contro l'accordo separato per la riforma dei contratti.Nel referendum indetto dallo stesso sindacato il 96,27 per cento dei lavoratori che ha partecipato alla consultazione ha detto "no" all'accordo separato del 22 gennaio sul nuovo modello contrattuale, l'intesa cioè siglata dalla CISL e dalla UIL senza l’ok del sindacato di Epifani.Secondo i dati forniti in conferenza stampa dal numero uno della CGIL, alla consultazione hanno partecipato 3,6 milioni di lavoratori, pari al 71% dei lavoratori che nel 2007 parteciparono al referendum unitario di CGIL, CISL e UIL sul protocollo per il welfare.In una policroma manifestazione di volti e di voci i partecipanti si sono mobilitati contro la disoccupazione, le morti bianche, il precariato giovanile e per la dignità del lavoro.

Visita: www.mediconadir.it

5 luglio 2008: manifestazione antirazzista

NADiRinforma propone il filmato relativo alla manifestazione antirazzista che si è tenuta sabato 5 luglio 2008 a Bologna. L'evento ha avuto l'innegabile valore di mostrare quanto nel nostro Paese sia pressante il bisogno di condividere da parte della più parte della gente. Gente resa silente dal clima di paura sapientemente indotto e condotto verso un destino di frammentazione di una società già di per sé fragile. Non ci si può più nascondere dinanzi all'emersione di un sentimento razzista che pare inondare le coscienze obnubilandole sino a paralizzarle. Ascoltare le accorate testimonianze di tanti migranti, scambiare opinioni con i nativi, percepire l'emozione di essere parte di un sociale che vuole muoversi verso la conquista del rispetto della dignità umana è utilissimo, se non necessario al fine di ritrovare la speranza che pare essere svanita nei loschi gironi dell'oligarchia politico-economica incentrata su di sé tanto da rischiare l'implosione. La manifestazione è stata un successo e per la partecipazione, e per i contenuti e per la capacità della cittadinanza presente di manifestare pacificamente, tanto che il solo accenno di scontri all'avvio del corteo è stato immediatamente ed efficacemente contenuto sia dai manifestanti che dalla polizia nel rispetto delle regole democratiche. Si sono contate un migliaio di presenze che hanno sfilato animate da energia pacifica e pacifista, ma allo stesso tempo determinata e risoluta nelle richieste avanzate. Gli intervenuti provenienti da non solo da Bologna, ma dalla regione Emilia Romagna tutta, si sono schierati dietro ad uno striscione che proclamava: “Siamo tutti più sicuri se i migranti sono liberi!" in contrapposizione al pregiudizio imperante che vuole collocare i migranti nella fascia della criminalità forzosamente ed ingiustificatamente, cercando così di fare emergere i valori che sostengono i concetti di libertà e di democrazia. La manifestazione si è conclusa dopo circa tre ore in piazza re Enzo lanciando una campagna orientata a promuovere una giornata di sciopero del lavoro migrante ed una grande manifestazione antirazzista nazionale a Roma il prossimo 4 ottobre.

Visita: www.mediconadir.it