Chi è Online

398 utenti
Libri.itMOVIES OF THE 1960CRONACHE DEI MONDI SOTTERRANEIMERLINO, SALCICCIA E TARTINAMARIO TESTINO. CIAO. OMAGGIO ALLLA SIGNORINA PEPPINA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: SUBCOMANDANTE

Totale: 1

Non ci stancheremo: i progetti delle donne di Polho'

Il Municipio autonomo di San Pedro Polho' dista un'ora e mezza di auto dalla città di San Cristobal del Las Casas (Chiapas - MX).Il primo accampamento di rifugiati si è insediato nella zona nel 1997 a seguito delle minacce, delle violenze e degli assassinii dei gruppi paramilitari della zona.Il fatto più grave è stato il massacro di Acteal, la comunità indigena poco lontana da Polho' dove il 22 Dicembre 1997 forze paramilitari appartenenti al partito rivoluzionario istituzionale del villaggio di Chenalho' hanno aperto il fuoco contro le persone inermi che si trovavano all'interno della chiesa all'ora della messa.Il saldo del massacro è la morte di 1 neonato, 14 bambini, 21 donne e 19 uomini oltre a numerosi feriti appartenenti alle basi d'appoggio dell'esercito zapatista di liberazione nazionale.A seguito di questi violenti attacchi si è verificato un nuovo massiccio esodo.Numerosi indigeni sono stati costretti ad ad abbandonare le loro case e le loro terre e trovare rifugio a Polho'.Qui ora vivono 8 mila persone in condizioni di vita spesso disperate per la difficoltà di coltivare la terra in una zona così impervia, per la mancanza di una rete idrica efficiente, per la mancanza di cibo, e soprattutto carne, per la minaccia costante di militari e paramilitari che circondano il municipio autonomo.

Visita: www.laneta.apc.org