Arcoiris TV

Chi è Online

274 utenti
Libri.itANNA DEI MIRACOLILAURENT BENAMTIKI POP (INT)BAUHAUSMDELS. A TRIBUTE TO PIONEERING WOMEN ARTISTSCRONACHE DEI MONDI SOTTERRANEI

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Tutti i filmati inviati da UNIMONDO

Totale: 12

Libere Americhe

Bolzano 2-3 Dicembre 2005
Dentro l'EURAC s'accendono le luci, le musiche. I sapori si mescolano ai saperi. Tessuti, artigianato, libri e riviste. Le foto scorrono sui maxischermi, l'expò fa sfoggio di progetti e storie. I film si alternano come i testimonial o le note di tango. Siamo in America Latina.
Storie di donne, di economie informali, commercio equo e liberazione dalla povertà. Storie che ci riguardano. Raccontate in primis da:
Bibliotea Culture del Mondo; Botteghe del Mondo, Columbia y su gente, Donne Nissà; Gesellschaft für Bedrote Volker; GVC (gruppo di volontariato civile); il Germolio; latinoamerica; Associazione Los Quinchos; Ucodep, Comune di Bolzano; Provincia di Bolzano; Unimondo; Stefano Cotone; Lucia ed Antonio Veronese De Sarro; Pablo Aciar e Andreas Melchiori.
E non poteva essere altrimenti nella terra ove è nato non solo il microcredito (Alta Badia) ma anche il commercio equo e solidale in Italia (Bolzano). Una terra, per sua natura, cooperativa.
Visita il sito: www.unimondo.org

AmericAmeriche - World Social Agenda

World Social Agenda - AmericAmeriche
Padova 6/7 Maggio 2005
Visita il sito: www.unimondo.org

La via asiatica

Un film di: Giovanni Panozzo
Prodotto da: World Social Agenda
Visita il sito: www.unimondo.org

Mal d'Africa - WSA 2004 Trento

Mal d'Africa è il nome scelto per la "due giorni" che ha avuto luogo a Trento il 5 e 6 aprile 2004, a dieci anni dal genocidio del Rwanda, ricordato solennemente negli stessi giorni dalle Nazioni Unite. L'intenzione era quella di accendere i riflettori sull'Africa partendo dal territorio, e quindi coinvolgendo le istituzioni e le associazioni del Trentino che si occupano di cooperazione allo sviluppo e di solidarietà internazionale, ma anche gli immigrati presenti nella nostra provincia, nonché le scuole superiori che da tempo stanno approfondendo tematiche legate al continente africano e sviluppando percorsi all'insegna dell'interculturalità. L'iniziativa - collocata nell'ambito della World Social Agenda - ha avuto come cornice la Sala Cooperazione della Federazione Trentina delle Cooperative, nonché il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, il teatro Cuminetti e Palazzo Trentini. Al centro dell'attenzione i progetti di cooperazione allo sviluppo ed inoltre la storia, la politica, l'arte, la musica, i film, i cibi dell'Africa, in un percorso che ha visto la partecipazione di centinaia di cittadini. "Mal d'Africa" è stato promosso da: Provincia autonoma di Trento, Fondazione Fontana Onlus, Comune di Trento, Centro Servizi Volontariato, Fondazione Opera Campana dei Caduti, Unimondo.org, con il coinvolgimento di numerosi sponsor e associazioni di volontariato.
Visita il sito: www.unimondo.org

America Latina

QuestAltroMondo, la manifestazione organizzata a Martignano e Trento da Tremembè, Cinformi, Cooperativa Mandacerù, Fondazione FOntana e Unimondo - con il sostegno, tra gli altri, della Provincia autonoma di Trento (Assesorato alla solidarietà internazionale) - ha portato in Trentino, dal 13 al 22 maggio, l'America Latina.
L'America Latina con la forza delle sue culture, delle sue musiche, dei suoi sapori, e con l'attualità delle sue esperineze sociali e politiche - una per tutte il Forum mondiale di Porto ALegre - all'insegna della democrazia partecipata.
Ma anche con i tanti progetti realizzati dal volontariato trentino in Brasile, Argentina, Perù, Nicaragua, Salvador e così via, nel nome della solidarietà internazionale.
Senza dimenticare che noi abbiamo con l'America Latina un debito di lunga data, perchè in passato quel Continente accolse migliaia di nostri emigrati, dando ad essi un futuro, e contribuì, grazie alle loro rimesse, a sostenere il nostro stesso sviluppo.
In queste immagini, alcuni dei volti, delle emozioni, dei dibattiti, degli eventi e delle feste che hanno animato l'edizione 2005 della World Social Agenda, culminata nella conferenza pubblica "L'Altro G8: decrazia è partecipazione", la quale ha visto protagoniste le donne.
Un'edizione che ha visto il contributo anche di tanti studenti delle scuole trentine, affascinati da un "altro mondo" che ormai è dietro l'angolo, anzi che è qui, tra noi, con i suoi libri, le sue musiche, i suoi prodotti.
Con gli immigrati e le loro associazioni.
E con i suoi problemi: l'instabilità politica, il condizionamento esercitato dalle multinazionali, gli squilibri sociali.
Visita il sito: www.unimondo.org

Africa Libera

Il prestigioso istituto di ricerca EURAC di Bolzano è stato invaso dall'Africa. Il 3 e 4 dicembre 2004 è l'Africa ad aver occupato l'Accademia Europea. Si è presa il suo spazio. E' accaduto a dieci anni dal genocidio rwandese - Morte - e ad altrettanti dalla "resurrezione" di Mandela - Vita - a Presidente del Sudafrica... ma, in realtà, a padrino di tutto il Continente.
Colore: mostre, foto, batik, film, calendari, bandiere, power point, colpivano la retina di una marea di studenti, di ogni ordine e grado che hanno invaso l'EURAC per partecipare agli afro-laboratori di musica, percussioni, danza letteratura, giocattoli e favole. Il tutto curato da afro-sudtirolesi - Mescolanze - Tv al plasma e bonghi, internet ed abbracci.
Al centro del foyer un buffet preparato da donne ghanesi. E' la Festa.
Più nella preparazione che nel consumo. Donne curve a cucinare, a buttar giù ingredienti sconosciuti. Altre ad impastare in piedi, inarcate, con vestiti colorati - Profumi - cucina ghanese.
Il buffet è circondato, quasi assediato, da trenta fra enti e associazioni altoatesine che hanno confidenza con l'Africa - Rete: missionari, laici, professionisti, immigrati, volontari tra i prodotti del commercio equo e solidale ed i mascheroni in ebano. Tra una montagna di libri ed altrettanti progetti, le buone pratiche di cooperazione tra Comunità.
Un vociare che è tipico del mercato africano. Artigianato ovunque.
I tamburi animano i diversi eventi - Rumore - Gli africani svuotano gli istituti di ricerca e riempono di musica l'Accademia. Tutti ballano... persino i dirigenti.
- Parole - Tavola rotonda, workshop, conferenze, incontri. Africa è Donna. Marocco, Somalia, Nigeria, Eritrea: I protagonisti della Conferenza internazionale "Africa libera tutti". Dalla tratta delle schiave ai percorsi di liberazione comunitari. Da economie soffocate dalla corruzione a quelle informali di "liberazione".
Il 2004 è stato l'anno del premio Nobel per la pace a Wangari Maathai, biologa e ambientalista keniota. In frantumi pregiudizi secolari, tesi antropologiche superate, miti e razze. I Canti dalla Tanzania e Burkina Faso in lingua Kihaya e Swahili chiudono a notte fonda l'evento che ha visto un auditorium incapace di contenere la generosità e la partecipazione delle tante persone che hanno accolto l'invito della World Social Agenda.
Visita il sito: www.unimondo.org

03)Serata sul tema del diritto alla casa - Alcuni momenti della fiaccolata

"Per salutare l'anno a Rovereto il 'Comitato delle associazioni per la pace e i diritti umani' ha organizzato una serata sul tema del diritto alla casa a cui è seguita una partecipata fiaccoalta per le vie della città.
L'incontro è cominciato con la testimonianza sulle difficoltà dopo il maremoto Tsunami del padre Gabriele Garniga - missionario saveriano in Sri Lanka originario di Rovereto - e poi è proseguita con il racconto di Monica Gaspari, volontaria per quattro anni nella baraccopoli di Korogocho a Nairobi in Kenya. Sul diritto alla casa è intervenuto Cesare Ottolini - portavoce dell'Alleanza Internazionale per gli Abitanti (AIA) che ha ricordato le mancanze dei governi nazionali e locali nel garantirlo, proponendo la campagna "W Nairobi W" per la cancellazione del debito estero del Kenya per migliorare le politiche abitative.
La serata si è conclusa con più di trecento persone che hanno sfilato silenziosamente per la città con le luci di speranza chiedendo la cancellazione del debito per i senza casa nel mondo.
Per informazioni www.rovepace.org
Il video è stato realizzato dal portale internet Unimondo.org
Visita il sito: www.unimondo.org

01)Serata sul tema del diritto alla casa - Padre Gabriele Garniga

"Per salutare l'anno a Rovereto il 'Comitato delle associazioni per la pace e i diritti umani' ha organizzato una serata sul tema del diritto alla casa a cui è seguita una partecipata fiaccoalta per le vie della città.
L'incontro è cominciato con la testimonianza sulle difficoltà dopo il maremoto Tsunami del padre Gabriele Garniga - missionario saveriano in Sri Lanka originario di Rovereto - e poi è proseguita con il racconto di Monica Gaspari, volontaria per quattro anni nella baraccopoli di Korogocho a Nairobi in Kenya. Sul diritto alla casa è intervenuto Cesare Ottolini - portavoce dell'Alleanza Internazionale per gli Abitanti (AIA) che ha ricordato le mancanze dei governi nazionali e locali nel garantirlo, proponendo la campagna "W Nairobi W" per la cancellazione del debito estero del Kenya per migliorare le politiche abitative.
La serata si è conclusa con più di trecento persone che hanno sfilato silenziosamente per la città con le luci di speranza chiedendo la cancellazione del debito per i senza casa nel mondo.
Per informazioni www.rovepace.org
Il video è stato realizzato dal portale internet Unimondo.org
Visita il sito: www.unimondo.org

02)Serata sul tema del diritto alla casa - Cesare Ottolini

"Per salutare l'anno a Rovereto il 'Comitato delle associazioni per la pace e i diritti umani' ha organizzato una serata sul tema del diritto alla casa a cui è seguita una partecipata fiaccoalta per le vie della città.
L'incontro è cominciato con la testimonianza sulle difficoltà dopo il maremoto Tsunami del padre Gabriele Garniga - missionario saveriano in Sri Lanka originario di Rovereto - e poi è proseguita con il racconto di Monica Gaspari, volontaria per quattro anni nella baraccopoli di Korogocho a Nairobi in Kenya. Sul diritto alla casa è intervenuto Cesare Ottolini - portavoce dell'Alleanza Internazionale per gli Abitanti (AIA) che ha ricordato le mancanze dei governi nazionali e locali nel garantirlo, proponendo la campagna "W Nairobi W" per la cancellazione del debito estero del Kenya per migliorare le politiche abitative.
La serata si è conclusa con più di trecento persone che hanno sfilato silenziosamente per la città con le luci di speranza chiedendo la cancellazione del debito per i senza casa nel mondo.
Per informazioni www.rovepace.org
Il video è stato realizzato dal portale internet Unimondo.org
Visita il sito: www.unimondo.org

Videomessaggio per il 2005 di Enrico Turrini

Enrico Turrini, fisico di origine trentina, gia componente del comitato scientifico dell'Università internazionale delle Istituzioni dei Popoli per la Pace e presidente della Camera dei ricorsi di Fisica II dell'Ufficio europeo dei brevetti, Monaco di Baviera (Germania)
Il video è stato realizzato dal portale internet Unimondo.org
Visita il sito: www.unimondo.org