Arcoiris TV

Chi è Online

195 utenti
Libri.itLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI E DISEGNI (GB)THE ILLUSTRATOR. 100 BEST FROM AROUND THE WORLDN.30/49/50/72/100/101/144 ENRIC MIRALLES 1983 - 2009LA ZONA FATUABAUHAUSMDELS. A TRIBUTE TO PIONEERING WOMEN ARTISTS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: lagge basaglia

Totale: 2

Nonostante la vostra cortese ospitalità...

A trent’anni dalla legge 180, più nota come Legge Basaglia, una mostra ripercorre attraverso oggetti, documenti d'archivio ed un album fotografico contemporaneo il tempo, le persone e le istituzioni dalla chiusura dei manicomi alla tutela della salute mentale oggi. Nell'Ala Collamarini dell'Accademia di Belle Arti (via Belle Arti 54) sono stati esposti i lavori fotografici di tre giovani fotografi, Simona Ghizzoni, Gaetano Massa e Simone Martinetto, che analizzano e documentano i servizi territoriali e i luoghi di oggi in rapporto con le persone, e oggetti e foto scattate tra il 1978 e il 1980 all'interno dell'ospedale psichiatrico provinciale di Bologna "Roncati".La mostra è stata realizzata dall'Istituzione "Gian Franco Minguzzi", dal Dipartimento di salute mentale dell'Ausl di Bologna e dalla Università di Bologna in collaborazione con sponsor privati in concomitanza con i 30 anni della Legge Basaglia (legge 180).

Visita: www.ranus.splinder.com

“C’è luce ormai nei miei pensieri”

“C’è luce ormai nei miei pensieri” mostra qualcosa che prima non c’era: la possibilità per un “malato di mente” di comunicare, di mettersi in gioco, di essere negli stessi luoghi e nelle stesse condizioni dei “sani”.Tutto questo è stato reso possibile da una legge, la 180 del Maggio ’78, che impose la chiusura dei manicomi e istituì i servizi di igiene mentale pubblici. 30 anni dopo degli studenti universitari si sono recati a Imola, città di quello che è stato uno dei più grandi manicomi nazionali, per girare un cortometraggio su questo anniversario.Le immagini di “C’è luce ormai nei miei pensieri” non derivano direttamente da questo corto, ma da un backstage che ha per soggetto la sua lavorazione. Sono immagini “rubate al volo”, immediate, a volte casuali, ma sono state montate allo scopo di sottolineare i meriti di questa legge partendo da un materiale più “grezzo”, ma anche più autentico.

Visita: www.ranus.splinder.com