Arcoiris TV

Chi è Online

402 utenti
Libri.itLAURENT BENAMTUTTI CONTENTILEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI E DISEGNI (GB)STEVE MCCURRY. ANIMALSTHEO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Tag: Daniele

Totale: 6

"Orazione Civile per la resistenza, La rossa primavera" di Daniele Biacchessi e i Gang

12 settembre, Festa Democratica di Modena, Spazio Ricostituente

Uno dei testi più intensi e attuali di Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore, tra i principali autori e interpreti di opere di Teatro Civile Daniele Biacchessi racconta la Resistenza dal vivo attraverso il teatro civile, la musica, le immagini, la poesia, l'emozione. La sua Orazione Civile è frutto di uno studio durato dieci anni su documentazione di archivio, documentazione giudiziaria e storica, libri, materiale multimediale. Si snoda attraverso il racconto dei luoghi dove sono stati uccisi i partigiani e dove si conserva ancora oggi la loro memoria attraverso lapidi e monumenti, musei, istituti storici. Sono narrate le testimonianze degli antifascisti torturati dal reparto Speciale di Polizia di Pietro Koch a Villa Triste e dalla Legione Muti e dalla X MAS in via Rovello. Le altre tappe della narrazione sono Fosse Ardeatine, Sant'Anna di Stazzema, Benedicta, Fondotoce, La Storta, Montesole, Marzabotto, Fivizzano, Fucecchio, Vinca, Monzuno, via Tasso a Roma e molte altre ancora.

Sul palco anche Adelmo Cervi (figlio di Aldo Cervi) che ha portato avanti la memoria della sua famiglia con l'impegno politico e culturale a favore della Costituzione italiana.

In un momento difficile per la vita politica come quello che stiamo attraversando, ha commentato Daniele Biacchessi, è per noi indispensabile tener viva la memoria dei momenti in cui la nostra democrazia è nata, a prezzo di lotte, lacerazioni e sofferenze, in nome di valori che non devono essere perduti e nemmeno essere messi in discussione.

Guarda l'intervento di Adelmo Cervi

Visita: www.danielebiacchessi.it

Accade in Abruzzo

Una fattoria in mezzo alle montagne d'Abruzzo, un allevatore, le sue pecore, un buon latte e un buon formaggio: un angolo di mondo in cui Davide, in modo del tutto casuale, sta per entrare.

Le Interviste possibili DRAGOTTO temi nera

Le interviste possibiliGaetano DragottoCapo della Procura Generale di AnconaIl procuratore capo dopo numerosi richiami ai suoi sottoposti e relative segnalazioni agli organi di competenza decidere, forse perché crede di far parte di quella popolazione nella quale in base all'ART 21 dice “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.... ” ed è per questo che apre un blog nel quale pubblica alcune delle sentenze nel quale si evidenziano chiare forme di “sciattaggine” come lui stesso ne parla e forse si tratta anche di incuranza . Sentenze tra le quali spicca l'assoluzione di un pedofilo che mostra i suoi genitali ad una minorenne ovvero il caso del suo blog soprannominato “PROSTATA SALVIFICA”. Si perché questo Sig. Dragotto da un tono scherzoso nel quale ironicamente evidenzia gli errori madornali dei suoi colleghi.Nell'intervista si chiedono spiegazioni in merito e lui molto gentilmente e cortesemente ....TEMI NERA è IL SUO BLOG

Visita: www.telestreeti3.it

V2day - Intervento del giornalista Daniele Martinelli

Un giornalista della rete, Daniele Martinelli, interviene al V2day.Il 25 aprile si è tenuto il V2 Day sulla libera informazione in un libero Stato. Il cittadino informato può decidere, il cittadino disinformato "crede" di decidere. Disinformare è il miglior modo per dare ordini. Si sono raccolte le firme per tre referendum: l'abolizione dell'ordine dei giornalisti di Mussolini, presente solo in Italia, la cancellazione dei contributi pubblici all'editoria, che la rende dipendente dalla politica, e l'eliminazione del Testo Unico Gasparri sulla radiotelevisione, per un'informazione libera dal duopolio partiti-Mediaset.

Visita: www.beppegrillo.it

Le stragi impunite, intervista a Daniele Biacchessi

Nel suo ultimo libro (Il Paese della vergogna, Chiare Lettere Edizioni),Daniele Biacchessi racconta le grandi stragi che hanno insanguinato l'Italiadal 1944 al 1993. Sul piano giudiziario il bilancio è amaro: troppo spesso le inchieste non hanno portato all'accertamento della verità e alla punizione dei responsabili. Sulle stragi impunite incombe l'oblio e a volte il revisionismo. Ecco perché Daniele Biacchessi ha deciso di girare l'Italia con il suo teatro di memoria civile, come spiega in quest'intervista rilasciata a Piero Ricca.
Visita il sito: www.pieroricca.org

Storie d'Italia - Il teatro di Daniele Biacchessi e Michele Fusiello

Il teatro di Daniele Biacchessi e Michele Fusiello è narrazione, musica, immagini, testimonianze d'archivio. Dal 2004 prosegue il loro racconto della memoria. Dopo "La storia e la memoria" (oltre 200 repliche in Italia e all'estero), "Fausto e Iaio", "La fabbrica dei profumi",viene ora proposto "Storie d'Italia. I diari", il viaggio temporale dell'Italia che si ribella a Cosa Nostra.
Cinque quadri di storia contemporanea: Placido Rizzotto e Portella della Ginestra, Giorgio Ambrosoli, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la strage di Via dei Georgofili a Firenze e Libero Grassi.
Cinque storie riannodano le speranze, i sogni, le idee di persone uccise dalla mafia politica.
Sindacalisti, agricoltori, magistrati, imprenditori, avvocati.
Al sassofono il jazzista Michele Fusiello.
Immagini inedite e suonid'archivio completano il racconto: in primis le minacce a Giorgio Ambrosoli.

Visita: www.libera.it