188 utenti


Libri.itIL LAGO DEI CIGNIIL RICHIAMO DELLA FORESTADAISY E L’UOVOROBERT CRUMB. SKETCHBOOK, VOL. 6: 1998 - 2011BJARNE MASTENBROEK. DIG IT! BUILDING BOUND TO THE GROUND
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Categoria: èStoria

Totale: 199

Le patrie di Obama

èStoria 2009 - Le patrie di Obama - Erodoto sabato 23 maggio ore 18.30 - Intervengono Mario Calabresi e Federico Romero. Coordina Piercarlo Fiumanò.
Barack Obama, uomo considerato simbolo del multiculturalismo e del melting pot americano, ha tuttavia legato la propria ascesa al servizio della sua patria: esempio di una storia complessa e contraddittoria che vede la fusione tra diversità e uguaglianza nella vita civile degli Stati Uniti d’America.

I Balcani fra ‘800 e ‘900: la guerra, la pace, le città e l’Europa

èStoria 2009 - I Balcani fra ‘800 e ‘900: la guerra, la pace, le città e l’Europa - Erodoto sabato 23 maggio ore 17 - Intervengono Marco Dogo, Fabio Mini e John R. Schindler. Coordina Silvio Maranzana.
Dalla dissoluzione dei grandi imperi, ottomano prima e austro-ungarico poi, nascono gli Stati balcanici, con le loro differenze etniche, religiose e culturali. Gli scontri frequenti e i cruenti episodi che in anni recenti hanno scioccato l’opinione pubblica internazionale vanno spiegati tenendo conto del grande numero di parti in causa e degli interessi strategici in gioco nell’area anche per altri Paesi.

Popoli, etnie, cittadinanza ed emarginazione nel medioevo e nell’età moderna

èStoria 2009 - Popoli, etnie, cittadinanza ed emarginazione nel medioevo e nell’età moderna – Erodoto venerdì 22 maggio ore 9 - Intervengono Stefano Gasparri, Giovanni Ricci, Giacomo Todeschini. Coordina Miriam Davide
Il passaggio dalla christianitas medievale allo Stato moderno procede di pari passo con la definizione degli esclusi: discriminazioni politiche, religiose, economiche e di ogni genere si accompagnano al progresso sociale tra evo medio e modernità.

Cittadini di Venezia

èStoria 2009 - Cittadini di Venezia - – Apih venerdì 22 maggio ore 10.30 - Intervengono Anna Bellavitis e Andrea Zannini. Coordina Silvia Maggio.
A Venezia, nell’età moderna, il concetto di cittadinanza riveste particolare interesse: si tratta infatti di una cittadinanza ben distinta dal patriziato e definita per gradi.

Io credo che ci siano due patrie…

èStoria 2009 - “Io credo che ci siano due patrie…” - Erodoto domenica 24 maggio ore 10.30 - Intervengono Gino Bandelli, Jean-Michel David e Andrea Giardina. Coordina Alessandro Giuli.
“Io credo che ci siano due patrie, l’una di natura, l’altra di cittadinanza. Come Catone, nato a Tusculum, venne ammesso alla cittadinanza romana, e fu così per nascita tuscolano, per cittadinanza romano, ed ebbe una patria geografica, ed una di diritto; così noi chiamiamo ‘patria’ sia quella in cui siamo nati, sia quella dalla quale siamo stati accolti” (Cicerone, De legibus, II 1 sgg.). Patria e cittadinanza analizzati come valori fondanti del mondo romano.

Il terrore e la memoria: la strage di Piazza Fontana

èStoria 2009 - Il terrore e la memoria: la strage di Piazza Fontana - Erodoto sabato 23 maggio ore 10.30 - Intervengono Gerardo D’Ambrosio, Manlio Milani e Giorgio Galli. Interviene e coordina Mimmo Franzinelli.
Fatti come la strage di Piazza Fontana del 12 dicembre 1969, che segnò l’avvio della “strategia della tensione” ed è uno dei primi misteri dell’Italia repubblicana, sembrano unire la patria nel lutto e nello shock ma al tempo stesso sono destinati a lacerare ogni cittadinanza che s’interroghi su motivazioni e responsabilità dietro a una simile efferata violenza.

La resistenza della patria: l’identità italiana

èStoria 2009 - La resistenza della patria: l’identità italiana - Erodoto domenica 24 maggio ore 12 - Intervengono Christopher Duggan, Ernesto Galli della Loggia e Paolo Peluffo. Coordina Gianfranco de Turris.
“Abbiamo fatto l’Italia. Ora si tratta di fare gli italiani.” L’affermazione, attribuita a Massimo D’Azeglio, enuclea tuttora il problema dell’identità italiana: spesso vista come incompleta, incompiuta o imperfetta, ma capace a tratti anche di ergersi a difesa di valori quali patria e cittadinanza. Un confronto tra storiografia italiana ed europea basato sulle più recenti acquisizioni culturali.

Mauritania 2016. La schiavitù non è finita

Intervengono Yacoub Diarra, Gianmarco Pisa. Interviene e coordina Giampaolo Cadalanu. Tenda Erodoto venerdì 20 maggio ore 17.

Gli Stati-nazione dell’Europa centrale dopo la pace di Versailles

èStoria 2009 - Gli Stati-nazione dell’Europa centrale dopo la pace di Versailles – Apih sabato 23 maggio ore 15 - Intervengono Marina Cattaruzza, Dieter Langewiesche e Giorgio Petracchi. Coordina Sergio Tazzer.
La disgregazione dell’impero austro-ungarico venne realizzata nel corso della Pace di Versailles secondo i princìpi di autodeterminazione dei popoli proclamati dal presidente statunitense Woodrow Wilson. Avvenne così la nascita di nuove patrie su base etnica (Ungheria, Repubblica Ceco-Slovacca, Regno di Jugoslavia, etc.), che produsse però anche violenza e discriminazioni. Un passaggio significativo della storia europea e mondiale.
In collaborazione con l’Istituto per gli incontri culturali mitteleuropei.

Slovenia, la patria divisa

èStoria 2009 – Slovenia, la patria divisa – Apih domenica 24 maggio ore 18 – Intervengono Tamara Griesser-Pečar e Boris Pahor. Interviene e coordina Roberto Spazzali.
Le vicende slovene negli anni cruciali della Seconda guerra mondiale vedono il Paese diviso sul piano etnico, politico e ideologico. Una testimonianza autorevole del percorso compiuto per recuperare l’unità in un momento di crisi profonda.