Arcoiris TV

Chi è Online

215 visite
Libri.itI SEGRETI DEI DIPINTI. RINASCIMENTO ITALIANO #BasicArtFASHION DESIGNERS AZLONDON MIRABILIA. VIAGGIO NELLAMY WINEHOUSE BY BLAKE WOODLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: sting

Totale: 2

Sting - Ellas Danzan Solas. Amnesty Chile 1990

Sting - Ellas bailan Solas. Concierto Amnesty Internacional, Chile 13 de Octubre de 1990.

La cueca no siempre ha sido un baile de pareja. En dictadura surgió la cueca sola, una manera pacífica y folklórica que las mujeres utilizaron para manifestarse contra las constantes desapariciones de sus familiares hombres.

El músico británico Sting rescató esta manera de protesta en su canción "They dance alone" (ellas bailan solas), del año 1987.

En el día nacional del cuequero compartimos este video en representación de todas aquellas mujeres que bailaron la cueca sin sus esposos, padres, hermanos o hijos desaparecidos por la dictadura: https://www.facebook.com/carmen.l.morales.50?lst=1074273637%3A1203411198%3A1532881187, Museo de la Memoria y los Derechos Humanos

Everlasting Foundation: Il ruolo cruciale dei musicisti in Jamaica

Special guests: Dean Frazer e Tarrus Riley Leroy Sibbles (Heptones bassista a Studio One) Sugar Minott (Studio One Youth Promotion)Principalmente per motivi di mercato molte esperienze musicali nella musica popolare di tutto il mondo sono identificate primariamente con i loro frontmen e cioè i cantanti solisti . L'industria discografica ha bisogno di stars, di leaders facilmente identificabili e l'uomo con il microfono in mano è visto istintivamente come il più significativo componente nella creazione della musica. In realtà come molti reggae fans sanno sicuramente, sono spesso i meno conosciuti musicisti ad essere in larga parte responsabili della popolarità del linguaggio del reggae: intere generazioni di cantanti e di deejays restano per un tempo definito sotto i riflettori finchè non vengono sostituiti da nuove generazioni mentre il contributo fondamentale dei musicisti, anche se spesso non immediatamente e facilmente attribuito, continua a farsi sentire attraverso le continue citazioni che il reggae fa della sua storia. Sappiamo tutti per esempio che Bob Marley è la prima superstar del 'terzo mondo' ma lui, Peter Tosh e Bob Marley non avrebbero sicuramente raggiunto le loro supreme vette di gloria senza i vitali contributi del bassista Aston 'Family Man' Barrett, suo fratello batterista Carlton e gli altri membri della band dei Wailers. L'evoluzione dallo ska al rocksteady e successivamente al reggae fino alla dancehall ha coinvolto i sogni e le creazioni dei musicisti di studio; i turnisti di Studio One e Treasure Isle hanno creato tantissimi ritmi classici nel corso degli anni e nonostante questi ritmi fossero stati originariamente registrati per la voce di personaggi come Alton Ellis, John Holt o i Techniques e probabilmente non ne era prevista la longevità artistica non sarebbero poi stati rivisitati così tante volte se non fossero stati creati da personaggi dalla finissima visione musicale come il tastierista ed arrangiatore Jackie Mittoo, il sassofonista Tommy McCook ed il bassista Jackie Jackson. In anni successivi i 'gemelli del ritmo' e cioè il batterista Sly Dunbar ed il bassista Robbie Shakespeare sono diventati giustamente delle stars a cui è stato pienamente riconosciuto il loro fondamentale contributo creativo alla storia del reggae ma ci sono tanti musicisti ugualmente importanti che restano fondamentalmente sconosciuti. Vorremmo rendere giustizia quindi a tanti di loro attraverso questo incontro che vedrà i contributi fondamentali dello straordinario bandleader e sassofonista Dean Fraser e di Leroy Sibbles che non è stato solo il cantante solista degli Heptones ma anche il creatore delle linee di basso di tantissimi classici a Studio One. Il suo compagno di etichetta a Studio One Sugar Minott ci parlerà oltre che dell’esperienza di Brentford Road, dei musicisti che ha impiegato registrando le sue produzioni Black Roots e Youth Promotion mentre il giovane cantante Tarrus Riley, figlio del grande Jimmy Riley, ci parlerà della nuova generazione dei musicisti di studio in Giamaica.

Visita il sito: www.rototom.com