Arcoiris TV

Chi è Online

83 visite
Libri.itROY STUART. THE LEG SHOW PHOTOS: EMBRACE YOUR FANTASIES, GETTING OFFPIRUL LO STRUFFALLOCERO BLU TI CURO IO, DISSE PICCOLO ORSOLETTERE DA UN TEMPO LONTANO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati di EMERGENCY


Quando c'era Silvio - Storia del periodo berlusconiano

ArcoirisTV
2.9/5 (433 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Un film di: Beppe Cremagnani e Enrico Deaglio
Con la partecipazione di: Lella Costa
Musiche di: Carlo Boccadoro
Regia di: Ruben H. Oliva
Alla vigilia delle decisive elezioni del 2006, il primo film che racconta l'avventura di Silvio Berlusconi.
L'uomo che ha più diviso gli italiani raccontato con immagini, interviste e documenti visivi inediti e unici.
I misteri della sua villa.

Il segreto dei suoi capelli.
La vera storia dello stalliere della mafia (e le sue conseguenze).
La moltiplicazione della sua ricchezza.
La giornata dello scandalo al Parlamento europeo di Strasburgo.
Il mausoleo costruito sul modello della tomba di Tutankhamon... ...e molto altro ancora.
Si ride, ci si agita sulla poltrona, si pensa: Ma è tutto vero? Si, tutto vero.
Cortesia del settimanale Diario.

22 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


9 Aprile 2006
09:05

L'idea è buona (a casa il Berlusca!), ma il film è realizzato piuttosto male. Le questioni affrontate non sono spiegate per bene e la narrazione dei fatti è molto discontinua e sconclusionata.

Giacomo

9 Aprile 2006
10:07

senza parole

lara

8 Aprile 2006
16:20

Siete mitici.... dovrerste procurarvi i mezzi economici per mandarlo a tutti gli italiani a casa.... Grande Schultz, ....la prova che non è vero che all'estero ci ossequiano e che vogliono sapere anche loro di più sugli "sporchi affari" di Berlusconi e di come e cosa ha fatto per uscirne indenne...per legge. GRAZIE!!!!

Giuseppe

8 Aprile 2006
10:03

FINALMENTE!! ERA ORA!! BRAVISSIMI!! Sono emigrato ormai da circa 40 anni dall'italia e non credo che riuscirò a tornarci ne a sopravviverci. Se non fossi emigrato allora, sarei emigrato certamente ora. Quello che fate vedere non si conosceva in italia ma si vedeva su tutte le TV serie al mondo. All'estero non si riesce a comprendere come una persona così vergognosa possa mai essere stata appoggiata da una così grande massa di italiani ne come dopo il suo smascheramento e il chiarissimo inganno pubblico non si stato possibile bloccarlo come sarebbe inevitabilmente accaduto in qualsiasi paese civile basato sul diritto. Questa TV è proprio quanto ci voleva per dimostrare che gli italiani non possono ne de vono essere paragonati a un malato di mente incapace di vergognarsi. E' lui che deve vergognarsi, non gli italiani!!!! Antonio S.

Antonio S.

7 Aprile 2006
23:22

Quando la TV è veramente rivoluzionaria.

Lorenzo

10 Aprile 2006
16:22

messaggio dedicato a tutti coloro che pensano che il centrosinistra sia meglio del centrodestra: informatevi meglio porca miseria!!! hanno mai parlato de: l'11 settembre (bufala colossale, torri tirate giù con l'esplosivo, e via dicendo) il signoraggio (perfido meccanismo economico che attanaglia gli stati alle grinfie dei banchieri) le scie chimiche (sostanze altamente tossiche che vengono cosparse in aria sopra le nostre teste, le teste dei vostri figli..) si potrebbe andare avanti ma penso che già questi 3 possano bastare! avete mai sentito uscire una parola sola di ciò da qualche politico del centro sinistra? no. con ciò voglio dire che è meglio la destra? no. voglio solo dire che sono riusciti ad anestetizzare la massa, a taciere sui problemi veri che attanagliano il mondo (e l'italia si trova su questo pianeta) e a dipingere una parte politica o l'altra come 2 squadre che si devono giocare una partita. chi vince? chi perde? le risposte sono scontate, quasi banali se non foste accecati da questa bella propaganda che ricorda i periodi più bui della ragione: noi perdiamo. loro vincono. comunque vada. scusate se vi ho fatto pensare, andate avanti a guardare i bei documentari sulle gaffe di berlusconi, domani è un altro giorno.

brasa

7 Aprile 2006
10:33

un mitico schultz! una vergogna per l'italia...

rs

6 Aprile 2006
23:02

LO sapevamo dall'inizio, da quando è entrato la prima volta in Rai, il posto più sicuro di Roma, con i suoi trenta scimmioni, leccaculi, curatori di immagini e scrittori di discorsetti, e si è permesso sempre per la prima volta nella storia della rai di pretendere di spegnere il controluce perchè avrebbe esaltato la sua incipiente calvizie. Ha preteso di decidere lui le domande a cui avrebbe risposto e dopo un po pretendeva di partecipare ad un programma solo a costo di non avere contraddittorio, e nessuno ha detto nulla. Abbiamo avvisato la carta stampata, ma solo il manifesto ci ha dedicato un trafiletto. I giornalisti, per difendere i loro grassi stipendi hanno sempre taciuto, peggio hanno omesso e mentito da veri servi, vermi sytriscianti. Era il 1994, nessuno lo ha fermato, ora è il padrone di questa italietta misera che abbocca a tutto. POveri noi!

Chicca

6 Aprile 2006
20:08

mi viene il vomito...sono desolata ed afflitta...tutti sapevamo tutto, ma vederlo così, tutto d'un fiato, ti fa rendere conto di quanto poco rimane al nostro paese per entrere nella lista dei PVS...perchè l'omino terribbile si è arricchito impoverendo noi, lasciandici in cambio un pò di puro berlusconesimo! Marianna

Marianna

1 Aprile 2006
00:23

Sono sconvolto e angosciato dopo la visione di quello che già conoscevo. Ma, visto tutto insieme, ha fatto sorgere in me una domanda, a cui sarà difficile dare una risposta: quanto tempo occorrerà e che cosa occorrerà fare, da parte di un eventuale governo di centro-sinistra, per recuperare Dignità e Credibilità all'estero e, soprattutto, per sanare la frattura che si è creata all'interno del nostro Paese. Una frattura netta di opposizioni "l'una contro l'altra armata": pericolosissima! Credo si dovrà provvedere urgentemente, consapevolmente e profondamente ad una contro-tendenza generale; in tutto e per tutto, ma nello stesso tempo senza che tale "recupero" possa essere minimamente sentito come "imposto" da un nuovo potere dall'alto. Per concludere: Auguri a Prodi. Se vincerà, come spero ardentemente, avrà un compito gravosissimo, come solo i governi della ricostruzione del dopo-guerra hanno avuto. Perchè qui, se nessuno se ne fosse accorto, c'è stata una "guerra", combattuta senza armi da sparo; ma pur sempre..."guerra". Congratulazioni. Un servizio che, in altri tempi, sarebbe stato trasmesso sulla TV Pubblica. Purtroppo ora, anche quella, non più tale. Azzardo solo un consiglio: in un futuro governo, tenere in considerazione anche le istanze positive, collaborative e "sane" che provengano dalla parte più corretta dell'opposizione. Questa potrebbe essere un'ancora di salvezza. Auguri a tutti, sinceramente di cuore.

andrea