Arcoiris TV

Chi è Online

234 visite
Libri.itCALATRAVA. COMPLETE WORKS 1979-TODAY (IEP)FERRARI - Art EditionGARDEN STYLEMARIA SIBYLLA MERIAN. LA MAGIA DELLA CRISALIDELA MALEDIZIONE DELL

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: Rototom Sunsplash Edizione 2006

Totale: 149

...una città diciamo!

Tutto quello che non si vede dall'esterno
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

ALP

Intervista sul software libero con i responsabili dell'ALP di Aquileia
Visita il sito:
www.rototomsunsplash.com

Addisabeba

Progetto socio-sanitario ad Addis Abeba
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Africa Unite - Rotototom Sunsplash 2006

Africa Unite sono la più longeva band reggae italiana in attività e la loro storia recente si è letteralmente intrecciata a quella del Rototom Sunsplash al punto che sono poche le edizioni del festival che non hanno salutato una loro esibizione. Hanno incominciato a suonare nel 1981, tra i primi in Italia a fare reggae prendendo significativamente il nome da un brano di Bob Marley ed hanno contribuito in modo decisivo nei loro venti anni di carriera a fare uscire allo scoperto una vivace scena musicale italiana indipendente aperta alle influenze straniere e quasi in contrapposizione alla noiosa tradizione melodico-sanremese.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

African Dope Sound System - Rotototom Sunsplash 2006

L'African Dope Sound viene da Citta' Del Capo (Sudafrica) e offre una miscela di dub sudafricano, reggae e dancehall style grazie al suo collettivo composto da deejays, MCs, musicisti e tecnici, produttori di studio e videomakers. La crew e' formata da DJ Dope, Juan Thyme, Teba, The Chronic Clan, Red Lion, Black Dillinger, TJ, Tim Parr, Zoro e Cross. Ogni membro e' ai vertici nel suo campo nell'ambiente musicale sudafricano e questo fa di ADSS una sorta di all-star crew nell'ambito sudafricano. Il loro suono e' un originale ibrido di musica locale e stili internazionali e mescola le suggestioni elettroniche alla antichissima tradizione africana.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Afro Parade

Visita il sito:
www.rototomsunsplash.com

Against rototom

Interviste inerenti la manifestazione riprese nel paesino di osoppo
Visita il sito:
www.rototomsunsplash.com

Aids

Il tema dell'Aids
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Aluta Continua - Rotototom Sunsplash 2006

Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Andrew Tosh - Rotototom Sunsplash 2006

Andrew Tosh è nato nel 1967 ed è il terzo figlio del leggendario Peter Tosh, nato da una relazione tra il grande artista e Shirley Livingstone, sorella di Bunny Wailer: i suoi primi ricordi musicali sono le canzoni cantate insieme al padre durante i frequenti viaggi nel country jamaicano di Westmoreland, zona da cui proveniva Peter Tosh. Il suo debutto discografico è il singolo 'Vanity lover', registrato per la Gorgon label di Neville Lee nel 1985. In quel periodo Andrew lavora anche con Jimmy Cliff, ma i frutti di questa collaborazione non vedranno mai la luce. L'11 settembre 1987 suo padre viene assassinato e questa tragedia rappresenta ovviamente un vero e proprio trauma per Andrew che, durante la cerimonia funebre, canta in lacrime 'Jah guide' e 'Equal rights'. Da quel momento l'obiettivo principale del giovane artista è raccogliere l'eredità del padre e continuare a diffondere i suoi messaggi conscious e lo fa egregiamente attraverso i suoi due albums 'Original man', prodotto da Niney The Observer e 'Make place for youth', realizzato con svariati musicisti della band del padre come Santa Davis, Fully Fullwood e Tony Chin. Nel 1991 partecipa a un tour mondiale insieme ai Wailers. Nel 1994 la Heartbeat ha ripubblicato 'Original man', comprensivo di dub versions. Nel 2000 è uscito il suo terzo album 'Message from Jah' e nel 2004 è uscito il suo quarto 'Andrew sings Tosh (he never died!)', dedicato alla musica del padre.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com