115 utenti


Libri.itEMILIO ORSO VERDE E LA SUA BANDAA PRIMA VISTA POCKET: FRANCESE VERBIN. 218 EDUARDO SOUTO DE MOURA (2015-2023)LUCE E OMBRASIMON & LOUISE
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!










Cerca

Inserisci parole chiave

Risultati della ricerca

Hai cercato: +festa+scienza+filosofia | Risultati: 213

Lotta mascherata

Per il carnevale Ryoko organizza una festa in maschera. Ataru è l'ospite d'onore, ma Shutaro non è molto contento del fatto che possa insidiare la sorella. Con un annuncio televisivo invita alla festa chiunque abbia rancore nei confronti di Ataru per tentare di bloccarlo.

La festa di fine anno

Lamù sta organizzando la festa di fine anno per i suoi compagni di classe. Ha installato due porte magiche (una per i ragazzi ed una per le ragazze) e varcandole ci si ritrova in un mondo fantastico dove viene messa in scena la leggenda di Urashima Tarō. Alla fine della storia i ragazzi non ricordano niente di quello che hanno vissuto, e non si rendono conto se è stato solo un sogno o se le cose sono accadute realmente.

Party scolastico

La classe di Lamù è più scombussolata del solito: i suoi amici alieni appaiono chiedendo di lei, ma quando la ragazza si avvicina scompaiono immediatamente. Il loro comportamento, però, è giustificato dal fatto che le stanno organizzando una festa a sorpresa in occasione del primo anno di permanenza sulla Terra. Lamù, sconsolata, si sente isolata e sta per tornare sul suo ufo quando inizia la festa in suo onore.

Da quando te ne andasti

Megane organizza una festa per il primo anno di permanenza sulla terra di Lamù; durante la festa Ataru fa capire a Lamù che starebbe meglio senza di lei. Lamù se ne va lasciando una bambolina con le sue sembianze in camera di Ataru, ed il giovane si renderà conto che stare senza di lei non è come si era immaginato.

Il mostro della scuola

Gli studenti del Liceo Tomobiki vogliono festeggiare la fine delle lezioni con una serata danzante a scuola, ma il professor Onsen è scettico: quando lui era studente nella stessa occasione un mostro rapì una ragazza. La festa si tiene comunque, mentre il professor Onsen teme che possa apparire nuovamente il mostro che terrorizzava gli studenti vent'anni prima.

Festa di fidanzamento (prima parte) - Festa di fidanzamento (seconda parte)

Il padre di Lamù pensa che Ataru non sia il partner ideale per la figlia. Organizza quindi, all'insaputa della ragazza, una festa nella quale deciderà chi sarà il fidanzato ideale per lei. Lamù torna sul suo pianeta per la festa, e Ten (che sa cosa accadrà) raggiunge Lamù insieme ad Ataru.
La festa di fidanzamento a sorpresa sembra riuscire, Lamù sta conversando con un ragazzo quando il padre di lei annuncia che sarà il suo fidanzato. La realtà però è diversa: il ragazzo sta per sposarsi con una ragazza che adora, Lamù non è interessata a lui e Ataru si ... continua

La vendetta di Ran - Un invito amichevole

Nel giorno della festa delle bambole arriva Ran, una delle amiche di infanzia di Lamù. Da ragazze erano entrambe innamorate di Rei, che preferì fidanzarsi con Lamù; da quel momento Ran cerca di vendicarsi, ed ora si presenta una ghiotta opportunità: portare via la giovinezza di Ataru con un bacio. Lamù ed Ataru sono ospiti di Ran, ma la dolce amica di Lamù vuole ancora vendicarsi. Il suo piano prevede di creare una copia di Ataru destinata a Lamù così che lei possa prendersi il vero Moroboshi per togliergli la giovinezza con un bacio appassionato.

Il bambino nell'aquilone - Il senso della vita

Anche se non è il periodo vengono montati gli aquiloni per la festa dei bambini. Dentro uno di questi c'è Kintaro con il suo orso. Il piccolo fa parte di un gruppo di alieni, e si è perso durante una gita scolastica: Lamù ed Ataru si daranno da fare per riportarlo alla maestra. La gita dei bimbi alieni fa tappa ad un asilo nella città di Tomobiki. Kintaro vorrebbe spiegare ai bambini terrestri qual è il senso della vita, ma non è molto informato sull'argomento e le sue spiegazioni non convincono.

La leggenda di Lev Yashin - L’unico portiere pallone d'oro

Nella cultura occidentale il portiere è sempre stato un uomo solo. A volte maledetto -pensate a
Moacir Barbosa, passato alla storia come l'unico responsabile del Maracanazo- a volte pittoresco, estroso, fuori dagli schemi. “Per fare il portiere bisogna essere un po' matti”, si dice, o quantomeno non soffrire troppo il peso della solitudine. C'è anche una poesia di Umberto Saba, si intitola “Goal”, la descrizione di un gol dal punto di vista dei due portieri: quello che l'ha subito è disperato, distrutto, “contro terra cela la faccia a non vedere l'amara ... continua

Paolo Mieli presenta Ferite ancora aperte - Festa del libro medievale e antico di Saluzzo 2022

«Le ferite del passato non si cicatrizzano mai. Niente può considerarsi definitivo per quel che attiene alla “guarigione”, più o meno apparente, dalle lesioni prodottesi anni, decenni, secoli, addirittura millenni fa» scrive Paolo Mieli in "Ferite ancora aperte" (Rizzoli). In questo video Mieli presenta il suo libro alla Festa del Libro medievale e antico di Saluzzo