Chi è Online

Chi è Online

357 utenti
Libri.itTHE FRENCHMAN - FERNANDELPEDRO ALMODÓVAR. GLI ARCHIVIJOHN FORDCINEMA DEGLI ANNI MICHAEL MANN
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Non rimarrò in silenzio: Le verità di Mimmo Lucano

ArcoirisTV
4.7/5 (736 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
In un viaggio verso la Locride, che procede per tappe di avvicinamento geografico, storico e sentimentale, incontriamo i testimoni i maestri e gli allievi di Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace ideatore di un modello di accoglienza apprezzato da sindaci e intellettuali di mezzo mondo. Ma in Italia Mimmo è sotto processo, e con una quindicina di capi d’accusa. L’approdo del viaggio è la sua testimonianza, ruvida fragile e intensissima, la sua verità. Così si scoprono le fonti laiche e religiose che hanno ispirato il Villaggio Globale di Riace. Ma anche il feroce uso strumentale che del suo ‘modello’ hanno fatto i ministri dell’interno di opposti governi, da Minniti a Salvini; il suo calvario giudiziario, il travaglio della sua anima. Mimmo promette: “Io non starò zitto”.

un film di: Tommaso D’Elia, Daniela Preziosi, Simone Pallicca, Ugo Adilardi
regia: Tommaso D’Elia
prodotto da: Arcoiris.tv
fotografia: Tommaso D’Elia, Ugo Adilardi, Angelo Marotta, Simone Pallicca
interviste: Tommaso D’Elia, Daniela Preziosi
montaggio: Simone Pallicca

78 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


29 Dicembre 2020
20:46

Grazie per questa bella testimonianza che rivela possibile, più che nelle sole intenzioni, quel che ad alcuni sembra insensato e che è invece l'unica soluzione possibile. C'è solo da auspicare che quel che oggi è una speranza disperata divenga un giorno solida realtà.

paolo sornaga

29 Dicembre 2020
19:48

Solo un'intelligenza creativa, un grande coraggio ed un cuore aperto potevano realizzare tale modello di accoglienza. Si respira Aria Pulita a Riace, nel bellissimo borgo dove voglio ritornare, per restare a lungo, stavolta.

Dina De Donno

29 Dicembre 2020
18:50

Bellissimo... purtroppo è stato un sogno. Mi piace pensare che se ce la metteremo tutta forse il sogno diventerà realtà.

Maria luisa

29 Dicembre 2020
18:49

Pregevole esempio di disobbedienza civile. E, viste le figure del vescovo Bregantini e del suo grande capo Francesco, forse sarebbe opportuno ritornare allo Stato Pontificio

giuliano

29 Dicembre 2020
15:20

Il documentario è un'eccezionale testimonianza dell'umanità di Mimmo Lucano e del significato morale e politico del modello Riace, che rimane una pietra miliare per un nuovo sistema di accoglienza. Le testimonianze del Mons. Bregantini e di amministratori o ex di Badolato, Reggio C. E Caulonia sono di valore storico. Il ruolo dell'ex ministro Minniti, troppo spesso osannato ma mai sufficientemente criticato per le sue scelte di politica migratoria, è giustamente ricordato. Il filmato merita la più vasta distribuzione.

Massimo D'Angelo

29 Dicembre 2020
11:02

Ho conosciuto Mimmo ed ho visitato più volte Riace, quindi ho potuto verificare con tutti i miei sensi cosa significa vivere in una comunità in cui tutti hanno pari dignità: gli odori della cucina calabrese mischiati con quelli della cucina nordafricana, i colori degli abiti e del paesaggio urbano, la ruvidezza delle strade in pietra e i sandali in cuoio di chi le attraversa, i suoni delle musiche e delle voci che tanto sono diverse ma tanto si somigliano... Quando si vede un filmato, si è portati a pensare che ci sia una certa dose di enfasi: vi posso assicurare che, in questo caso, non ve ne è traccia!! Era sufficiente passare una giornata a gironzolare per il paese per capire che in quel posto C'ERA LA VITA DI UNA COMUNITA' CHE SI STAVA FORMANDO. La mafia non aveva accesso: non c'era spazio economico per gli affaristi e per gli sfruttatori. MA NON E' BASTATO!

Antonio Meloni

29 Dicembre 2020
08:22

Grazie per questa straordinaria storia . Con l"augurio di poterla far conoscere "in presenza" ai lotti del Tufello in un prossimo 2021

Roberto Baratta

29 Dicembre 2020
06:26

Bello! È ai ragazzi che bisogna farlo vedere

Alfredo

28 Dicembre 2020
21:43

Un'opera di grande valore. Frutto di cura e di passione. Uno schiaffo all'omologazione culturale. Vero cinema del reale. Complimenti sinceri

Vincenzo Vita

28 Dicembre 2020
20:42

grazie per aver raccolto questa testimonianza; ho sentito parlare Mimmo Lucano molte volte, ma questa volta sembra proprio che le sue parole abbiano rotto gli argini e puntino diritte dove sole possono andare: a rivendicare con orgoglio ogni azione che sa di umano

Alfredo D'Angelo