Arcoiris TV

Chi è Online

273 utenti
Libri.itMATRIOSKAJAMES BALDWIN. THE FIRE NEXT TIMEN.200 STUDIO MUMBAI (2012-2019)CASE STUDY HOUSES - #BibliothecaUniversalisMICHAEL FREEMAN LA BIBBIA DEL FOTOGRAFO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati inviati da Marco Palombi

Totale: 22

Haiti Avsi

Visita ai programmi di AVSI per la lotta alla malnutrizione dei bambini al di sotto dei 5 anni, finanziati dalla Commissione Europea (ECHO) nel Paese delle Antille francesi.

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Niger e migranti. Nella terra dei sospesi.

Dieci giorni in viaggio da Niamey ad Agadez insieme a Coopi e UNHCR nel tentativo di capire, ma soprattutto raccontare con le immagini, il più grande centro di flussi migratori dell'Africa.

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Vis Etiopia

Viaggio nella capitale etiope, dove ragazzini abbandonati e "randagi" vengono raccolti e accolti in una struttura dei salesiani e poi vestiti, nutriti e istruiti. I progetti del VIS nella capitale e in tutta l'Etiopia

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Finlandia Lapponia

Cambiamenti climatici e alimentazione di prossimità: "Questo lago è mio amico, ma?"

Visita il sito: www.marcopalombi.it

Reportage di Marco Palombi

Questo filmato raccoglie il materiale dal quale è stato tratto il video: Emergency - Centro Salam di cardiochirurgia a Khartoum, in Sudan dove Gino Strada, Cecilia Strada e i collaboratori di Emergency raccontano la loro esperienza in Sudan.

Visita: www.marcopalombi.it

Formaggio di yak. Pamir, Tajikistan

Formaggio di yak. Pamir, Tajikistan

Visita: www.marcopalombi.it

Pikieko. Burkina Faso. Oro e pietre

In un luogo isolatissimo immerso nella savana un ex maestro elementare ha letteralmente "adottato" un villaggio con la Onlus da lui fondata, Desert Vert - Soong Taaba. Sono state costruite scuole, una diga lungo un fiume per trattenere acqua, ma soprattutto si cerca di educare per cancellare la cultura della dipendenza.
Le donne spaccapietre. Da queste parti ci si guadagna da vivere in modi diversi. L'agricoltura non basta e comunque non è praticata da un numero sufficiente di persone. Ci si dedica così a lavori pesantissimi, come le donne che si spaccano la schiena ogni giorno sulle pendici di una collina, a spezzare pietre, per la pavimentazione delle strade o per l'edilizia.
Giù in fondo alle buche in cerca dell'oro. Non lontano da qui, si cerca oro. E lo si fa immergendosi in buche profonde fino a 35-40 metri, calandosi giù con una cima, in testa una pila a batteria fissata alla meglio, per fare un po' di luce. E si scava, si scava, fino a diventare dello stesso colore della terra, col rischio di rimanere sepolti da un cedimento improvviso del terreno, col rischio di non avere abbastanza aria per respirare. Decine e decine di ragazzi fanno su e giù tutto il giorno in queste fosse, per tirar via qualche milligrammo di oro, se va bene. Ma non va quasi mai così, la maggior parte delle volte la fatica che si fa è vana.

Visita: www.marcopalombi.it

Teheran. Ricordi di guerra

Il ricordo degli otto sanguinosi anni di guerra tra l'Iran e l'Iraq, combattuta dal settembre del 1980 all'agosto del 1988, si esprime con immutato vigore ancora oggi durante i frequenti pellegrinaggi, nel più grande cimitero iraniano, che si trova nella capitale e che vede la partecipazione dei parenti delle vittime di quel conflitto. Intere famiglie che portano cibo e lo scambiano con altre famiglie dei caduti; Il rito dello spargimento di acque profumate sulle tombe, sulle quali sorgono delle teche che contengono i ritratti dei soldati caduti; i lunghi momenti di preghiera collettiva di fronte alle immagini dei soldati. Colpisce l'intensità delle emozioni che ancora oggi la gente prova frequentando questo luogo. Si incontrano le ormai anziane vedove, ma è ugualmente assai forte la partecipazione di giovani, che spesso non hanno neanche conosciuto le persone morte nei combattimenti. Di frequente arrivano anche militari in divisa e armati a rendere omaggio ai loro commilitoni.

Visita: www.marcopalombi.it

Rifugiati Roma

Roma, Esuli dall'Etiopia e dall'Eritrea.

Visita: www.marcopalombi.it

Per i giovani del Pamir

Nelle immagini scattate da Marco Palombi, i diversi programmi di intervento nelle zone più isolate del Tagikistan, dove vivono alcune comunità montane. Qui sono realizzati piani di sviluppo da una Ong locale, MSDSP - Mountain Societies Development Support Programm - fondata dalla Fondazione Aga Khan nel 1993. Si sta in particolare lavorando nel Gorno-Badach?an (GBAO), una provincia autonoma, con un'estenzione due volte il Belgio, ma che ospita soltanto il 3% della popolazione tagika. Nell'altopiano isolato del Pamir è in corso un programma di sostegno e sviluppo di diverse comunità montane. MSDSP è attiva da 17 anni. I suoi sforzi attuali includono la formazione, lo sviluppo di una forte società civile e la crescita di un diffuso senso della comunità. Si lavora molto per facilitare la promozione e l'allargamento delle micro e piccole imprese, agevolando l'accesso ai finanziamenti e potenziando i gruppi di risparmio comunitari.

Visita: www.marcopalombi.it