Chi è Online

Chi è Online

385 utenti
Libri.itLISTRI. CABINET OF CURIOSITIES (INT) - XLGAUDI. THE COMPLETE WORKS (GB) - 40WHAT GREAT PAINTINGS SAY. 100 MASTERPIECES IN DETAIL - FPNAOMI CAMPBELL - XL - Updated EditionTHE MAKING OF STANLEY KUBRICK’S
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tutti i filmati inviati da Chiara Beretta Mazzotta

Totale: 5

Il mio nome è Danny Hope di Lara Williamson

Il mio nome è Danny Hope, Lara Williamson, traduzione di Carla Gaiba, De Agostini, p. 253 (12,90 euro) anche in ebook
Danny ha undici anni e diversi sogni: tanto per cominciare tenere a bada Grace Ninja, sua sorella. Così chiamata perché lei le parole le usa come armi affilate. E tenere a bada pure Ossobuco, il suo cane, che ha la demoniaca tendenza a divorarsi ogni cosa, compresi i pianeti del suo plastico. Il suo più grande desiderio? "Vorrei che mio padre mi volesse bene". Eh, sì, perché quattro anni fa suo papà se ne è andato e si è rifatto una vita dall'altra parte. Solo che adesso, eccolo, se ne sta lì, in salotto. No, non come pensate voi. Sta dentro la tv. Suo padre è un presentatore e tutte le sere Danny se lo trova davanti. E questa è la storia, struggente e divertentissima, di un ragazzo che spera di cambiare la propria vita... Se pensate che sia un libro per ragazzini sappiate che i ragazzini devono vedersela con tante, troppe questioni da adulti. Perciò, leggendolo, capirete molte cose su di loro e ne scoprirete parecchie su di voi.

La risata dei mostri di Alexandra Censi

La risata dei mostri, Alexandra Censi, Nottetempo, p. 208 (14 euro)
Francesca è una bambina che non sa cosa sia giusto e cosa non lo sia. Non può saperlo perché ciò che vede e vive è ambiguo. La sua "normalità" è altro dalla normalità, perché il rapporto tra i suoi --a base di sadomasochismo e amore oltre il limite-- è una impronta che la segna indelebilmente. Come la segna l'amore che prova per suo padre: "Non l'avrei più trovato quell'odore lì, nonostante tutti gli uomini in fondo si assomiglino, nonostante siano tutti belve da casa". Ecco, insomma, una educazione sentimentale distorta che orienterà amore, piacere, desiderio di questa ragazza, rendendola una donna complicata, lei e le sue relazioni che sono un puzzle, un incastro di deviazioni e mancanze. Grande esordio! L'autrice sfoggia una sapienza narrativa notevole e una voce che spero "parlerà" ancora. Per chi vuole libri a orologeria che si annidano sotto pelle, intimi ma rintracciabili e definiti come una cicatrice.

Io la troverò di Romano De Marco

Luca Betti e Marco Tanzi erano colleghi. E soprattutto amici. Prima che Marco lo tradisse in ogni modo possibile. Betti però la sua vendetta l'ha avuta: oggi Tanzi non è più il miglior poliziotto di Milano. Oggi vive nell'ombra, tra i rifiuti: è un clochard, un alcolizzato. Quello che Betti non sa è che dovrà cercare l'uomo che gli ha rovinato la vita. E finirà pure con l'aiutarlo.

Movimento per la disperazione di Tommaso Pellizzari

Movimento per la disperazione, Tommaso Pellizzari, Baldini & Castoldi, p. 208 (14,90 euro)
"Noi non abbiamo un sogno, basta e avanza la realtà. Il futuro è già passato. Domani è un altro giorno. Peggiore. L'estinzione è la sola evoluzione. Fare di tutto per non fare il possibile. Sarà la disperazione l'ultima a morire. La politica è speranza, e la speranza è menzogna..." Ecco il volantino dell'Mpd -- il movimento per la disperazione -- fondato dall'ex giornalista Michele Rota con i 98 milioni di euro vinti al Superenalotto. Questo partito -- che si costituisce in un ipotetico post governo Letta -- ha un programma spaventoso: l'estinzione. Perché bisogna accettare la realtà: la civiltà è al collasso. Quindi addio utopie, la vera rivoluzione e la non rivoluzione. E se non ci sarà un domani, che senso avrebbe affaticarsi? Perciò basta sostenibilità, ansie ecologiste, addio desideri di integrazione. Basta chiedere qualcosa al Paese o provare a fare qualcosa per cambiarlo, preoccuparsi per i figli... perché fare figli!? difendere la vita, impedire alla gente di morire come crede. Destra e sinistra stavolta se la dovranno vedere con un avversario atipico. Come è atipico il libro che vi troverete per le mani: un collage di testi, immagini, volantini, conferenze, stralci di conversazioni, intercettazioni, post, articoli... e lo troverete incredibilmente narrativo! Leggendolo sorriderete di terrore. (Per chi ci crede ancora. Sempre. Al domani, ovvio.)

Affari di famiglia di Francesco Muzzopappa

Affari di famiglia, Francesco Muzzopappa, Fazi, p. 234 (14,50 euro) anche in ebook
Dopo una posizione scomoda torna alla carica, e alla grande, Francesco Muzzopappa ribaltando, rispetto al suo esordio, il punto di vista sul mondo: stavolta, infatti il protagonista non è un giovane ma una signora: la contessa Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna. La sua sfortuna? Avere un figlio trentenne. Sfortuna perché Emanuele -- nulla da dire dal punto di vista estetico, bello è bello -- non è una cima. Non solo è stupido ma è pure un nullafacente, anzi no, una cosa la sa fare e bene: sperperare il patrimonio di famiglia (e scegliere donne che più sbagliate non si potrebbe). Patrimonio si fa per dire, visto che il conto in banca è sempre più prossimo allo zero. Così tocca alla contessa ingegnarsi per salvare il salvabile villa di famiglia compresa. E l'idea è a dir poco illuminante... Per chi pensa che i vecchi siano da rottamare, gente senza guizzi né risorse, qui ha l'occasione di ricredersi (e magari recuperare il tempo perduto con i propri genitori e nonni).