Arcoiris TV

Chi è Online

241 visite
Libri.itSILLY SWEATERS PER GATTILA STREGA E LO SPAVENTAPASSERI - nuova edizioneSTOPPETER LINDBERGH. SHADOWS ON THE WALLSAARINEN (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati di EMERGENCY


La lunga notte di Pisanu - La Carica della Polizia in Val di Susa


Tutti i filmati di ARCOIRIS TV

ArcoirisTV
2.2/5 (30 voti)
Condividi Segnala errore Tutti i filmati di ARCOIRIS TV

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Nella notte tra lunedì 5 e martedì 6 dicembre le forze dell'ordine, verso le 3 di notte, caricano il presidio no-tav accampato nei pressi del sito destinato ad ospitare i primi lavori di carotaggio. Le forze dell'ordine aggrediscono gli accampati, sradicano tende e sgomberano masserizzie. Feriti e contusi, qualcuno finisce in ospedale. I partecipanti denunciano la gravità dell'evento, paragonando il gesto alle cariche di Genova 2001 in occasione del G8. La governatrice del Piemonte, Mercedes Bresso, prende le distanze dall'evento, svelando le intenzioni del Governo di strumentalizzare la situazione per mettere in difficoltà gli enti locali di sinistra. Il tutto accade nel cuore della notte, senza avvertimenti o tentativi di dialogo. Ma Christian Nasi insieme ai ragazzi dell'associazione Torinese Acmos, realtà vicina al Gruppo Abele, sono presenti e riescono a filmare l'evento, denunciandone la violenza.
Per ulteriori informazioni:
Visita il sito: www.acmos.net
Visita il sito: www.gruppoabele.org

20 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


26 Dicembre 2005
10:40

Piccola precisazione. Il filmato NON si riferisce al raid nel presidio. Questo era blocco era posto sulla strada che dal paese portava al presidio. La gente che c'è nel fimato è gente accorsa dal paese per vedere cosa stava succedendo e questa è stata la risposta che ha trovato. Il blocco è durato 4 ore. Ed ha avuto l'epilogo con un anziano di 70 anni portato in coma in ospedale perché colpito in pancia da un agente durante una carica abbastanza immotivata mentre ormai la gente stava ormai andando via. Per chi dice che scene peggiori si vedono allo stadio. Sono d'accordo. Ma allo stadio non viene colpita la gente che da un paese cerca solo di andare a vedere cosa succede. Questo ha fatto imbestialire le persone. La presenza di blocchi sostanzialmente immotivati verso persone assolutamente disarmate. So che è difficile comprendere per chi non era presente. Ma lo stesso Pisanu ha poi chiesto ufficialmente scusa alla popolazione la settimana seguente. Una scusa forse un po' tardiva ma effettivamente si è constatato che l'azione non è stata condotta nella maniera più adeguata. Comunque... le immagini del presidio le trovate a www.notav.it

Luca

15 Dicembre 2005
16:19

buongiorno a tutti, ho voluto vedere il filmato perchè convinto, grazie alla"controinformazione" che veramente le forze dell' ordine avessero esagerato nell' esercizio del loro dovere. Ero moralmente preparato a chisà quali nefandezze e violenze e poi...poi ho visto il filmato e ho capito! Ho capito che, purtroppo, le notiie, Tutte le notizie, vengono distorte e presentate come ci piace e ci fa comodo. Non mi piacciono i sistemi brutali polizieschi ma, e sottolineo il ma, in questo filmato non vedo tutta questa violenza, questo accanimento contro i poveri valligiani ( che hanno le loro sacrosante ragioni per non volere la TAV) non c'è stato. La polizia ed i carabinieri hanno subito parole infamanti ed offese gratuite......chissà se tali parole fossero state rivolte ai dimostranti "pacifici" cosa sarebbe successo? Saluti e su con la vita

riccardo

14 Dicembre 2005
10:38

Ricordatevi sempre che quello che avete visto lo potrebbero fare anche voi, pensate se lì in mezzo ci fosse stato un vostro familaire perchè siete di origine della Val di Susa. Se c'era un vostro zio. Hanno picchiato anche i giornalisti. Non offendiamo l'intelligenza delle persone dicendo che hanno fatto bene o non è stato un massacro. Facciamo cosi, visto che state protestando, come giusto che sia, e che dite che non è vero quanto filmato, vengo a casa vostra e vi manganello, cosi su due piedi, alle 3 di notte, vengo a casa vostra : Ah non è giusto? Non lo posso fare? intanto lo faccio poi ne discutiamo va bene? Ricordatevi una cosa,e sistono i treni a Levitazione magnetica......che viaggiano "volando" su rotaie piane. Sveglia.

Valerio

13 Dicembre 2005
11:59

volevo solo fare una precisazione, che forse ad alcuni sfugge: quando i manifestanti e i poliziotti sono a contatto come nel filmato le manganellate che fanno dire: "cavolo guarda come li stanno picchiando" sono esclusivamente quelle in testa! tutte le altre, che aggiungerei sono le più frequenti in occasioni come queste (lo so per esperienza diretta), rivolte alla pancia, allo stomaco, allo sterno (come quel povero signore finito in terra) sono nascoste alle telecamere. ma esistono. ci sono e fanno una male cane! detto questo, secondo voi i poliziotto non picchiavano i manifestanti dal sotto, col manganello preso alla rovoscia? come fate a dirlo? dalle grida delle persone, dal malore del signore e dal comportamento che stanno tenendo durante il filmato a me sembra abbastanza evidente che gliele stiano dando di santa ragione. poi, se per dire che gliele stavano dando avete bisogno del filmato in cui si vedono bene le manganellate in faccia allora ok. avete ragione. avete sempre ragione.

brasa

12 Dicembre 2005
22:02

Non so che dire.... sono scioccato....Non so piu' distinguere il male dal bene.... la polizia dovrebbe essere un organo che tutela il cittadino,che lo difenda.....dove andremo a finire di questo passo....alla corruzione totale?

Nicolaci Simone

11 Dicembre 2005
00:04

Non so se il filmato è incompleto, comunque non rispecchia assolutamente quanto riportato in presentazione del filmato. Non si vedono atti di gravissima violenza da parte della polizia...... ripeto forse manca qualche pezzo ....perchè allo stadio ne ho viste di peggio ...

alberto

10 Dicembre 2005
18:15

Orbene scusate, ma questa sarebbe la grande, scandalosa violenza della polizia ? E questi sono i pacifici manifestanti, che urlano "assassini, bastardi, fascisti di merda" ai poliziotti ? Secondo me sono stati anche troppo pazienti. Qualcuno vuol ricordare che questi manifestanti, ipedendo l'agibilità delle strade, stanno commetendo abusi e causando danni ? Che anche poliziotti sono finiti all'ospedale perchè quei "signori" hanno tirato sassi ? Certe persone dovrebbero vivero un po' fuori dall'Italia per capire cosa significhi la parola civiltà. Così quando tornerebbero in Italia potrebbero festeggiare perchè lì sì, possono bloccare strade e ferrovie senza finire in galera e senza pagare i danni.

Roberto

10 Dicembre 2005
16:40

Ho visto il filmato: non rispecchia assolutamente quanto proposto nella presentazione e per questo critico la redazione di arcoiris. Non è qui che si vedono sradicamenti di tende, attacchi improvvisi nella notte e via discorrendo. Non discuto sul fatto che tutto ciò sia accaduto, ma non è qui documentato. Inoltre, senza voler entrare nel merito di tutta la faccenda, effettivamente in questa occasione la polizia, a parte nel finale del video, non sembra comportarsi in maniera scorretta e lì comincia tutto da spinte eccessive dei manifestanti. è sconvolgente certo però vedere quanto lontano debba fermarsi l'ambulanza. Cerchiamo, se vogliamo fare informazione corretta, di cui c'è un grandissimo bisogno, di non manipolare anche "noi" il materiale che presentiamo: ripeto, questo video non dimostra certo attacchi deliberati e violenti delle forze dell'ordine, e con questo non sto certo difendendo il loro modo di gestire le legittime, finchè legali e non-violente, proteste degli abitanti della Val di Susa, che personalmente condivido, convinto che non sia necessario distruggere vallate in nome del "progresso". Ciao a tutti Mattia

mattia

10 Dicembre 2005
15:52

Uno dei problemi è che le "Forze dell'ordine" rispecchiano la popolazione italiana e, in particolare, quella di certe zone del nostro paese nelle quali la maggior parte delle persone è costituita da persone per bene, ma esistono anche i criminali. Criminali che sono noti a molti, ma per paura, per omertà e grazie anche alla connivenza con le forze di potere, non vengono mai denunciati e quindi possono continuare a prevaricare con la violenza (obbedendo volentieri e, anzi, mettendoci del loro, ai comandi che loro giungono). Proprio come sta succedendo con frequenza crescente in modo preoccupante ogni volta che vengono "selezionate" certe "Forze dell'ordine" per "controllare" le manifestazioni.

Roberto

10 Dicembre 2005
00:12

Caro Alessandro, ogn'uno è libero di esporre il suo pensiero. Qualc'uno più di sessanta anni fa per questo è anche morto. Nel tuo commento ho avuto la netta sensazione che il filmato non l'abbi visto e sentito bene . Ti muovi con spirito acritico, come se stessi commentando una partita di calcio dove predomina il tifo . A Veraus ci sono uomini in carne ed ossa che hanno subito le cariche dei celerini solo perchè hanno chiesto di essere ascoltati . E alcuni di loro sono finiti in ospedale. Ale... su, diamoci una mossa . Che ore sono?

Lorenzo