Arcoiris TV

Chi è Online

315 utenti
Libri.itTHEODORE DE BRY. AMERICASEBASTIO SALGADO. GOLD (IEP)GRAN VAMPIRO 2SOLLETICHINOMERLINO CONTRO BABBO NATALE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Tag: cie

Totale: 259

1461 grazie

Vorrei poter scrivere, pescando nel cestone di tutto riposo del "come si suol dire", "sembra ieri." Invece sembra sia passato un secolo. Un'era geologica.

Dopo l'incredulità davanti ad una lettera assurda scritta da chi non aveva avuto il coraggio e la dignità di essere uomo e di avvertirmi di ciò che stava facendo, dopo sette mesi di battaglia, quattro anni fa - 1461 giorni - il microscopio ci fu portato via. Non voglio ripercorre le tappe di quello squallore né citare tutto il lunghissimo elenco dei personaggi sordidi che ne sono stati a mille e un titolo protagonisti uscendone vincitori perché lo scopo l'hanno ottenuto. Non lo voglio fare anche perché i milordini (vecchia definizione bolognese) che infestano il mondo si annoiano a sentire ancora una volta queste cose. Sono stati raccolti quattrini raccontando frottole? Una ricerca fondamentale per la Medicina è stata imbavagliata? C'è chi schiatta? Tanti di più si ammalano? Ci sono poltiglie di cellule che dovrebbero essere bambini? Ma chi se ne frega! Vita lunga ai milordini!

Qui voglio solo elencare tutti coloro cui devo un ringraziamento, sperando di non dimenticare nessuno.
Leggi tutto: 1461 grazie

Visita: www.stefanomontanari.net

Vita mia, parla - Dal nostro rifiuto allo sterminio scientifico

NADiRinforma propone la lettura-spettacolo “Vita mia, parla – Dal nostro rifiuto allo sterminio scientifico”.I versi e le parole della scrittrice Mariella Mehr ripercorrono il tentativo di sterminio scientifico attuato in Svizzera tra il 1926 ed il 1973.Testi a cura di Dijana Pavlovic e Giuseppe di LevaIn scena: Dijana Pavlovic (voce recitante) e George Moldoveanu (violino)La lettura-spettacolo, promossa dal Centro Studi “G. Donati” di Bologna è andata in scena martedì 15 maggio 2012, porta all’attenzione del pubblico il dramma della persecuzione dei Rom attraverso le parole e i versi della scrittrice e poetessa Mariella Mehr, sopravvissuta alle violenze e agli abusi subiti nel secondo dopoguerra in Svizzera.Mariella Mehr, nata a Zurigo da madre zingara di ceppo Jenisch, è stata strappata ai genitori e affidata a famiglie stanziali; in seguito, è sballottata in sedici orfanotrofi e tre riformatori. Subisce anche un ricovero in una linica psichiatrica e trascorre diciotto mesi in prigione, con violenze di ogni tipo, dagli abusi sessuali all'elettroschock. Dopo la nascita del figlio, che le viene subito sottratto, è sterilizzata come era già accaduto alla madre.Da queste esperienze nasce la ricca produzione letteraria di Mariella Mehr che dà voce e visibilità alla memoria e alla sofferenza di un intero popolo, denunciando le violenze e le discriminazioni che ancora oggi i rom (e non solo) subiscono in tutto il mondo.L'iniziativa è stata realizzata con il contributo dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna ed in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione e l'associazione NADiRinformaSi ringrazia:Mariella Mehr per la disponibilità e partecipazione nella creazione dello spettacoloAnna Roshat, traduttrice e amica di Mariella Mehr per la collaborazione nell’allestimento dello spettacolo: Pierluigi don Toffenetti, presidente dell’Istituto XII ApostoliAntonello Ghezzi I volontari del Cinema Perla ed in particolare Guido Rossi, Rossella Vigneri e Nicola Rabbi di BandieraGialla, portale di informazione sociale dell’area metropolitana bolognese Renato Minguzzi e Mariana De Carlo

Visita: www.mediconadir.it

Visita: www.mariellamehr.com

Visita: www.centrostudidonati.org

G. Leghissa - I lavori nel mondo globalizzato

Scuola di cultura politica 2011 - 2012 "In un mondo che cambia".8° modulo - "Una società globale"Giovanni Leghissa - I lavori nel mondo globalizzato.Milano 11 maggio 2012

Visita: www.scuoladiculturapolitica.it

SHOUSHA CAMP

Le voci dal campo profughi di Shousha dimenticato da tutti e finanziato anche dal Governo italiano. Gestito dal Unhcr, ospita 3300 persone. In mezzo al deserto, in precarie condizioni igieniche molti richiedenti asilo, nonostante la guerra, rischiano di essere rimandati al paese d'origine.

Visita: www.youtube.com

G. Zagrebelsky - Società multiculturali e problemi costituzionali

Scuola di cultura politica 2011 - 2012 "In un mondo che cambia".
4° modulo - Globalizzazione e coesione sociale.
Gustavo Zagrebelsky - Società multiculturali e problemi costituzionali.
Milano 4 maggio 2012

Visita: www.scuoladiculturapolitica.it

Matematica e mirtilli

Spettacolo teatrale di e con Giorgio Boccassi e Donata Boggio SolaColtelleria Einstein Matematica e mirtilli: quale arcano motivo lega due elementi così lontani? Alle origini era il desiderio di parlare degli studenti che non trovano motivazioni nelle materie scientifiche e dell’impegno dell’insegnante teso ad accendere in loro la scintilla della curiosità. Da questi propositi sorge l’idea di “Matematica e mirtilli”. Uno studente alle prese con la storia romana (Orazi e Curiazi) subisce interferenze matematiche che confondono l’andamento della storia, ma l’insegnante di matematica arriva in aiuto, come un cupido pronto a far scoccare l’amore per la conoscenza.Lo spettacolo si configura come un “Maths show”, una divertente ma puntuale lezione di scienze:i due attori, Giorgio Boccassi e Donata Boggio Sola, sono di volta in volta professori, conferenzieri, studenti, scienziati, ma anche esecutori di coreografie “numeriche” e personaggi storici alle prese con i calcoli. L’ ostica materia perde il proprio freddo vestito e scopre di se stessa il lato interessante e stimolante, evidenziando il senso di esplorazione che caratterizza ogni ricerca.La singolarità dello spettacolo è nella scelta di temi matematici poco frequentati: i simboli numerici, la nascita dei numeri, lo zero, i paradossi, l’infinito, ospite d’onore il teorema di Pitagora. Alla base di tutto c’è l’amore per la ricerca e la curiosità, l’amore per una didattica che faccia divampare la sete di sapere.

Visita: www.coltelleriaeinstein.it

La società solida, dall'individuo solitario alle comunità solidali

14 marzo 2012. Insicurezza, paura, diffidenza, incertezza. Sono parole che sempre più spesso caratterizzano il discorso pubblico in questi tempi di crisi. Crisi dell’economia ma anche delle relazioni sociali, che si fanno sempre più deboli e inconsistenti, nuove espressioni di una società “liquida” – definizione del sociologo Zygmunt Bauman - in cui “le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure”.
In un contesto così precario, è ancora possibile promuovere un modello alternativo di società, che ponga le sue basi su pratiche inedite di socialità ed esempi di vita sostenibile? Il dibattito si apre affrontando l’esperienza dei condomini solidali, in cui famiglie o singoli – pur continuando ad abitare in un proprio appartamento - scelgono di “vivere in comunità”, secondo regole informali di buon vicinato solidale.L’intento è di aprire una discussione pubblica sul ruolo che esperienze di rete e di vita comunitaria possono svolgere per ricostruire relazioni significative tra gli individui, per far crescere una società “solida”, fondata sui principi di sussidiarietà e solidarietà, su un senso comune di appartenenza.
Evento realizzato con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna ed in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, l'Associazione "Comunità e Famiglia" - Emilia Romagna, Bandiera Gialla, EMI Editrice Missionaria Italiana e l'Associazione Medica NADIR

Intervengono:
Bruno VOLPI, fondatore di Mondo Comunità e Famiglia
Stefano Zamagni, professore di Economia Politica all'Università di Bologna e di International Political Economy alla John Hopkins University, Presidente dell'Agenzia per il Terzo Settore.
Introduce Mattia Domenicali, studente dell'Università di Bologna

Visita: www.centrostudidonati.org

Visita: www.mediconadir.it

Silvano Tagliagambe - La scienza

Scuola di cultura politica 2011 - 2012 "In un mondo che cambia".5° modulo - I nuovi poteri globali.Silvano Tagliagambe - La scienza.Milano 17 febbraio 2012

Visita: www.scuoladiculturapolitica.it

R. Mancini T. Pievani - Ragioni della scienza, ragioni della fede

I DUBBI DEI NON CREDENTI seminario a cura di Duccio Demetrio. Scienza e religione. “Ragioni della scienza, ragioni della fede”.
Ne discutono: Roberto Mancini e Telmo Pievani.
Milano 7 novembre 2011

Visita: www.casadellacultura.it

R. Mancini T. Pievani - Ragioni della scienza, ragioni della fede

I DUBBI DEI NON CREDENTI seminario a cura di Duccio Demetrio. Scienza e religione “Ragioni della scienza, ragioni della fede”. 
Ne discutono: Roberto Mancini e Telmo PievaniMilano 7 novembre 2011

Visita: www.casadellacultura.it