Chi è Online

Chi è Online

277 utenti
Libri.itIL PRINCIPE CERCA MOGLIETHE WALT DISNEY FILM ARCHIVES (GB) - 40KOOLHAAS. COUNTRYSIDE, A REPORTHOMES FOR OUR TIME. CONTEMPORARY HOUSES AROUND THE WORLD (IE) - 40BASQUIAT (I) - 40
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: case

Totale: 37

Sinistra e crisi dei giornali

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.A cura di Luca Bonaccorsi e Vittore Luccioto be 6imedia

Visita: www.6media.info

Odore d'inchiostro, l'esperienza delle testate locali autogestite

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.Con Angelo Valentito be 6imedia

Visita: www.6media.info

Dibattito su come funziona la macchina dell'informazione. Produrre un'autoinchiesta

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.a cura di Vincenzo Mulè,con Manuele Bonaccorsito be 6imedia

Visita: www.6media.info

Informazione Multimediale.

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.La sfida dell'organizzazione che si può vincere solo con l'autorganizzazione.Modera: Alessandro De PascalePertecipano: Bar Camp, Radio Radicale, Agoravoxto be 6imedia

Visita: www.6media.info

Giornali locali e lotta alla mafia. Una spinta al rinnovamento della professione.

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.A cura di Santo Dalla Volpe di Libera Informazione,Partecipano: Pino Maniaci e Sergio Nazzaroto be 6imedia

Visita: www.6media.info

Essere informazione prima che sia troppo tardi

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.A cura di Fabio Sebastiani,con Roberta Gisotti e Pino Di Maulato be 6imedia

Visita: www.6media.info

Confronto new media e tradizione, dal ciclostile alla web TV

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.a cura di Pietro Orsatti,intervengono: Carmelo Di Gesaro, Francesco Piccinini, Riccardo Orioles, Alessandro Ambrosin, Francesca Caprini, Raffaele Lupoli, Angelo Ventito be 6imedia

Visita: www.6media.info

To be 6i media - Inaugurazione

Ultime, le notizie.Info block notes - press festival...per non subire l'informazione.Inaugurazione, con la presenza del sindaco, della giunta, dei consiglieri e dei cittadinito be 6imedia

Visita: www.6media.info

Michael Rose

Michael Rose è un nome storico del roots reggae giamaicano ed ha raggiunto la fama come cantante solista della miglior formazione dei Black Uhuru a cavallo tra gli anni settanta ed ottanta: con questa formazione ha vinto un Grammy Award nel 1983 per l'album 'Anthem'. Questo straordinario cantante comunque ha ripreso quota dopo aver lasciato i Black Uhuru con un nuon numero di ottimi albums come solista. Michael è nato a Waterhouse, turbolento ghetto di Kingston l'11 luglio del 1957 ed e' uno dei tanti artisti reggae cresciuto in questo quartiere. Prima di unirsi a Black Uhuru lascia svariate tracce come solista (tra cui una versione embrionale di 'Guess who's coming to dinner') in singoli prodotti, tra gli altri, da Niney The Observer, Lee Perry e Prince Jammys.Quando la primissima versione di Black Uhuru, composta da Duckie Simpson, Garth Dennis e Don Carlos si scioglie, Michael entra a far parte dell'organico ricostituito insieme al membro fondatore Duckie Simpson ed a Errol Nelson. Mentre questa prima formazione registra con Jammy nel 1977 il primo fantastico album 'Love crisis', il gruppo muta ancora forma, al posto di Errol Nelson arriva la statunitense Puma Jones ed insieme a Sly & Robbie registra una serie di incredibili album culminata nella vittoria del Grammy Award nel 1983 con 'Anthem'. A questo punto Michael Rose abbandona Black Uhuru e si prende un momento di riflessione: la sua carriera riprende intorno al 1990 con alcuni singoli autoprodotti e il crossover album 'Proud' pubblicato dalla RCA. Anche da solista Michael è molto prolifico ed il suo stile compositivo non dimostra discontinuità rispetto ai brani composti nel periodo Black Uhuru. Dal 1995 si lega all'etichetta americana Heartbeat per cui fa uscire solidissimi lavori come 'Michael Rose' (1995), 'Be yourself' (1996), 'Dance wicked'(1997) e 'Party in session live' (1998) registrato dal vivo. Nel 1999 esce un nuovo ottimo CD prodotto da Sly & Robbie intitolato 'X-Uhuru'. E' difficile sorprendere Michael Rose in un momento debole: la sua carriera continua nel nuovo millennio con CDs sempre all'altezza tra cui citiamo 'Never give it up' e 'African roots'. Oltre a pubblicare i suoi albums fa capolino di tanto in tanto nel mercato dei singoli giamaicani con ottime prove. Nel 2005 si riconcilia con Duckie Simpson e ricompone con quest'ultimo i Black Uhuru: la sua ultima apparizione al Rototom Sunsplash risale proprio a quell'anno come Black Uhuru. L'ottima performance di Michael e Duckie fu accompagnata, come del resto il loro ultimo tour italiano del 2007, dalla backing band inglese Ras Ites. Nel 2007 Michael ha pubblicato i due CDs 'Passion of life' e 'The saga'.

Visita: www.rototom.com

Busy Signal

Busy Signal si è affermato negli ultimi tempi come uno dei più rappresentativi artisti della scena dancehall giamaicana. E' nato a Tivoli Gardens nel cuore dei ghetti di West Kingston, il suo vero nome è Reanno Gordon e come tanti altri ragazzi ha avuto le prime esperienze musicali cantando in chiesa insieme ai suoi genitori. L'esposizione alla dancehall music è arrivata per Reanno attraverso la musica di Bounty Killer (da adolescente sapeva tutte le liriche delle sue canzoni) prima di cercare di elaborare un suo linguaggio personale. Dopo le prime mosse nel 2003 Busy Signal ottiene nel 2005 un clamoroso successo con 'Step out' che lo pone nella schiera dei giovani artisti che contano. Sin dalle prime uscite questo ragazzo cerca di lavorare sodo sulle sue liriche per rappresentare la realtà del ghetto e fa in modo di non apparire con i suoi brani su ritmi con un troppo alto numero di 'versions' di diversi cantanti, cercando addirittura di essere l'unico su un particolare ritmo. Un passaggio quindi fisiologico è quello di aprire la propria etichetta, la Network Records attraverso pubblica brani come 'Tell Santa dis' e 'Where I'm from'. Busy continua a lavorare con altri produttori con cui si sente in particolare sintonia: per Renaissance registra 'Not going down', per Don Corleon 'Because of you', 'That bad' e 'Pharmacy' e per John John 'Fade away'. Il suo debutto su CD arriva nel 2006 con 'Step out' pubblicato dalla Greensleeves: sono suoi ospiti in questo primo lavoro personaggi come Bounty Killer, Movado e Alaine. Nel turbolento mondo della dancehall giamaicana se hai tanto talento le cose ti succedono molto rapidamente e negli ultimi tempi Busy Signal attraverso hits come 'Nah go a jail', 'Unknown number' e 'The days' è diventato uno dei numeri uno anche grazie, oltre che ai suoi hits, alla forza delle sue performances dal vivo. Siamo quindi impazienti di vederlo all'opera per la prima volta al Sunsplash in questa edizione 2008.

Visita: www.rototom.com