Chi è Online

212 utenti
Libri.itDAVID LACHAPELLE. LOST AND FOUND - GOOD NEWS - Art EditionDE CHIRICO (I) #BasicArtIL LUPO CHE AVEVA PAURA DI TUTTOURBAN SKETCHING - COLOREPETER LINDBERGH. UNTOLD STORIES
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: Comuni

Totale: 2

2)-Perchè (solo) Gesù. Cristianesimo: religione del libro o fede nell?uomo?

Perchè (solo) Gesù
Cristianesimo: religione del libro o fede nell?uomo?
Se fino al secolo scorso si era di fatto obbligati a essere battezzati cristiani e cattolici al fine di salvarsi, ora le nuove generazioni sanno che anche nell'ebraismo e nell'islamismo, solo per citare le due religioni che sembrano essere le più affini al cristianesimo, è possibile salvarsi. Perché Cristo e non Mosè o Maometto?
Tutte le religioni sembrano essere uguali, almeno quelle monoteiste, che invitano a credere in un unico Dio e ogni religione, anche le non monoteiste, insegna il timore e la preghiera verso Dio, l'amore per il prossimo, l'esercizio della carità e il rispetto per gli altri.
Se è dunque vero che tutte le religioni conducono a Dio e quindi alla salvezza, perché mai si dovrebbe scegliere proprio Gesù e il suo impegnativo messaggio? E se si può scegliere, quali sono i criteri che spingono a preferire una religione piuttosto che un'altra, se in fondo sono tutte uguali??
Fra Alberto Maggi dell?Ordine dei Servi di Maria direttore del Centro Studi Biblici «G. Vannucci» di Montefano a Padova nella sala MPX - con riferimento ai testi del Vangelo - ha sviluppato il tema in quattro incontri organizzati da "Beati i costruttori di pace" dal 15 al 17 dicembre 2006.
Registrazioni audio: Comunità Oikia, Palermo
Visita il sito: www.studibiblici.it
Visita il sito: Beati i costruttori di pace

Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 2° parte)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza ? Povertà, Crescita ? Decrescita".

Tra i relatori:
Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta dei naufraghi", "L'altra Africa tra dono e mercato",
Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3,
Albert Tevoédjré, economista e sociologo, oggi mediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già ministro dell'wconomia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD.

Hanno coordinato:
GrazianoZoni, presidente Emmaus Italia,
Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.

Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sono stati occasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.

Serge Latouche risponde alle domande delle platea in relazione alla tecnica, sull'importanza e la messa in discussione degli indicatori, la sottile linea tra rispetto delle culturee la promozione dei diritti universali. Si evidenziano sempre di più i punti di vista differenti.
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it