Chi è Online

Chi è Online

215 utenti
Libri.itERNST HAECKEL (GB) - 40PETER BEARD. THE END OF THE GAMEHAPPY MEATDARWINURBAN SKETCHING - TRUCCHI E TECNICHE
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Cerca

Inserisci parole chiave

Risultati della ricerca

Hai cercato: +niente+da+archiviare | Risultati: 87

Le bufale del sale rosa dell'Himalaya - È un comune sale, con un po' di ferro e nessuna proprietà

L'origine delle bufale sul sale rosa dell'Himalaya risalgono agli inizi del 2000, quando un sedicente biofisico comincia a raccontare la bufala che questo sale contiene "84 prezioni oligoelementi". In realtà non contiene niente che possa essere utile. In compenso contiene piccole quantità di elementi da evitare, come Cadmio e Nickel.

News della settimana (5 - 11 settembre 2020)

Sospesa la sperimentazione sul vaccino - Conte ignora i dati ufficiali del Covid - La truffa dei banchi di scuola - Vaccini: nasce la “protezione agnostica” - Bielorussia come il Venezuela – Hollywood: 30% gay o niente Oscar

Marzia Baldereschi - Conoscere per riconoscere: l'ictus cerebrale

Una persona su sei avrà un ictus cerebrale nel corso della sua vita. Fino a pochi anni orsono si credeva che non ci fosse niente da fare, ma adesso sappiamo che l'ictus è curabile, ma in emergenza, entro 3 ore. Colpisce all'improvviso e non provoca dolore, per accedere alle cure bisogna riconoscerlo. E' necessario imparare a riconoscerne subito i sintomi per reagire nel modo appropriato.

Visita: www.festascienzafilosofia.it

VACCINI - il ricatto italiano: senza VACCINO niente SCUOLA

il mainstream che cerca di spaventare la popolazione con i suoi soliti desueti metodi che producono maldestre farse televisive, dove uno spettatore un po' più attento coglie tante verità nei momenti di imbarazzo che non si contano

Suad Amiry: "Golda ha dormito qui"

NADiRinforma incontra Suad Amury nel corso della presentazione del suo ultimo libro: "Golda ha dormito qui",
"Mi han detto che la tua casa è dove sei tu. Ci ho provato ma non sempre ci riesco"
"Di cosa è fatta la bellezza di una casa, se non della vita di chi la abita? Ma quando accade che un intero popolo si trovi all'improvviso espropriato delle sue dimore, la domanda che passa, amara, di bocca in bocca è soltanto una: che fine fa quella bellezza, e che fine fa l'anima di chi in quelle case, in quei palazzi, in quei giardini, ci ha vissuto, ci ha pianto e ci ha gioito, per una vita intera?"
Una storia che ha inizio nel 1948, quando gli inglesi, partendo da Israele, lasciarono due popoli in lotta: l'uno con tutto, l'altro con niente.
Suad Amiry, palestinese, racconta quella perdita inestimabile, quella dei muri con dentro le anime, la memoria, i gesti, gli affetti e, con profonda grazia e humour dissacrante, si confronta con un tema universale e potente com'è quello della casa, che finisce per coincidere con la nostra stessa identità, con la nostra stessa, comune, storia.
L'iniziativa, organizzata l'8 luglio '14 dalla Libreria Coop Ambasciatori in collaborazione con Assopace Palestina Bologna, ha previsto la presenza di Luisa Morgantini e Moni Ovadia

Intervista a cura di Luisa Barbieri
Riprese e montaggio Paolo Mongiorgi

Visita: www.mediconadir.it

A proposito di Auditel... intervista a Marco Benatti

Marco Benatti, già fondatore e primo presidente di Assomedia, associazione dei centri media in Italia, fin dal 2002 ha denunciato l'inadeguatezza del sistema Auditel nel nuovo scenario dei media digitali. In questa intervista quantifica in circa 1 miliardo le risorse pubblicitarie che l'attuale sistema di rilevazione sottrae alle piattaforme digitali, denuncia il sistema di corruzione diffuso e fuori controllo nella spartizione degli investimenti ed arriva a conclusioni categoriche: a cosa serve Auditel oggi? Secondo me non serve più a niente!Consulenza scientifica: Stefano CuppiRegia: Antonio PacorMontaggio: Bettina GozzanoProduzione : Arcoiris TVGuarda il documentario: A proposito di Auditel... un sistema condannatoNESSUN DIRITTO RISERVATOQuesto documentario può e "deve" essere divulgato, riprodotto, distribuito, regalato, esposto, rappresentato in pubblico ecc.ecc. senza nessuna limitazione

Carissimi connazionali, sappiate che...

... dal 25 ottobre 1993, sono titolare di una PARTICOLARE SITUAZIONE GIURIDICA SOGGETTIVA, prevista, contemplata e protetta nell'ordinamento giuridico dello "Stato di diritto" Italiano.Per questo, a decorrere dal 1° gennaio 2001, vale a dire, da oltre 12 anni, mi trovo in CONTROVERSIA, ovvero in CAUSA (da dirimere ineludibilmente), con Voi tutti, amati connazionali.Qual è l'oggetto del contendere?Ci accusiamo, reciprocamente, di essere "Incapaci d'intendere e volere", quindi, tutti IRRESPONSABILI, ovvero, non imputabili, giudicabili e condannabili di niente: entrambi, siamo innocenti come bambini.Poiché io, da oltre 16 anni, mi trovo condannato di fatto alla MORTE CIVILE dalla Famiglia con l'avallo dello Stato, intendo ricorrere alla Suprema Corte di Cassazione per ottenere la mia totale riabilitazione da tale ignominiosa condanna fattuale, a beneficio incommensurabile dell'intero Glorioso Popolo Italiano, a cui mi onoro di appartenere, pur ritenendomi "cittadino del mondo".Ebbene, trattando detta CAUSA, da me stravinta in partenza, si risolverà la crisi economico-finanziaria, ambientale e di civiltà. Vedremo così RISORGERE L'ITALIA e, conseguentemente, le Nazioni d'Europa e degli altri Continenti.Per tutti i dettagli, rimando alla lettura dei documenti raccolti in una cartella pubblica, accessibile a chiunque sul gigante GOOGLE DOCUMENTI. Cartella intitolata: LA DIVINA COMMEDIA BIS, raggiungibile all'indirizzo abbreviato: http://tinyurl.com/cozgwobIn questo giorno di FESTA della Mamma Celeste Assunta in Cielo, ringrazio DIO per tutto quanto concessomi, con l'auspicio che, dai circa 200.000 avvocati operanti nel Belpaese, i migliori giuristi decidano di patrocinare questa mia sacrosanta CAUSA, per addivenire all'autentico BENE COMUNE, fine della nostra benemerita Costituzione.Buona lettura e... serene vacanze!Inenascio Padidiohttp://www.inenasciopadidio.it

Terra Futura 2011 - INFORMAZIONE BENE COMUNE. SENZA INFORMAZIONE NIENTE DEMOCRAZIA

convegnoIntervengono GIULIETTO CHIESA, giornalista “Megachip-Democrazia nella Comunicazione” GIOVANNI SARTORI, politologo, professor Emeritus in the Humanities Columbia UniversityCoordina SILVANO CACCIARI, docente di Estetica della comunicazione e Sociologia generale Università di FirenzeGuarda l'intervista a Giovanni Sartori

Visita: www.terrafutura.it

TF 2011 - Intervista a Giovanni Sartori

Terra futura 2011 - buone pratiche di vita di governo e d'impresa verso un futuro equo e sostenibile.Simone Siliani, Fondazione Culturale Responsabilità Etica Onlus intervista Giovanni Sartori, politologo, può essere oggi considerato uno dei principali autori nel campo della Teoria della Democrazia, dei sistemi di partito e dell'ingegneria costituzionale nel mondo accademico internazionale.Guarda la conferenza: INFORMAZIONE BENE COMUNE. SENZA INFORMAZIONE NIENTE DEMOCRAZIA

Visita: www.terrafutura.it

Pensieri al rogo

“La comunicazione ha fatto negli anni recenti passi da gigante, peccato che non ci sia più niente di nuovo, di inedito da comunicare”. La battuta è una delle tante che arricchiscono il mio video con la trascinante oratoria di Franco Ferrarotti, sociologo di fama, intervenuto quest’anno alla suggestiva commemorazione (immancabile la banda musicale dei vigili) di Giordano Bruno, nella piazza romana di Campo dei Fiori, dove, come è noto, il monaco eretico venne arso vivo il 17 febbraio del 1600.

Visita: www.nandocan.it