Chi è Online

Chi è Online

339 utenti
Libri.itPEDRO ALMODÓVAR. GLI ARCHIVIBOGARTAUDREY HEPBURN. PHOTOGRAPHS 1953–1966 (IEP)FILM NOIR. 100 ALL-TIME FAVORITES (I)MARILYN
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Film senza titolo in memoria di M. Meursault

ArcoirisTV
2.3/5 (23 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Il corto si concentra soprattutto sul libero arbitrio e la responsabilitàdelle proprie scelte, anche nel caso di passività di fronte ad esse. L'uomoè in preda a un problema di coscienza e di identità; la voce lo condurràallo sfogo e allo scavo emotivo più profondo.
La necessità di filmare l'angoscia della disintegrazione dell'identità di unuomo e di cantare "un requiem pour un con" in omaggio alla sua testardagginee convinzione verso quanto gli viene chiesto, e non pensato, rappresenta ilmotore finalizzato alla creazione dell'opera e all'evidenza delleresponsabilità individuali.
NOTE DI REGIA: L'asetticità del macello, l'odore del sangue, il freddoconservatore e i sacchi quasi animati, appesi e privi di soffio vitale nonsono solo una cornice, ma una scheggia propulsiva che ha determinato lenostre azioni e decisioni in ripresa. La recitazione, il movimento, la lucegenerati da e per "una presenza palpabile di morte" sono il frutto di unacatarsi diretta e spontanea.
Questo film avrebbe potuto essere muto: il giorno prima delle riprese laScuola di cinema mi telefona sostenendo che in quanto esterno alla scuolanon potevo eccedere nelle richieste di attrezzature, e mi tolgono lastrumentazione audio. Era troppo tardi per chiedere in noleggio qualcosa ecominciai a stravolgere tutto il lavoro. Dopo un paio d'ore cambiarono idea:avrei avuto microfono, giraffa, ma non il DAT. Così recuperammo un minidisc,che comunque ebbe il suo bel da fare: ogni quarto d'ora si azionavano leventole refrigeratrici, la presa diretta era molto difficile. Il secondogiorno tagliai sei battute dalla sceneggiatura in modo da terminare neitempi.Regia: Antonio Cantarella
Soggetto/sceneggiatura: Antonio Cantarella
Interpreti (solo i principali): Marcello Belotti, Zamira Pasceri
Fotografia: Giulio Nicolis
Musica: "Requiem pour un con" di Serge Gainsbourg
Scenografia: Antonio Cantarella
Produzione: Alberto Nicolis, Mida Cannarella. Scuola Civica di cinema -Milano
Fonico: Paolo Benvenuti
Montaggio: Antonio Cantarella
Mixaggio audio: Stefano Breda
Contatti: karamaz@gmail.com

1 commento


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


3 Novembre 2006
19:48

Coraggioso e graffiante!! Davvero inusuale ed efficace l'impostazione cui giova anche la scelta di un ben manipolato bianco e nero. E' riuscito a colpire anche i miei scombinatissimi alunni..delle medie!

mida