Arcoiris TV

Chi è Online

439 utenti
Libri.itBEFORE EASTER AFTER - edizione limitataFERRARI - Art EditionFREYDAL. MEDIEVAL GAMES. THE BOOK OF TOURNAMENTS OF EMPEROR MAXIMILIAN ICASE STUDY HOUSES - #BibliothecaUniversalisMIGUEL RIO BRANCO. MALDICIDADE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati di EMERGENCY


IL GIORNO DI DIONISO - Un film italiano fa luce sui misteri dell'11 settembre

ArcoirisTV
2.0/5 (47 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
In anteprima al Milano Film Festival alcune sequenze del docufilm in corso di realizzazione, frutto della collaborazione tra Megachip, l'associazione dell'europarlamentare e giornalista Giulietto Chiesa, e da Telemaco, una casa di produzione indipendente romana, con la partecipazione di Dario Fo.
Supportato da una rigorosa documentazione il film fa risaltare le incongruenze delle ricostruzioni ufficiali degli attentati che 5 anni fa sconvolsero il mondo.
All'incontro, al Teatro delle Erbe di Milano, hanno partecipato Giulietto Chiesa, Claudio Fracassi e Dario Fo.

12 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


22 Dicembre 2006
23:06

di siti che diffondono simili infamità non diete il solo, sostenere certe tesi vuol dire solamente essere fiancheggiatori del terrorismo (islamico). nazzareno romano

nazzarenoromano

20 Ottobre 2006
12:55

Questo filmato dimostra che anche qualche personaggio più in vista qua in Italia sta cominciando ad esporsi. Speriamo che queste informazioni si diffondano di più!

Federico Valetti

11 Ottobre 2006
09:12

Non bisogna dimenticare che gli stessi stati uniti sono uno dei principali stati terroristi. Che dire dell'alleanza tra stati uniti russia cina indonesia egitto algeria,tutte nazioni che ,come a ragione afferma qualcuno che di geopolitica ne tratta abbastanza,tra questi Noam Chomsky, tutte nazioni che non vedono l'ora che nasca un sistema di rapporti internazionali sponsorizzato,indovina da chi! Ma dagli stati uniti che diano il loro beneplacito per continuare i propri massacri terroristici ! LA russia in cecenia l'indonesia ad Aceh israele in palestina specialmente,vecchio problema inventato dagli inglesi simpatizzanti sionisti( Balfour). Poi non bisogna dimenticare che i cosidetti stati uniti sono l'unica nazione condannata per terrorismo dalla Corte Internazionale e che abbia rifiutato di aderire a una risoluzione del Consiglio di sicurezza che intimava alle nazioni di rispettare le leggi internazionali,esempio molto eclatante NICARAGUA , la ho avuto un'altra delle molte altre conferme ,sono proprio ameri-CANI ,e non bisogna perdere il conto delle risoluzioni ONU che non hanno mai rispettato ,battono tutti 100 a 1, a dimenticavo israele che e l'unica che si avvicina 90 a 1,e dopo sono gli altri antisemiti,mentre loro cosa potrebbero essere, anticamiti ? Ha dimenticavo l'idiota e in contatto con dio,e da buon cristiano fa tutto cio che le viene detto,come mose per gli israeliti, quando il signore dio tuo ti avrà introdotto nel paese che vai a prendere in possesso.....Sterminerai dunque tutti i popoli che il signore dio tuo sta per consegnare a te.....dovremo chiamarlo bushmose, ma gli antichi penso che si incazzeranno,e noi moderni ? Comunque e importante parlarne,non farsi solo le guerre,grazie.

tony

10 Ottobre 2006
18:46

Ma qui si fanno commenti al filmato o ai commentatori? Cosa ha che vedere il commento di Ashoka col filmato? Il filmato mi sembra sia l'ennesimo spreco di risorse che potevano e dovevano essere utilizzate meglio... Ciao

Max

10 Ottobre 2006
13:52

Riguardo alla lista passeggeri, la fonte dovrebbe essere unica. Come mai per una parte gli arabi non ci sono mentre per l'altra si? Saluti

Giovanni

10 Ottobre 2006
13:15

La tecnica è sempre la stessa. Soffermarsi su dettagli, a volte in modo non solo scorretto ma anche superficiale, per screditare tutto ciò che viene detto. Ad esempio si dice che non bisognerebbe soffermarsi sulla 9/11 Commission quando esistono centinaia di pagine etc. etc. di FAA, del NTSB etc. Il problema è che la 9/11 Commission è la commissione nata per dare "prepare a full and complete account of the circumstances surrounding the September 11, 2001 terrorist attacks, including preparedness for and the immediate response to the attacks." "preparare un pieno e completo resoconto delle circostanze che cirondano gli attacchi terroristici dell'11 Settembre 2001, incluso lo stato di preparazione e l'immediata risposta a questi attacchi". Il rapporto voluminoso della commissione cita i rapporti di FAA ed NTSB come fonti per ricostruire una "storia" che avrebbe dovuto rispondere alle 100 domande dei familiari delle vittime ma che invece è servita sostanzialmente ad assolvere le autorità. Sì perché normalmente si dice che a permettere questi attacchi siano state l'impreparazione, la confusione, e le negligenze varie presenti nelle varie agenzie governative, ma poi, di fatto, nessuno è stato licenziato per "aver lasciato accadere il 9/11" e molti anzi sono stati promossi o premiati (es. Richard Myers). Questo è uno dei dettagli sottolineati da P.A. ma per capire il metodo basta osservare il dossier di Attivissimo sull'Iraq in risposta ad un appello di Charles Sheketoff (Direttore Esecutivo dell? Oregon Center for PublicPolicy) Jeffrey R. Cram, Ph.D. (Lind & Kyle Consultants) USA, 2 marzo 2003 (http://paoloattivissimo.info/antibufala/domande_iraq/domande_iraq.htm) *** 'appello dice di essere "frutto del lavoro di due statunitensi impegnati a livello istituzionale nel loro paese." Ma di preciso che cosa vuol dire "impegnati a livello istituzionale"? Tutto e niente, però fa sembrare più autorevole la fonte. Un'autorevolezza che di certo manca alla fonte dichiarata di questo appello, cioè l'Oregon Center for Public Policy (http://www.ocpp.org), che non è un organo ufficiale governativo: è semplicemente una libera associazione di attivisti. Con tutto il rispetto per l'attivismo, definire due attivisti come "impegnati a livello istituzionale" è ingannevole e scorretto. *** (i due si pongono domande e risposte e P.A. le commenta) Eccone alcune (ma sarebbero da leggere tutte per capire il personaggio) 22. D.: Esistono prove che l?Iraq intenda usare le sue armi per altro che la deterrenza e la difesa? R: No P.A.:e "prove" che l'Iraq intende usare le sue armi per altro che la deterrenza e la difesa, assenti secondo l'appello, sono state fornite a marzo 2003 dal lancio di missili contro il Kuwait (nazione non belligerante e già invasa una volta dall'Iraq). 23. D.: L?Iraq è oggi una minaccia per la pace nel mondo maggiore di dieci anni fa? R: No P.A.: questa è una opinione soggettiva 45. D.: Quante testate nucleari possiede l?Iraq? R: 0. P.A.: L'appello dichiara che l'Iraq non possiede testate nucleari. Sarebbe interessante sapere come siano arrivati a questa certezza due attivisti statunitensi, quando i migliori servizi segreti del mondo ancora non sanno nulla di certo. *** Direi che si commenta da solo... Marco (Ashoka di luogocomune.net)

Ashoka

10 Ottobre 2006
08:38

Ancora un altro film sull'11 settembre.... quand'è che tutto questo po'po' di registi e "artisti" deciderà di dedicarsi alla gente che soffre nel mondo? Mentre milioni di persone muoiono di fame e di stenti, ancora si bruciano risorse e si raccolgono fondi per pubblicizzare teorie di fantascienza. Fate un servizio sui bambini degli zingari che chiedono l'elemosina ai semafori, quelli non butteranno mai giù un grattacielo ma non per questo vanno abbandonati al loro destino.

Federico

10 Ottobre 2006
05:44

Trovo incredibile che una persona che afferma di studiare da cinque anni la materia si sia fermata al Rapporto della Commissione, che è un niente in confronto alla mole immensa dei rapporti dei tecnici, della FAA, dell'NTSB, del NIST. Trovo patetico che ci si chieda ancora come mai non ci sono nomi arabi nelle liste dei passeggeri, quando è noto da tempo che è una bufala (i complottisti attingono alla lista delle *vittime* pubblicata da CNN, nella quale -- guarda un po' -- non ci sono i dirottatori, perché appunto non sono *vittime* e quindi sono elencati a parte). Trovo demenziale che si teorizzi che chi falsifica (dice Chiesa) i filmati di bin Laden sia così scalcinato da prendere un attore col naso sbagliato e destro anziché mancino. Alla CIA son tutti cretini e non hanno soldi per pagare un regista e una segretaria di produzione? Trovo vergognoso che nel film si bari facendo fare in pochi secondi all'aereo del Pentagono una manovra che è durata oltre due minuti, per farla sembrare impossibile. Come si fa a trovare la verità ricorrendo alla bugia? Se qualcuno vuole capire anziché credere, c'è un bel po' di materiale a disposizione, in italiano, su Undicisettembre.info. E' a disposizione anche di Giulietto Chiesa, ovviamente.

Paolo Attivissimo

9 Ottobre 2006
22:25

Io sono daccorddo con l'ultimo interlucutoreche dice che degli U.S.A.,nn c'è niente di cui meravigliarsi.Il punto secondo me è che tutti gli americani non si facciano ancora una volta infinocchiare da questi delinquenti.Spero che quello che verrà,abbia il buon senso di creare un tavolo mondiale x disarmarsi completamente.

ANDREA

9 Ottobre 2006
21:31

Grazie per il filmato. Sono ormai sempre piu' convinta si tratti di una complotto e sono d'accordo con quanto dice Giulietto Chiesa. Ho solo una domanda che mi frulla in testa: dal momento che gli aerei non erano pilotati da arabi chi era alla loro guida? Chi si e' immolato per la "causa" ? Oppure non erano aerei di linea ........... Mi piacerebbe molto sentire il parere di Giulietto Chiesa. Grazie

Giulia