132 utenti


Libri.itA PRIMA VISTA POCKET: SPAGNOLO GRAMMATICAVILLEVERMINE 1 / 2: L’UOMO CHE PARLAVA AGLI OGGETTI A PRIMA VISTA POCKET: FRANCESE GRAMMATICASIMON & LOUISELA DONNA UCCELLO
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!










Luna - Un oceano di silenzio: come la sesta estinzione minaccia la biodiversità marina - KUMLab22

ArcoirisTV
1.2/5 (17 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Ancona, 13/10/2022 - Magazzino Tabacchi della Mole Vanvitelliana di Ancona, Incontro: Un oceano di silenzio: come la sesta estinzione minaccia la biodiversità marina.

I mari e gli oceani sono soggetti ad impatti antropici come mai prima d’ora, che mostrano una preoccupante accelerazione e stanno erodendo sempre più quel capitale naturale che sostiene il benessere dell’uomo e la prosperità. Il mare ricopre oltre il 70% della superficie del Pianeta e rappresenta una fonte insostituibile di cibo, acqua, energia, ossigeno e servizi essenziali per l’umanità, ma appare oggi minato da inquinamento, uso spesso indiscriminato delle risorse, distruzione degli habitat e dalle pressioni del cambiamento globale, i cui effetti si manifestano attraverso l’acidificazione delle acque, l’aumento della temperatura, l’innalzamento del livello del mare, la diffusione di specie aliene ed i cambiamenti nella circolazione termoalina capaci di influenzare la distribuzione delle specie. Tutte queste pressioni stanno impattando la produttività e la biodiversità degli oceani e la loro capacità di regolare il clima del Pianeta, minando la capacità di resistenza e resilienza degli ecosistemi, che appaiono oramai prossimi al punto di non ritorno.

Entro fine secolo una buona parte delle specie marine potrebbe scomparire dai nostri mari; stiamo infatti attraversando la sesta estinzione di massa nella storia del Pianeta. Quali scenari ci attendono? Stiamo davvero andando verso un “fine vita” nei nostri mari? È il momento di invertire questa tendenza ed avviare azioni globali per preservare la salute dei mari ed arrestare la perdita di biodiversità, accumulata negli ultimi cinquanta milioni di anni di storia evolutiva del nostro Pianeta.

Visita: www.kumfestival.it


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.