189 utenti


Libri.itLABIRINTIIL RAMMENDOIL LUPO IN MUTANDA 4 - È UN FANNULLONE!IL RICHIAMO DELLA FORESTALA COMPOSIZIONE
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!








Arte a 33 giri, le più importanti e belle copertine di dischi in mostra a Il Musa di Torino

ArcoirisTV
1.2/5 (23 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Quasi 200 copertine di dischi sono esposte a Torino, in via della Consolata 11E, in una mostra che raccoglie quelle più preziose e ricercate, perché realizzate da artisti come: Andy Warhol, Basquiat, Keith Haring, Jeff Koons, Ai Wei Wei, Banksy, Peter Blake, Dalì, Picasso, Clemente, Annie Leibovitz, Roy Lichtenstein, Magritte, Robert Mappelthorpe, Mirò, Rauschenberg, Schnabel, Lodola, Schifano, Bonvi, Andrea Pazienza, Crepax, Mimmo Paladino, Liberatore, etc.
Purtroppo l’avvento del CD prima e addirittura della musica “liquida” adesso ha vanificato la magia della pittura sulle copertine dei dischi che in passato ha reso questi album a 33 giri delle vere e proprie opere d’arte. Però… il vinile è tornato e ha già sconfitto il CD. Quindi l’arte nelle copertine è di nuovo viva.
Io ho contribuito a questa mostra con un lungo articolo, pubblicato sul catalogo, e aggiungendo qualche pezzo prezioso alla vasta e importantissima collezione di Vincenzo Sanfo, coadiuvato dalla figlia Giorgia.
Il Musa è uno spazio fantastico dove Pierluca Lobina, il proprietario, ha riportato i muri allo storico edificio tipico del quadrilatero romano.
La mostra, creata anche in concomitanza del prossimo Eurovision Song Contest, rimarrà aperta fino a settembre.
Il giorno dell’inaugurazione ho girato un lungo reportage dove Vincenzo e Giorgia Sanfo raccontano dettagliatamente tutti i dischi esposti. Ho anche spinto Pierluca Lobina, restio ad apparire, a parlare di questo luogo che potrebbe diventare centro di cultura per Torino. Ferruccio D’Angelo mi ha invece raccontato le sculture che fa recuperando bidoni metallici.
Questa è invece una breve sintesi del lungo ed esaustivo articolo che ho scritto per il catalogo:

L’arte visiva incontra quella musicale quando l’industria decide di “vestire” i dischi con delle copertine personalizzate. Prima, infatti, esistevano solo buste col logo della casa discografica bucate al centro per mostrare l’etichetta del vinile con su scritto titolo, interprete e autori. E, tra i primi a creare questi nuovi involucri per dischi, c’è già Andy Warhol che in futuro inventerà quella che è considerata la più bella ed originale copertina mai creata: “Stick Fingers” dei Rolling Stones.

Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.