Arcoiris TV

Chi è Online

288 utenti
Libri.itN.197 BRUTHER (2012-2018)FERRARI - Art EditionNYT. 36 HOURS. WORLD. 150 CITIES FROM ABU DHABI TO ZURICHTHEOFIORI D

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!



Tutti i filmati di EMERGENCY


Mai più Hiroshima! Mai più Nagasaki! - In Italia ci sono almeno 90 bombe atomiche

ArcoirisTV
2.1/5 (37 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Parla don Albino Bizzotto, dei Beati Costruttori di Pace: nella base Nato di Ghedi, in provincia di Brescia, ci sono 40 bombeatomiche, e altre 50 sono alla base Usa di Aviano. E altre armi nucleari sono sparse in Italia e nei suoi mari. E don Bizzotti rilanciauna proposta: denuclearizziamo e disarmiamo almeno il bacino del Mediterraneo.
L?intervista è stata realizzata il 5 agosto 2005.
Il convegno si è tenuto il 5 agosto 2005

4 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


11 Agosto 2005
23:39

per Simona PER IL COMUNISMO MONDIALE! Il problema Simone non è mobilitare la gente per delle manifestazioni.Durante il IV genocidio compiuto dagli usa: quello contro il popolo vietnamita vi erano pgni giorno manifestazioni di persone appartenenti alla piccola e media borghesia , di proletari ma senza un partito comunista.Credi che siano servite a qualcosa quelle manifestazioni?Non sono servite a niente!Gli usa ritirarono i loro B52 e i loro rambo solo grazie alla resistenza eroica del popolo vietnamita. La chiesa ha predicato la pace per millenni ma ha organizzato le crociate, bruciato vive milioni di donne, bruciati vivi milioni di omosessuali, di persone storpie o di eretici; ha compiuto atrocità per scacciare presunti demoni e malefizi. Solo la Rivoluzione francese ha spazzato via secoli di ipocrisie di razzismo sfruttamento, oppressione e superstizione. c'è un grande pregiudizio cattolico e gramsciano in questa società: basta cambiare la "coscienza" della gente o dei lavoratori e tutto si sistema. Non è così.Chi ha ordinato il genocidio del popolo di Hiroshima e di NagasaKhi o le atrocità che stanno avvenendo in iraq viene considerato nei libri di testo come nei media un "democratico". La pace ed il progresso saranno possibili solo quando l'umanità intera avrà capito la estrema modernità del marxismo e dell'Unione Sovietica distrutta dalla burocrazia stalinista. Non occorrono altri preti e altri movimenti pacifisti; occorre un programma credibile di trasformazione della società e questo programma non può che vebire da un nuovo vero partito comunista costituito da proletari, con mandato revocabile rotazione della rappresentanza e con salari operai per tutti dai rappresentanti al parlamento fino ai militanti delle sezioni. Hanno distrutto L'Unione Sovietica ed il mondo di pace prpmesso non è arrivato perchè il capitalismo e l'imperialismo divorano sè stessi. Nel nome di Marx e Lenin.

Alberto

11 Agosto 2005
22:05

Io provengo da Ghedi, dove e'presente la base nato, ero all'incontro organizzato dai Beati, ed e'stato davvero triste constatare la mancanza di persone. Non e'possible pensare che delegando a qualche partito si possa risolvere qualcosa, e'necessario il coinvolgimento di tutti coloro che abitano intorno a questi luoghi, questo paese e'creato da noi, se la nostra comunita'non si propone compatta e solidale verso un presente di pace, di dialogo, di conoscenza, allora non valgono i trattati, e'la vita quotidiana che ci invita ad esporci, perche'l'industria bellica riconosce il nostro silenzio come un'assenso all'idea che il mondo sia una terra di conquista e sfruttamento e non un terreno di crescita e miglioramento per tutti. In questo tempo in cui si parla di terrorismo, non e'ancora balenata in testa a nessuno la constatazione che le armi di distruzione di massa sono proprio sotto i propri piedi e sono state portate da un'alleanza che pretende di difenderci? Ma da che cosa, se le guerre sono dichiarate proprio dalla stessa alleanza? Se pensiamo ad un futuro, non possiamo dimenticare il passato nefasto che ha attraversato il giappone, che ha sperimentato l'effetto della bomba atomica. Esiste forse qualcuno che desideri morire tra le fiamme, in un inferno? Credo che a tutti sia cara la vita, ed allora che aspettiamo a ribadire questo elementare concetto?Tolto questo non esiste nulla di piu'prezioso, percio'mi auguro che molte persone ascoltino questo appello e non rimangano a casa seduti di fronte al televisore, aspettando la fine della propria tranquillita'.

Simona

11 Agosto 2005
20:53

credo che lo aggiungero al mio post su hitoshima http://tinyurl.com/99eku . cosi come vi ho sempre linkato ina ltri miem post continuiate cosi siete una v perla in mezzo alla merda

redbeppeulisse

10 Agosto 2005
00:29

L'unica strada per uscire dal pensiero unico, smantellare tutte le porcherie nucleari e costruire un paese realmente democratico dove tutti abbiano pieni diritti di cittadinanza , una casa, un lavoro e identici salari è quello di costruire una vera alternativa comunista. Solo una alleanza dell'Italia con Cuba , il Venezuela, la Cina e la Corea del nord potremo conquistare anche noi la nostra democrazia e i nostri diritti.Tutto il resto è il già visto ed è stato ovunque un fallimento.Durante la guerra imperialista di aggressione al Vietnam vi erano decine di manifestazioni pacifiste negli usa con milioni di persone coinvolte ma questo non ha impedito il genocidio del popolo vietnamita nè le atrocità compiute dagli usa nei villaggi dei contadini vietnamiti. Provo i brividi a vedere una Rifondazione che si sta omologando ai ds.Sembra abbia dimenticato chi ha giustificato la guerra contro la Yugoslavia e le politiche di flessibilizzazione, precarizzazione e miseria perseguite da entrambi i governi capitalisti: di "centrodestra" come di "centrosinistra". In questo paese non c'è più speranza se non rinasce un vero partito comunista e non si avvia una discussione sulle barbarie prodotte dalla distruzione dell'Unione Sovietica.

Alberto