Chi è Online

Chi è Online

359 utenti
Libri.itDARWINJAMIE HEWLETT (INT) - 40PETER LINDBERGH. ON FASHION PHOTOGRAPHY (I/E/GB) - 40LIBRARY OF ESOTERICA. TAROT (GB) - VATHE WALT DISNEY FILM ARCHIVES (GB) - 40
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Le mafie, i pifferai magici ed i topi

ArcoirisTV
2.9/5 (150 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
E' tutta una questione di proporzioni. Combattere le Mafie è giusto, a patto che le si combatta in ordine di pericolo. Combattere i conflitti d’interesse è giusto, a patto che si combattano per primi quelli che ci danneggiano di più. Ma se accade l’inverso, se cioè si combatte il nemico minore e si ignora quello maggiore, che succede? Risposta: succede l’Italia, purtroppo. Si ottiene cioè quel Paese miserabile e miserabilmente smarrito in cui viviamo, e si ottengono i Pifferai magici che ci fanno danzare come topi istupiditi ai loro comandi, dall’altra parte del Sistema.Lotta alla Mafia? Sì, ma la peggiore per prima. Date un’occhiata qui: c’è 1 miliardo di euro da una parte, e ci sono 118 miliardi di euro dall’altra. 1 miliardo di euro. Secondo un autorevole studio sull’impatto della Mafia sull’economia produttiva della Sicilia, e cioè il volume ‘I costi dell’illegalità’ di Antonio La Spina (ed. Il Mulino 2008), le cosche hanno sottratto a quella regione un miliardo di euro...

Visita: www.paolobarnard.info

1 commento


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


30 Dicembre 2009
12:09

Le mafie "regionali" non creano danni ai diritti dei cittadini??? diritto di espressione, diritto di autodeterminazione, diritto ad una leale concorrenza, diritto all'ambiente, libertà di movimento, diritto ad adire la giustizia... Ma poi cosa sono le "mafie regionali"? Barnard è rimasto un po' indietro, forse alla mafia agraria della prima metà del '900. D'accordissimo sul discorso dell'impunità delle banche speculatrici ed affariste. Peccato che non possano essere giudicate propriamente criminali, nè quindi mafiose (giusto per non fare facili confusioni semantiche), dato che è il sistema economico deregolarizzato che ha permesso ciò. Ovvio che poi le persone senza scrupoli navigano dentro le larghe maglie del permissivismo. Non accetto il confronto mafia/speculatori finanziari. Indubbiamente due nemici sociali ma non vale il discorso "due pesi, due misure". Sostenere che le energie della società civile attiva contro le mafie (come se poi siano quasi strabordanti ed eccessive!) debbano essere impiegate contro il sistema economico è un messaggio pessimo. Soprattutto in un periodo di crisi economica in cui invece le mafie prosperano.

Davide A.