Chi è Online

Chi è Online

358 utenti
Libri.itARAKI BY ARAKI (INT) - 40LINDA MCCARTNEY. THE POLAROID DIARIES - edizione limitataGAUDI. THE COMPLETE WORKS (GB) - 40AI WEIWEI (INT) - 40TROVIAMO UN TESORO
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






NADiRinforma incontra p. Alex Zanotelli

ArcoirisTV
3.0/5 (81 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Il 5 novembre 2008 presso la Casa dei Comboniani a Bologna abbiamo scambiato due chiacchiere con p. Alex Zanotelli partendo dalla spinosa questione “acqua libera di essere privatizzata” in quanto il Parlamento ha votato, il 5 Agosto del 2008 l'articolo 23 bis del decreto legge numero 112 con il quale scatta la privatizzazione dell'acqua. La follia collettiva sapientemente indotta e condotta che nutre un sistema globale completamente staccato dall'essere umano dove ci sta portando ? ... e se provassimo a leggere il Vangelo ? Un libro scritto più di 2000 anni fa stranamente ed inspiegabilmente attuale ... ascoltiamo p. Alex ... e se ci venisse in mente qualche idea orientata alla salvaguardia di noi stessi e del pianeta ove viviamo ?!

Visita: www.mediconadir.it

2 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


13 Luglio 2010
16:52

Compulsione? Come smuoverla e curarla? E' vero ci vorrebbe l'informazione e strutture adeguate...ma a quanto pare fanno di tutto per far chiudere Associazioni che vanno oltre, che vanno per fortuna contro corrente, che curano veramente, ascoltando il disagio. La MedicoNadir ne è stata una prova. Questo è un peccato, ma è stato un punto di non ritorno per alcuni pazienti. Un sistema quindi malato che non cura, ma ti porta ad essere dipendente da farmaci e da dottori, quindi non porta alla libertà e alla guarigione.

Giovanna

13 Luglio 2010
16:45

Il diritto per cose fondamentali, privatizzare un bene pubblico. La crepa è nelle prime frasi, l'accordo su questa notizia tra sinistra e destra. Ma da quando c'è accordo? E perché non si hanno accordi veri e favorevoli per la situazione dell'uomo?

Giovanna